energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Falsa bomba a Livorno e falsi capi firmati a Prato Notizie dalla toscana

Intorno alle 9.30 di ieri, 2 dicembre, una filiale del Credito Cooperativo di Castagneto Carducci di Piombino (Livorno) ha ricevuto una chiamata anonima che allertava gli impiegati per la presenza di un ordigno all’interno della banca. Scoperto un pacco sospetto nella filiale, gli operatori dell’istituto di credito sono stati fatti sgomberare, e gli artificieri hanno effettuato il controllo dell’involucro ticchettante. All’interno del pacco, però, non c’era una bomba, ma un cardiofrequenzimetro dal quale spuntavano fili collegati ad un pezzo di plastilina. Al momento i carabinieri indagano per risalire all’autore del falso allarme bomba. E da una falsa bomba a Livorno passiamo ai falsi capi firmati di Prato. L’Ufficio delle Dogane di Prato ha sequestrato, infatti, 2.764 cravatte contraffatte destinate a New York e con i marchi contraffatti di Maison, Gianfranco Ferré ed Ermenegildo Zegna. L’importatore, dopo le verifiche di esperti in contraffazione, è stato denunciato all’autorità giudiziaria pratese.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »