energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festival della Salute, dal 12 al 15 novembre non stop digitale Breaking news, Cultura

Firenze – Una riflessione approfondita sulla salute e sulle condizioni della sanità in Italia che quest’anno, causa covid, verrà tenuta in modalità dgitale: parte fra due giorni l’edizione numero tredici del Festival della Salute, che prevede 40  appuntamenti, 16 rubriche, 200 relatori da tutta Italia.

L’edizione 2020 sarà dedicata alla medicina e alla prevenzione sanitaria al tempo della pandemia e si svolgerà tramite piattaforme social e palinsesti Tv. Il Festival, che, quest’anno, per la prima volta, parte da Siena, fortissimamente voluto dalla Regione Toscana e dall’amministrazione comunale della Città del Palio, prevede, dunque, una formula organizzativa in linea con quanto indicato dai Dpcm governativi. Gli oltre 200 eventi in presenza sono stati così tradotti in una non stop televisiva, che proporrà tra il 12 e il 15 novembre prossimi 40 appuntamenti e 16 rubriche con oltre 200 relatori, provenienti da tutta Italia. L’organizzazione è dell’associazione culturale Eventi Diversi, mentre produzione e regia sono della Good Event di Bologna con il suo amministratore Paolo Amabile, ideatore del Festival fin dalla prima edizione, svoltasi a Viareggio nel 2008.

“Il Festival della salute è un momento importante di riflessione sulla sanità in generale e sulla salute dei cittadini in particolare, soprattutto in un periodo come questo, in cui tutti quanti insieme siamo impegnati a contrastare la pandemia e la diffusione del virus – dice l’assessore alla sanità Simone Bezzini – sarà un’occasione per una riflessione ad ampio raggio sull’importanza della rete ospedaliera, dei servizi territoriali, della prevenzione, dell’innovazione e della ricerca medico-scientifica per contrastare l’attuale emergenza sanitaria, ma anche in prospettiva futura post Covid. Ringrazio gli organizzatori del Festival – prosegue Bezzini – di questa opportunità di dibattito e di confronto, e del carattere innovativo di quest’ultima edizione, un patrimonio di esperienza da sfruttare in futuro per lo sviluppo di nuove piattaforme tecnologiche”.

La prima giornata (12/11) sarà dedicata ai vaccini: merita ricordare che Siena è diventata punto di riferimento anche a livello internazionale per la ricerca scientifica nell’ambito della lotta contro il Covid-19 grazie, in primis, alla Fondazione Toscana Life Sciences (Tls) e al suo team di ricercatori guidati dallo scienziato Rino Rappuoli, insignito della medaglia Pegaso d’oro di Regione Toscana. La seconda giornata (13/11) sarà incentrata sullo sport promosso da Mauro Berruto, ex Ct Italvolley, sull’intelligenza artificiale con un’intervista a padre Philip Larrey e sul concetto della salute ai tempi del Covid. L’appuntamento del 14 novembre sarà, invece, dedicato alle donazioni di sangue e a patologie come il Diabete. L’ultima giornata (15/11) proporrà, infine, approfondimenti e riflessioni sulla medicina di genere.

“Quello che stiamo vivendo a causa della pandemia ci ha spinto a essere più determinati, a fare di più e in modo diverso rispetto al passato, proponendo un programma molto ampio su varie tematiche, che possiamo sviluppare grazie all’apporto di numerosi professionisti della sanità e al sostegno delle istituzioni regionali e locali – aggiunge Mario Di Luca dell’organizzazione del Festival -. E’ un banco di prova importante anche sul piano dell’utilizzo delle nuove tecnologie”.

Il Festival sarà visibile non stop sulle frequenze 12 e 95 di Canale 3 in Toscana, sulla 118 di Lepida Tv in Emilia Romagna, sui canali youtube delle due emittenti e su www.festivaldellasalute.it e i social della manifestazione, dove sarà altresì possibile essere informati sugli aggiornamenti del programma.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »