energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festeggiamenti 50° del gemellaggio Firenze-Kyoto Cultura

Firenze – La Fondazione Romualdo Del Bianco, con il suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism, a Kyoto insieme al Comune di Firenze.
Visita preparatoria dei festeggiamenti del 50° anniversario del gemmellaggio tra le due città.

Nei giorni scorsi, i rappresentanti della Fondazione con sede a Palazzo Coppini, hanno accompagnato il sindaco Nardella, l’assessore Mantovani e il funzionario Damonti in Giappone in occasione delle celebrazioni che si sono tenute nel Paese per i 50 anni del gemellaggio tra Firenze e la città giapponese. La visita a Kyoto fa da preludio alle celebrazioni che la Fondazione Romualdo Del Bianco con il suo Istituto Internazionale Life Beyond Tourism ha in programma per festeggiare nella città del Giglio il 50° anniversario del gemellaggio fra Kyoto e Firenze.

L’iniziativa si svolgerà sotto il patrocinio del Comune di Firenze, a partire dall’8 giugno, con un’anteprima, il 22 maggio, del Balletto “La Signora delle Camelie” del Kyoto Higaki Ballet al Teatro Verdi. In arrivo tanti appuntamenti dedicati alla millenaria cultura giapponese
tra Palazzo Coppini e l’Auditorium al Duomo.

Durante la cerimonia ufficiale nel Municipio di Kyoto, il sindaco Daisaku Kadokawa, alla presenza della delegazione fiorentina ha anche espresso il suo ringraziamento alla Fondazione Romualdo Del Bianco per il busto di marmo raffigurante Galileo Galilei, opera dell’artista Dino De Ranieri, donato due anni fa dalla Fondazione alla città e che è in mostra al Centro di Scienza per Giovani della Città di Kyoto.

Con l’occasione il sindaco di Kyoto ha donato alla Fondazione Romualdo Del Bianco un pannello di riconoscimento per il contributo al rafforzamento delle relazioni tra Kyoto e Firenze, attraverso lo scambio culturale e la tutela dei beni culturali, ma anche all’educazione dei bambini alla comprensione fra culture e popoli diversi, anche grazie alla donazione della statua raffigurante Galileo Galilei, uno dei più conosciuti simboli di genialità italiana nel mondo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »