energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Febbre tricolore, ring bollenti a Signa e Iolo Sport

Vigilia di due serata di boxe ad alto livello in Toscana. Domani sera giovedi (inizio ore 20,30) a Signa; venerdi ad Iolo di Prato. A Signa un match professionisti tra i welter Giacomo Mazzoni di Firenze e Antonio Moscatiello di Milano sulla distanza delle otto riprese. Un incontro che promette molte emozioni e tanta incertezza nel risultato.  I records e le caratteristiche dei due pugili suggeriscono queste tesi. Tante emozioni perché si tratta di un incontro “vero” nel senso che al vincitore si apre la strada verso il match per il titolo italiano dei welter. Un traguardo importante che spingerà i due pugili a battersi al limite delle rispettive risorse.
   L’incertezza del risultato si ricava dai ruolini di marcia dei due pugili. Infatti Giacomo Mazzoni vanta 8 successi e 2 sconfitte; Moscatiello 15 vittorie e 2 sconfitte. Mazzoni godrà del fattore campo visto che il pubblico sarà tutto per lui; Moscatiello possiede un pugno molto pesante come dimostra la circostanza che delle 15 vittorie ben 10 le ha conseguite prima del limite.
   La serata comprende pure sette incontri dilettanti. Lorenzo Piccini (Lastra a Signa) c. Giovanni Calandriello (Perugia); Erblin Nukaj (Sempre Avanti Firenze) c. Paolo Bologna (“Samurai” Firenze); Ionut Ionescu (Lastra a Signa) c. Renzo Di Rocco (Umbria); Alessandro Diciolla (Sempre Avanti) c. Alessio Perugini (Grosseto).
   Simone Vanni (Boxe Pontorme Empoli) c. Lorenzo Bertoldi (Perugia); Alberto Mangani (Sempre Avanti) c. Marco Tosti (Perugia); Dragan Lepei (Sempre Avanti) c. Alex Pippi (Perugia).

   Venerdi sera ad Iolo di Prato tre incontri dilettanti e tre professionisti. Al vertice della serata, allo stadio Chersoni dove giocano i Cavalieri,  il match professionisti tra Francesco Di Fiore di Prato e Riccardo Lecca di Roma, su 10 tempi, in quanto c’è in palio il titolo italiano dei superwelter.
   Difficile azzardare un pronostico. Di Fiore – 15 vittorie, 8 sconfitte, 2 pari – è preparatissimo e nei matches che contano si è sempre espresso al meglio delle sue notevoli possibilità. Inoltre avrà dalla sua parte il sostegno del pubblico. Ed ha pure dimostrato di avere il “fondo atletico” per disputare 10 riprese a tutto gas.
   Lecca è imbattuto. Circostanza importante in quanto è un dato che da solo esprime il valore del pugile. Vanta 8 vittorie ed 1 pari. Con il “tricolore” in palio darà battaglia nella speranza di fiaccare l’avversario. Insomma ci sono tutti gli elementi per assistere ad un incontro emozionante.
   Questi gli altri due matches professionisti entrambi fissati su 6 riprese.
   Pesi mosca. A confronto il fiorentino Gianpietro Marceddu (6 vittorie, 1 sconfitta) contro Nettuno di Cesenatico. Nettuno è pugile esperto (ha tirato più volte con il fiorentino campione italiano Rodrigo Bracco) e bene impostato. Marceddu dispone di tanta fantasia, insomma è capace di “inventare” colpi inaspettati.
   L’altro match professionisti vedrà sul ring i massimi leggeri Davide Rettori di Firenze (4 vittorie, 2 sconfitte) e Lubo Hantak, uno slovacco che avendo incasellato tante sconfitte non sembra avere i “numeri” per mettere in allarme Rettori.
   La serata sarà aperta da tre incontri dilettanti. Di Filippo (Pratese) c. Mannelli (Ambra Libertas Poggio a Caiano); Fusai (Pratese) c. Magnani (Sarzana); Elia (Alto reno) c. Henkiri (Pugilistica Lucchese).

Franco Calamai

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »