energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fare la spesa a Firenze costa sempre di più Economia

L’Ufficio di Statistica del Comune di Firenze ha pubblicato oggi, 1 marzo, i dati sull’inflazione nel capoluogo toscano. Rispetto al mese di gennaio l’inflazione è aumentata di un +0,2% (a gennaio era pari al +0,6%). Le rilevazioni sono state effettuate dall’Ufficio Statistica dal 1° al 21° del mese scorso su oltre 900 punti vendita appartenenti sia alla grande distribuzione che alla distribuzione tradizionale e su 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti contemplati nel paniere Istat. Di seguito il dettaglio delle variazioni registrate
Trasporti  (+1,3%): in aumento i prezzi di carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+1,9%), trasporto passeggeri su rotaia (+4,9%) e trasporto aereo passeggeri (+6,2%).
Prodotti alimentari (+0,9%): aumentati i prezzi dei vegetali (+4,3%), acque minerali, bevande analcoliche, succhi di frutta (+1,9%), carni (+0,7%), latte, formaggio e uova (+6,8%), pane e cereali (+2,9%).
Servizi ricettivi e di ristorazione (-1,9%): in diminuzione i servizi di alloggio (-9,7%), mentre sono in aumento i costi per ristoranti, bar e simili (+1,9%).
Da registrare anche l’aumento dei Tabacchi (+7,1%). Altri beni del paniere che pesano per circa il 56% sullo stesso sono aumentati del +3,8% rispetto a febbraio 2011, mentre altri beni che pesano sullo stesso paniere per il 44% hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,4%. I beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +3,2%. I beni energetici sono, invece, in aumento di +16,2% rispetto a febbraio 2011. La variazione annuale relativa alla voce “Altri beni” del paniere è pari a +0,3%.

Foto: www.amando.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »