energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fermata dai Carabinieri di Siena la “banda nomade” Cronaca

L'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore di Siena Aldo Natalini li ha incastrati. Le indagini erano infatti partite proprio da Siena lo scorso gennaio, in occasione del recupero da parte dei carabinieri di una auto usata dai malviventi dopo un colpo. Sono i sette romeni in stato di fermo per l'intervento dei Carabinieri di Siena in esecuzione dei decreti della Procura senese, con le accuse di furto aggravato in farmacie, tabaccherie centri commerciali e abitazioni in Toscana e altre regioni (Umbria, Marche e Abruzzo). Facendo sempre base nel Lazio, vivevano tra Tivoli, Roma e Frascati, i sette si erano specializzati in capi di abbigliamento, apparati informatici, articoli cosmetici, i quali venivano conservati in depositi clandestini, completi di etichette, per essere poi smerciati su mercati italiani ed esteri.
Sarebbero 25 i colpi portati a segno dalla "banda nomade", per un bottino complessivo circa 800 mila euro, tra i 25mila ed i 30mila euro a colpo. I sette partivano dal Lazio facendo delle vere e proprie spedizioni interregionali nelle quali organizzavano i sopralluoghi e i successivi furti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »