energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festa a Pisa per la prima Memoria liturgica del Beato Toniolo Notizie dalla toscana

La Chiesa Pisana ricorderà il Beato Giuseppe Toniolo il prossimo martedì 4 settembre. La Congregazione Vaticana del Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti con lettera dello scorso 6 luglio, firmata dal Prefetto, il Cardinal Antonio Canizares LIovera , ed inviata all’Arcivescovo di Pisa, ha infatti stabilito che il 4 settembre l’Arcidiocesi, come le altre diocesi dove il Beato ha vissuto, inserisca nel proprio calendario liturgico la memoria dell’economista e sociologo cattolico. Diversamente per come accade per tutti i Beati, la celebrazione non cadrà il giorno della morte, il 7 di ottobre, perché si sarebbe sovrapposta alla festa della Madonna del Rosario, da qui la decisione del 4 settembre, lo stesso giorno in cui, nel 1878, a Pieve di Soligo, Toniolo si unì in matrimonio con Maria Schiratti, dalla quale ebbe sette figli. Per l’occasione verrà presentato ufficialmente il reliquiario che verrà conservato nella Cappella delle Reliquie del Camposanto Monumentale in Piazza del Duomo di Pisa.  Il reliquiario è stato realizzato da La Bottega di Nello -Argentieri in Lucca dal 1791 – su disegno e modellatura di Cesare Giovacchini, ed esecuzione di Angelo Ramacciotti, in argento, con la tecnica della fusione a cera persa e a lastra tirata e assemblata.  Ogni fase della realizzazione è stata seguita da Mons. Giuliano Catarsi, Cerimoniere Arcivescovile.

Alla base presenta una decorazione a bassorilievo con due scene della vita di Toniolo: il Beato con la sua famiglia e lo stesso con un gruppo di allievi dell’università. Tra i due bassorilievi si inseriscono due smalti raffiguranti la croce pisana e lo stemma
dell’Arcivescovo di Pisa. Dal centro della base si erge un fusto d’albero formato da due tronchi che si intrecciano fino a formare un’unica chioma; su questa poggiano due figure di angelo che incorniciano la teca contenente la reliquia del Beato. Sul perimetro della base compare, in latino, l’iscrizione: Giovanni Paolo Benotto – Arcivescovo di Pisa – nella beatificazione di Giuseppe Toniolo – a maggior gloria di Dio – 29 aprile 2012.

L’opera vuol esprimere i due principali impegni che hanno motivato la testimonianza cristiana di Giuseppe Toniolo – la famiglia e la scuola – presenti nei bassorilievi della base; i due tronchi di albero che vi dipartono rappresentano simbolicamente questi percorsi di vita che hanno portato Toniolo alla santità. Sulla chioma degli alberi, i due angeli, posti frontalmente in venerazione della reliquia del Beato, formano come una aureola che si chiude in alto con le ali intorno alla reliquia stessa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »