energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festa, ricordi e premi del Club Glorie del ciclismo toscano Sport

Firenze – E’ stata una grande festosa rimpatriata. Si erano dati appuntamento al Convento di Santa Lucia alla Castellina, situato sulle pendici di Sesto Fiorentino, quasi 300 appassionati della bicicletta per partecipare all’annuale raduno dei soci del “Club Glorie del Ciclismo Toscano”.

Presenti molti protagonisti del ciclismo di un passato recente e meno recente che hanno trascorso questa domenica rievocando episodi, successi, sconfitte, aneddoti di quando da atleti pedalavano nelle corse.

Tra i tanti presenti questi gli ex professionisti : Franco Bitossi, Alberto Caiummi, Sandro Cammilli, Vittorio Chiarini che proprio oggi ha festeggiato 80 anni, Giuseppe Grassi, Franco Lotti, Leonardo Mazzantini, Dante Morandi, Marcello Mugnaini, Giuseppe Pardini, Mirko Puglioli, Silvano Ravagliu, Piero Spinelli, Alberto Tazzi e Libero Volante.

Primo atto di questo imponente raduno la celebrazione della Santa Messa officiata da Padre Nicola Sozzi, priore del convento. Conclusa la funzione religiosa, sempre in chiesa, sono stati premiati due personaggi che il vertice del Club Glorie del ciclismo toscano – il presidente Roberto Poggiali ed il segretario Giuliano Passignani – aveva scelto per le loro indiscusse benemerenze.

I prescelti sono stati Franco Chioccioli e Renzo Maltinti. L’ex campione di Pian di Scò (Arezzo) ha ricevuto il premio alla carriera. E’ nato a Castelfranco di Sopra il 25 agosto 1959, soprannominato “Coppino” per la sua somiglianza con Fausto Coppi, ottimo scalatore e competitivo a cronometro.

Protagonista di primo piano in alcuni Giri d’Italia corsa che ha vinto nel 1991 battendo Bugno, Chiappucci, lo statunitense Greg LeMond, lo spagnolo Lejarreta. Ma nella corsa rosa vanta anche un secondo, due quarti ed un sesto posto.

Tra i suoi successi pure la Coppa Agostoni ed il Giro del Trentino nel 1984; il Giro del Friuli nel 1985; una tappa del Giro della Svizzera nel 1986; la Coppa Sabatini a Peccioli di Pisa nel 1991 e la tappa di Saint Etienne nel Tour de France del 1992. Suo anche il merito di aver riportato in Toscana la maglia rosa dopo Gino Bartali, Fiorenzo Magni e Gastone Nencini”.

Ora Chioccioli è titolare e gestore a Pian di Scò di un agroturismo ed è direttore sportivo di una squadra ciclistica dilettanti. Nel ricevere il premio Chioccioli, che era accompagnato dalla moglie Claudia, dopo i ringraziamenti, ha manifestato la sua soddisfazione per essere stato lui il prescelto dai colleghi corridori dei tempi in cui gareggiava.

L’altro premiato è stato Renzo Maltinti che, impossibilitato ad intervenire, per lui ha ritirato il premio Gianpiero Ragionieri vice presidente della Ciclistica Maltinti di Empoli.

Renzo Maltinti, sponsor e presidente di una squadra ciclistica dilettanti, che porta il suo nome, è in campo da ben 40 anni e da allora ad oggi ha tesserato 423 corridori e totalizzato 343 vittorie. Naturalmente è presente anche nel 2017 con una squadra dilettanti (Claudio Longhitano, Nicolas Nesi, Diego Pietrini, Samuel Della Pina, l’albanese Kopshti, Daniel Savini, Alfonso Piselli, Kevelin Jaku, David Italiani, Roberto Mori, Claudio Valacchi e il colombiano Molano Pena) come sarà ancora impegnato nel settore organizzativo. Sua l’organizzazione della Firenze-Empoli per dilettanti under 23 prima gara dell’anno in  programma il 25 febbraio (a maggio darà vita al Gran Premio Città di Empoli; a luglio al G.P. Città di Vinci ed in agosto al G.P. Gambassi Terme).

Il raduno si è concluso con un festoso pranzo sociale durante il quale si è pure esibito l’attore fiorentino Sergio Forconi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »