energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Festival Cantieri Culturali: la zattera che unisce le sponde dell’Arno Spettacoli

Firenze – La zattera d’oro è il segno scelto per inaugurare la V edizione del Festival Cantieri Culturali Firenze che accoglie, dal 28 giugno al 9 luglio, residenze, performance, incontri e contesti di pratica e ricerca per stimolare nuove forme di abitabilità e di riconoscimento necessario degli spazi della città.

Nasce con la ricostruzione della storica imbarcazione messa in azione per unire simbolicamente le due sponde dell’Arno, ripercorrendo la pratica antica dei renaioli come simbolo di riconnessione con la città.

L’azione dell’attraversamento diviene rituale per la creazione di una danza sospesa che esplora il senso della fragilità e dell’incrinatura e dell’origine del gesto. La zattera sarà manovrata manualmente come da tradizione e, nel tempo dell’attraversamento, accoglierà una performance installativa che abita e attraversa lo spazio vuoto tra i due argini, attualmente congiunti dalla Passerella di Piazza dell’Isolotto. 

Il Festival Cantieri Culturali attraverso pratiche di frequentazione e trovando nell’incontro tra corpo e luogo il senso dell’agire artistico, propone una programmazione in grado di sviluppare una rete di spazi all’aperto e al chiuso, concependo l’esperienza creativa e culturale secondo un concetto di diffusione, di cura e di rigenerazione dei territori e della socialità.

Il Quartiere 4, e in particolare le aree dell’Isolotto Vecchio, Argingrosso, Le Torri, Boschetto sono costellate di presenze che agiscono nella prossimità e nella sensibilità del territorio creando contesti di relazione e scoperta del paesaggio, quest’anno ampliata da azioni e incontri sugli e dagli argini dell’Arno.

Più di 80 artisti e professionisti del settore sono chiamati a esperienze di residenza volte alla creazione di performance e progettualità modellate sulle caratteristiche del territorio, comprendendo e coinvolgendo cittadini, abitanti e frequentatori nella sperimentazione delle potenzialità creative di ciascun luogo.

Per due settimane è ridefinita una geografia emozionale originata non solo dai processi creativi, ma anche arricchita da incontri pubblici, mostre, installazioni e progetti speciali di creazione e trasmissione che in maniera diffusa vanno a innescare una conoscenza inedita ed esperienziale del territorio.

Tra luoghi ed eventi, tra artisti e pubblico, tra studenti e frequentatori, si stabilisce una relazione che trasforma il racconto della città: una narrazione che prende vita nell’incontro e nel desiderio di erranza e prossimità, perché la giustizia spaziale e la liberazione del gesto sono le basi per la creazione di comunità solidali, proposte come sguardo sul senso democratico del corpo-città.

I PROTAGONISTI DI QUESTA EDIZIONE DEL FESTIVAL CANTIERI CULTURALI FIRENZE:

Annamaria Ajmone | Marta Bellu / Agnese Banti | Paolo Basetti / Mario Bencivenni | Simona Bertozzi / Marta Ciappina | Elisa Biagini | Ela Bialkowska / Federico Bucalossi | Marta Bichisao / Opera Bianco | Claudia Catarzi | Alessandro Certini / Charlotte Zerbey / Company Blu | Compagnia Virgilio Sieni | Giuseppe Comuniello | Elisabetta Consonni / Bart Van den Eynde | Doriana Crema | Elisa D’Amico / Francesco Dalmasso | Pietro Gaglianò | Gruppo Cango / Accademia sull’arte del gesto | Kinkaleri | Jurij Konjar  | Francesca Mazzoni / Irene De Santis | MK | Giuseppe Muscarello / Pierfrancesco Mucari | Daniele Ninarello | Numero Cromatico | Valentina Pagliarani | Mariagrazia Portera | Cristina Kristal Rizzo / Enrico Malatesta | Irene Russolillo | Lucia Sauro / Delfina Stella | Tommaso Serratore / Sara Sguotti | Viola Tortoli Bartoli

 

INAUGURAZIONE FESTIVAL 

Piazza dell’Isolotto / Passerella / Argine Arno

LUNEDÌ 28 GIUGNO H 19.30 > 21.00 (repliche 29 giugno h 18.30 | 2, 5 e 7 luglio h 21) 

COMPAGNIA VIRGILIO SIENI

LA ZATTERA D’ORO

di Virgilio Sieni

con Claudia Catarzi, Giulia Mureddu, Delfina Stella

voce Marta Ascari

musiche dal vivo Veronica Chincoli 

Galleria Isolotto, Piazza dei Tigli

28 giugno ore 21.30 – inaugurazione mostra (fino al 1° luglio, dal lun al ven h 10 > 22)

 

ELA BIALKOWSKA / FEDERICO BUCALOSSI

AGORÀ PARADISOUn racconto per immagini del progetto di Virgilio Sieni nelle piazze monumentali di Firenze

La mostra mette in evidenza il rapporto tra corpo, spazio e gesto attraverso la documentazione fotografica e video delle azioni coreografiche del progetto Agorà Paradiso di Virgilio Sieni che, con la consulenza poetica di Elisa Biagini, ha coinvolto i cittadini in un percorso di scoperta di alcuni tratti del Paradiso della Divina Commedia dantesca. Se da un lato le visioni riportano il progressivo atto di presa di coscienza del corpo dei partecipanti, evidenziando le qualità del gesto, dall’altro gli scatti richiamano l’azione dello stare nello spazio, in questo caso piazze del centro di Firenze dal valore iconico-monumentale.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »