energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fabio Turchi salva il Granducato da una figuraccia Capitale Sport

Conquistando il titolo dei super massimi Fabio Turchi ha salvato da un mezzo fallimento il bilancio del pugilato toscano ai campionati italiani disputati a Roma. Anche se il 19enne pugile fiorentino, cresciuto al Boxing Club Firenze, ha combattuto in difesa dei colori del G.S. Esercito Roma.
  Il ragazzo che pure vanta già risultati brillantissimi a livello mondiale, a Roma ha dato l’ennesimo saggio delle sue notevoli risorse. Ha superato alla grande tutti gli incontri previsti per arrivare al titolo. Insomma Turchi, 76 incontri, 73 vittorie, è una delle più grandi speranze della boxe italiana. Il 14 gennaio sarà in ritiro ad Assisi con la nazionale azzurra. Ed è già “prenotato” per i campionati d’Europa a marzo in Polonia; e subito dopo per i Giochi del Mediterraneo in Turchia.
  Gli altri risultati più importanti della nostra rappresentativa ai campionati sono stati quelli ottenuti dal peso mosca Francesco Barotti e dal massimo Claudio Landi entrambi della Pugilistica Massese. Sono arrivati alle semifinali. Forse la Toscana avrebbe conquistato altre due medaglie se avesse potuto schierare il supermassimo Fabio Piazza (Boxe Stiava) ed il mosca Luigi Allegretti (Boxe Mens Sana Siena) assenti a Roma perché indisposti.
  Archiviati i campionati assoluti, riprende in pieno l’attività agonistica regionale. In Toscana sabato prossimo 22 dicembre ben tre le riunioni dilettanti : a Prato, Massa e San Miniato Basso.
  Intanto domani mercoledi a Firenze, alla sede del Comitato regionale, sarà eletto il presidente della boxe toscana per il prossimo quadriennio (2013-2016). Due i candidati : Giuseppe Ghirlanda di Empoli e Amedeo Raffi di Grosseto.
  Ghirlanda, 73 anni, pugile peso gallo, quindi tesserato per la Sempre Avanti Juventus Firenze poi del Boxing Club Firenze. E’ presidente del Comitato toscano da 12 anni e in scadenza di mandato. Il grossetano Raffi, 67enne, ex funzionario del Comune di Grosseto e dirigente negli anni ottanta della Pugilistica Grossetana. Le previsioni sono per una conferma, quindfi quarto mandato, di Ghirlanda.
Voteranno i delegati di 38 società regionali;  quattro rappresentanti dell’Associazione pugili e due del Gruppo insegnanti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »