energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festival dei Popoli: Abigail, contaminazione positiva fra universi culturali Cinema

Firenze – Ieri pomeriggio è stato proiettato al Festival di popoli Abigail di Valentina Homem e Isabel Penoni, un cortometraggio brasiliano dedicato ad Abigail Lopes, una ricercatrice che ha partecipato alle spedizioni di Francisco Meireles, nel Mato Grosso, entrando in contatto con le popolazioni indigene. Francisco Meireles è noto in Brasile per aver tentato un incontro pacifico con queste popolazioni.

Il film ci introduce nella sfera privata di Abigail Lopes. Ormai anziana, Abigail vive nella sua casa ricca di ricordi della sua esperienza di ricercatrice. Le due cineaste creano un sopralluogo soggettivo nello spazio intimo della Lopes, facendo emergere come l’incontro culturale con le popolazioni indigene abbia trasformato la dimensione psicologica della ricercatrice. Il film è un piccolo “viaggio”, al di là dello sguardo antropologico canonico, che esplora la disseminazione di tracce dell’universo culturale e psichico della ricercatrice brasiliana.

Samir dans la Poussière di Mohamed Ouzine, Cinema la Compagnia

Ieri pomeriggio è stato proiettato al Cinema la Compagnia Samir dans la Poussière di Mohamed Ouzine, giovane documentarista franco-algerino, presente in sala. Il documentario narra la storia di Samir, un giovane contrabbandiere che trasporta petrolio nella zona di confine fra Algeria e Marocco. Ouzine ritrae la vita di Samir, ne esplora i desideri, le angosce e le contraddizioni, tipiche del passaggio da una fase postadolescenziale all’età adulta. Il cineasta non usa un metodo socio-antropologico, ma crea un documentario che, attraverso l’immagine fotografica, disvela il paesaggio geografico e spirituale che circonda il protagonista. Scopriamo nel corso della narrazione che Ouzine è lo zio di Samir. Il film mostra il ritorno del cineasta alle sue origini. L’incontro con Samir permette infatti al regista di riscoprire l’identità culturale e spirituale del suo popolo. Samir dans la poussière mostra un paesaggio umano e spirituale, al di là dell’esotismo e dell’orientalismo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »