energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Festa della mora, a Vaglia il dolce frutto delle spine declinato in mille leccornie Breaking news, Turismo

Vaglia – Un frutto dolce e selvaggio come il territorio che ha deciso di farne il protagonista di una tre giorni (3-4-5 settembre) del gusto, piena di musica, eventi culturali, assaggi gastronomici e soprattutto di quella autentica gioia che rende unica la festa popolare: si tratta della mora, dono campestre e boschivo, che già dagli inizi del ‘900 destava l’interesse delle massaie del Mugello che tramandavano la ricetta tradizionale di una marmellata scura, densa, liscia e profumata.

Torna la Festa della Mora a Vaglia e torna in grande. Colonna sonora colta e raffinata dal cuore delle musiche popolari del mondo, dalle tradizioni toscane alle note delle strade di Rio De Janeiro alle ricerche musicali di gruppi come i Bizantina e i Mescaria, è soprattutto la gola a godere delle eccellenze gastronomiche che si possono assaggiare e aquistare sulle bancarelle del paese.

Facile parlare di marmellata di mora, raccontano le massaie della zona che si dedicano da qualche anno a riportare nelle vie del paese in festa le leccornie del frutto boschivo; facile, ma non semplice tornare a farla come tradizione comanda. Agli uomini, il compito di raccogliere la bacca viola scuro districandosi fra rovi e spineti, alle donne l’arte di trasformarla nella marmellata sublime, profumata e saporosa, priva di semi che si trova sulle bancarelle del paese. Ciò che è mutato dagli inizi del ‘900 è solo la quantità di zucchero, che veniva aggiunto fino all’80% del peso per migliorarne la conservazione. Conservazione, che, abbassandosi dal dopoguerra in poi la percentuale di zuccheri, viene attuata facendo bollire i vasetti a “bagnomaria”.

Non solo marmellate però. A Vaglia la  mora è veramente Regina, e dunque ecco la crostata, il rotolo, la torta della nonna con le more al posto della crema, fino al nardone, un dolce tradizionale fatto col pane raffermo che, invece della frutta secca, vede nell’impasto le more fresche del bosco. Senza scordare la sbrisolona di more, i succhi, lo sciroppo con le more intere dentro che si presta a trasformare in una leccornia senza paragoni gelati , aperitivi e cheese cake. Talmente golosa e allettante l’offerta, che non possiamo esimerci dal dettagliarla: Succo di mora, More sciroppate, Marmellata di more, Crostata con marmellata di more, Nardone con more fresche, Sbrisolona con marmellata di more, Torta della nonna alle more, Biscotti ripieni di more, Rotolo con marmellata di more, Panini con more fresche, e anche qualche “amico” della Regina, Lamponi e Mirtilli.

L’appuntamento, giunto alla sua V edizione, è organizzatodal Comune di Vaglia, dalla locale Pro Loco, dal circolo Arci di Bivigliano, oltre lla partecipazione dei commercianti e degli abitanti.

Programma

Venerdì 3 settembre

h 17.00 IL BOLLAIO MATTO magia per adulti e bambini con Yuri Bussi la sua magia è sprigionare raffinati messaggi custoditi dentro scrigni di bolle di sapone
h 19.00 LA NUOVA COMPAGNIA gruppo di Vaglia presenta musica popolare toscana e non solo con Riccardo Arrighetti e Cesare Coschino chitarre e voci, Franco Sereni (cianda) fisarmonica.
h 19,30 cena itinerante
h 21,30 TRINADAMAS i nuovi migliori interpreti della World Music. Musica che espande i confini del mondo a partire dal suo cuore etnico a brani mistici e sognanti, incontrando il vasto spazio dei ritmi percussivi dall’America Latina e non solo.

Sabato 4 settembre

h 10.00-24.00 MERCATINO “L’ANGOLO DEL GUSTO” lungo via Renato Fantoni
h 10.00-21.00 MOSTRA DELLE OPERE realizzate da artisti locali
h 11.00 VICCHIO FOLK BAND la famosa banda percorrerà tutto il paese
h 12.30 pranzo itinerante
h 16.00 dimostrazione di come facevano le marmellate le nostre nonne lungo via Fantoni
h 17.30 DRUM CIRCLE DI HARSHIL un’esperienza sconvolgente alla scoperta del ritmo interiore. Per lasciarsi abbandonare insieme e riscoprirsi nella gioia del ritmo per grandi e piccini.
h 19.30 cena itinerante
h 21.30 BIZANTINA LA MUSICA DEL Mediterraneo “voglio vederti danzare”, otto musicisti sul palco, hanno realizzato cd con oltre 20mila copie vendute e numerosi premi internazionali ricevuti, rappresentano oggi i migliori interpreti della musica folk italiana

Domenica 5 settembre

h 10.00-24.00 MERCATINO “L’ANGOLO DEL GUSTO” lungo via Renato Fantoni
h 10.00-21.00 MOSTRA DELLE OPERE realizzate da artisti locali
h 12.30 pranzo itinerante
h 16.00 LABORATORIO DI DANZE POPOLARI di Chiara Garuglieri, viaggio alle radici della danza popolare, lasciarsi coinvolgere per imparare la pizzica  e tarantelle del nostro Sud
h 17.00 PULSAR STREET BAND il ritmo della strada, quindici strumentisti che riciclano oggetti comuni per farli diventare percussioni e portarci nelle strade di Rio De Janeiro
h 19.00 LE MALCERCONE tre musiciste che affrontano il bellissimo repertorio della tradizione toscana spaziando da temi amorosi a invettive e canzoni di lotta. Si accompagnano con chitarra, percussioni e fisarmonica
h 19.30 cena itinerante
h 21.30 MESCARIA le melodie e i suoni dalla Lucania ai Balcani. Un lungo viaggio musicale che dalle radici del sud Europa vola per il mondo

DOMENICA 5 settembre h 9.15 escursione Anello di Vaglia. Un giro sulle colline attorno a Vaglia con visita alla Pieve di an Pietro e la scperta delle antiche ville padronali che nel tempo furono acquistate dalla tenuta Corsini e trasformate in case coloniche. Info: Gabriele 347 6226835 fontebuona@libero.it

Pranzo a sacco. Possibilità ordinare alla partenza panini, insalate e altro presso il Caffè il Cantuccio convenzionato per l’occasione e farseli recapitare sul luogo del pranzo.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »