energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festa e cerimonia a Viareggio per il Dolium vinario Foto del giorno

Viareggio – Giornata di festa in Capitaneria di porto a Viareggio, dov’è stato ufficialmente “inaugurato” il “Dolium vinario”, recentemente oggetto di restauro. Il contenitore in terracotta (risalente ad un periodo compreso tra il 50 a.c. ed il 50 d.c. e caduto in mare presumibilmente a seguito del naufragio di una nave oneraria di epoca romana lungo le linee di traffico marittimo tra Costa Tirrenica, Gallia e Spagna), fu recuperato nel maggio del 2013, nelle acque davanti al porto Viareggio ad una profondità di circa 400 metri.

Il reperto, di ragguardevoli misure – altezza cm 160, diametro cm 150, capacita stimata circa 1800 litri – rimase nelle reti del motopesca della marineria viareggina “Leonarda Madre”: gli armatori, Antonio e Giovambattista Policardi, fin dalle prime delicate e complesse fasi del ritrovamento, hanno espresso il desiderio di vederlo conservato ed esposto al pubblico presso la sede storica della Capitaneria di porto di Viareggio.

Una volta ottenute le autorizzazioni previste, con la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Provincia di Lucca – del Cantiere delle Navi Antiche di Pisa-San Rossore e di varie ditte specializzate, a fine gennaio 2016 sono iniziate le operazioni di restauro del prezioso reperto archeologico, concluse con la cerimonia di oggi.

Il restauro è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca, da sempre attenta alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della Provincia di Lucca e della Versilia.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »