energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Export Toscana in Usa: incontro fra il console Wohlauer e la Cna Economia

Firenze – Un appuntamento all’insegna del rafforzamento delle relazioni economiche tra gli Usa e le pmi locali per individuare strumenti e modalità che favoriscano l’export delle aziende fiorentine verso il mercato statunitense . Questo il senso dell’incontro tra il Console Generale degli Stati Uniti a Firenze, Benjamin Wohlauer, il presidente ed il direttore generale di CNA Firenze, Giacomo Cioni e Franco Vichi, la presidenza dell’associazione fiorentina composta dal vicepresidente Vivilla Zampini, dal presidente di CNA Federmoda Firenze Simona Innocenti,  dal presidente nazionale di CNA Federmoda Marco Landi e Marco Tortora, presidente di CNA Giovani Imprenditori.

Presenti anche alcuni imprenditori in rappresentanza del meglio del Made in Italy-Made in Florence tra cui Niccolò Manetti della Giusto Manetti Battiloro, Angela Caputi di Giuggiù, Giovanna Gherardi Locchi della Moleria Locchi, Lucia Caponi di Loretta Caponi.

Un rafforzamento dei rapporti si rende necessario, “specie dopo la decelerazione registrata dalle nostre esportazioni in America nell’ultimo anno (dal +14,8%  del 2016 al +3,7% del 2017), nella convinzione che l’America First del presidente Trump non possa fare a meno dell’unicità e dell’alta qualità delle nostre produzioni” ha dichiarato il presidente Cioni.

“Al centro dell’incontro anche l’interesse a far aumentare gli investimenti statunitensi a Firenze, forti del fatto che il nostro territorio ha una solida tradizione economica, un eccellente settore manifatturiero, forza lavoro altamente specializzata ed enti locali favorevoli a sostenere investimenti esteri – ha proseguito Cioni – Si sono quindi valutati gli interventi che gli Usa possono mettere in campo per sostenere gli imprenditori fiorentini che intendono raggiungere l’America per fare business”.

Si è parlato infine delle strategie più opportune per migliorare l’offerta turistica e quella dei soggiorni studio dei cittadini statunitensi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »