energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festa grande per il ritorno del Grosseto in B: appuntamento allo stadio Sport

Sono arrivate nella prima mattinata di oggi 22 agosto le sentenze di appello sulla doppia inchiesta sul calcioscommesse. E per il Grosseto sono subito squillate le trombe della vittoria. La società maremmana resterà infatti in serie B perché la corte di giustizia federale ha  accolto il suo ricorso  annullando la decisione della disciplinare. Il ricorso presentato dal presidente del club toscano Piero Camilli è stato quindi coronato dal successo ed è stata quindi annullata l'inibizione di 5 anni comminata dalla Disciplinare al patron. Si legge sul sito della Figc: "Per effetto delle decisioni sono state annullate l’esclusione del Grosseto dal campionato di Serie B e l’inibizione del presidente del club toscano Piero Camilli". Confermate invece la sentenze per Conte e respinto il ricorso del Lecce. Il presidente così ha commentato: «Sono felice, ma ciò non toglie che mi rimanga una grande amarezza. Al momento è ancora è presto per dire come ripartirà il Grosseto. Ci vuole calma". Ma chi invece vuole vivere subito l'emozione della festa sono i tifosi del Grifone. E' il dg Alessandro Scalone a lanciare l'idea. "A questo punto attendiamo tutti i tifosi per festeggiare assieme il momento". L’appuntamento è fissato per le 20,30, allo stadio Zecchini, dove i tifosi biancorossi sono attesi in massa per poter così riabbracciare la Serie B. Il tam tam del passa parola, degli sms e sul sito biancorossi.it, consueto ritrovo della tifoseria maremmana. L’impressione è quella di tornare a vivere dopo un’estate vissuta nel limbo e carica di timori. Chissà che questa liberazione non serva a portare nuovo vitale entusiasmo a tutto l’ambiente, a partire da stasera, ma anche per il campionato cadetto, ai nastri di partenza sabato prossimo.
Non nasconde la sua soddisfazione il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi: "Questo ci riconsegna una squadra oggi piu' forte e motivata per un grande campionato di serie B. ' Abbiamo avuto fiducia  perchè sapevamo di avere ragione''. “Finalmente, giustizia fatta”. Esulta il presidente della Provincia di Grosseto, Leonardo Marras: “Ho chiamato personalmente il presidente Camilli – rivela Leonardo Marras –per congratularmi della bella notizia. Eravamo certi dell’estraneità della società grossetana a tutta questa brutta vicenda, anche per la fermezza e la convinzione  con cui il presidente Camilli ha sempre ribattuto alle accuse. Adesso possiamo ripartire alla grande e pensare con ottimismo al campionato. Forza Grosseto!”. Soddisfatta anche l’assessore provinciale Patrizia Siveri che da grande tifosa biancorossa  ha seguito con particolare attenzione tutte le fasi dell’inchiesta sul calcio scommesse che ha coinvolto la squadra cittadina. “Sono commossa per i tifosi – ha affermato Patrizia Siveri – e sono contenta per l’immagine della città e dello sport maremmano che rischiava di essere offuscata  da questa brutta vicenda. La giustizia ha fatto il suo corso ed è riuscita in poco tempo a far emergere la verità. Per questo siamo orgogliosi e felici di poter affrontare a testa alta la serie B, continuando a festeggiare con gioia il centenario della società biancorossa”.  E?appassionato il commento di  di Marco Simiani, presidente Rama:  “Il  cielo del mondo del calcio grossetano era stato oscurato dall'ingiusta sentenza di retrocessione, si era appannata la gioia dei festeggiamenti per il secolo di storia della nostra squadra. Oggi, con la sentenza di assoluzione in secondo grado e la riammissione in serie B, possiamo festeggiare due volte. Essere certi di rappresentare il calcio pulito, esente da infiltrazioni del malaffare e forte di una tradizione sociale straordinaria, è la forza della compagine del Grifone. Sarò insieme a tutti i tifosi a urlare allo stadio Forza Grifone e a rilanciare le iniziative di festeggiamento per il centenario. Evviva!”

E ora non rimane che rimboccarsi le maniche per recuperare il terreno e il tempo perduto sul mercatto.  Dal Catania sono molto probabili tre arrivi: Ricchiuti, Sciacca e Augustyn. I primi sono due centrocampisti, uno giovane, l’altro più esperto, mentre il terzo è un difensore polacco lo scorso anno al Vicenza. Da verificare la conferma di Sforzini e Antonazzo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »