energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festival delle colline 2013: Alle arti patrioti! Spettacoli

Alle armi, pardon, alle Arti! Se non un appello almeno un invito, che Festival delle Colline lancia per l’edizione 2013 (3-31 luglio) chiamando a raccolta una truppa di musicisti, performer, cineasti, attori. Diversissimi tra loro, ma con in comune un concetto di arte militante che diventa scelta di vita, vocazione e, miracolo, professione! Capitani coraggiosi fuori da ogni mainstream. Che interpretano il passato, rielaborano il presente o si inventano linguaggi inediti. E per questo ancor più coraggiosi. Particolari, come sempre, gli spazi che faranno da cornice nelle colline della provinca di Prato: chiese, dimore storiche, musei, biblioteche e parchi del comprensorio pratese – da Poggio a Caiano a Carmignano, da Montemurlo a Vaiano, da Vernio alla città di Prato – dove si avvicenderanno altre 9 serate, dopo la prima del 3 luglio, fino al 31 luglio. Questa settimana la seconda e terza serata del festival: dall’indie-rock a Bach. Oggi, mercoledì 10 luglio alla Corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini di Prato (ingresso 8 euro) appuntamento con il pianista Ramin Bahrami, tra i massimi interpreti del compositore tedesco, nell'ambito di Prato Estate 2013. Il suo “Viaggio in Italia” si snoda attraverso le meraviglie del Settecento musicale, in cui il venerato Johann Sebastian dialoga virtualmente con il coetaneo Domenico Scarlatti. Nell’ambito di Prato Estate 2013.  Giovedì 11 luglio a Villa Giamari di Montemurlo (ingresso 5 euro), con un sound che intreccia hip hop e jazz, ma anche funk, groove e soul, un combo di base a Shangai ma composto da musicisti provenienti da sette Paesi diversi (Francia, America, Cina, Olanda, Portogallo, Mauricius e Norvegia): l’hip hop multi-etnico dei The Word.

La direttrice artistica Silvia Bacci spiega così il motto del Festival "Alle arti patrioti!" (invece che Alle armi Patrioti): l'arte e la cultura sono le nostre armi migliori per vincere una guerra estenuante contro la perdita dei valori fondamentali della nostra esistenza, della nostra economia, dello sviluppo sostenibile del nostro Paese. Ci sono molti “guerriglieri” della cultura, della musica, delle arti che quotidianamente si impegnano a ricordarci tutto questo. Il Festival delle Colline in tempo di crisi non perde la propria identità, cercando, come sempre di offrire un cartellone di alta qualità musicale, il più possibile originale e con il desiderio di mettere in scena nuove, piccole, produzioni. Che sono: King Of The Opera – Ramin Bahrami – The Word – Rosaria Parretti e Peppe Voltarelli “Storia di un bene comune” – Ginevra Di Marco e le Mondine Di Novi – Donpasta “La parmigiana e la rivoluzione live”- Teho Teardo – C’era una volta l'Italia – Camillocromo – Collettivo Snellinberg/La Banda del Brasiliano

La trentaquattresima edizione del Festival delle Colline è organizzata da Comune di Poggio a Caiano e Regione Toscana in collaborazione con i Comuni di Prato, Carmignano, Montemurlo, Vaiano e Vernio. Con il contributo di Estra S.p.A Prato, Consiag, A.S.M S.p.A. Prato, Publiacqua. Mediapartner Pratosfera. Direzione artistica di Silvia Bacci per Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci. Il festival si è aperto il 3 luglio in una delle sue location più particolari, la Chiesa di Bonistallo a Poggio a Caiano, con King of the Opera, il nuovo progetto di Alberto Mariotti ex Samuel Katarro: ibrido dalle mille sfaccettature, tra blues-punk deforme, stralunate folk-ballad e digressioni psichedeliche.

Martedì 16 luglio, ancora alla Biblioteca Lazzerini di Prato (ingresso 5 euro), Festival delle Colline presenta la produzione originale “Storia di un bene comune” , spettacolo scaturito dalla penna di Rosaria Parretti e dall’estro musicale-teatrale di Peppe Voltarelli, per ricordarci la differenza tra bene culturale e Disneyland dell’arte. Nell’ambito di Prato Estate 2013.

“Canto la libertà” è invece lo spettacolo che vede per la prima volta insieme Ginevra Di Marco e il Coro delle Mondine di Novi, venerdì 19 luglio alla Villa Medicea di Poggio a Caiano (ingresso 8 euro): brani delle tradizioni toscana e emiliana, ma anche del resto d’Italia e del mondo, perché un po’ ovunque, prima o poi, ci si è dovuti confrontare con angherie e sopraffazioni.

Cucinare è un atto politico”. Parola di Donpasta, economista pugliese ma soprattutto cuoco poeta ed ecologista stralunato. Martedì 23 luglio (ingresso 8 euro) alla Villa Il Mulinaccio di Vaiano porta lo spettacolo-concerto “La parmigiana e la rivoluzione live”, in cui mischia profumi di cucina e riflessioni sul nostro vivere moderno: Nick Drake, Coltrane, Tom Waits e i Clash q.b.

Singolare anche il percorso di Teho Teardo, autore di alcune delle più particolari colonne sonore degli ultimi anni (“Il Divo”, “Diaz”, “La ragazza del lago”, “Gorbaciof”, “Denti”…). Dal rock underground degli esordi il suo stile si è evoluto verso un sound che intreccia elettronica e strumenti tradizionali. Mercoledì 24 luglio alla Rocca di Carmignano (ingresso 5 euro) presenta “Music, Film. Music”, insieme al violoncello di Martina Bertoni.

Sodalizio, quello tra cinema e musica, che ritroviamo in “C’era una volta l'Italia”, giovedì 25 luglio al Museo Soffici di Poggio a Caiano (ingresso 3 euro). Sul palco Fabrizio Checcacci e Cosimo Zannelli, due chitarre, due cantanti e un proiettore per viaggiare attraverso la storia.

Funambolica, onirica e scoppiettante la “Musica per ciarlatani, ballerine e tabarin” dei Camillocromo, domenica 28 luglio al Parco dell’Albereta di Vernio (ingresso gratuito), mentre a chiudere il Festival delle Colline, mercoledì 31 luglio al Centro Pecci di Prato (ingresso gratuito) sono il Collettivo Snellinberg e la Band del Brasiliano, a tre anni dal cult-movie ambientato nelle periferie pratesi: party dichiaratamente “poliziottesco” per festeggiare l’uscita dell’album “Vol. 1” e per ricordare l’attore e amico Carlo Monni. Nell’ambito di Prato Estate 2013.

Programma Festival delle Colline 2013 Up Patriots to Arts: altre nove serate

Mercoledì 10 luglio – ore 21.30 – ingresso 8 euro
Corte delle Sculture – Biblioteca Lazzerini – Prato
RAMIN BAHRAMI
(nell’ambito di Prato Estate 2013)

Giovedì 11 luglio – ore 21.30 – ingresso 5 euro
Villa Giamari – Montemurlo
THE WORD

Martedì 16 luglio – ore 21.30 – ingresso 5 euro
Corte delle Sculture – Biblioteca Lazzerini -Prato
STORIA DI UN BENE COMUNE
di Rosaria Parretti e Peppe Voltarelli
con Peppe Voltarelli
Produzione Festival delle Colline
(nell’ambito di Prato Estate 2013)

Venerdì 19 luglio – ore 21.30 – ingresso 8 euro
Villa Medicea di Poggio a Caiano
GINEVRA DI MARCO E LE MONDINE DI NOVI
Canto la Libertà

Martedì 23 luglio – ore 21,30 – ingresso 8 euro
Ninfeo, Villa Il Mulinaccio – Vaiano
LA PARMIGIANA E LA RIVOLUZIONE LIVE

Con Donpasta, Raffaele Casarano e Marco Bardoscia

Mercoledì 24 luglio – ore 21,30 – ingresso 5 euro
Rocca di Carmignano – Carmignano
TEHO TEARDO
Music, Film. Music

Giovedì 25 luglio – ore 21.30 – ingresso 3 euro
Cortile Museo Soffici – Poggio a Caiano
C’ERA UNA VOLTA L'ITALIA
Con Fabrizio Checcacci e Cosimo Zannelli

Domenica 28 luglio – ore 21.30 – ingresso gratuito
Parco dell’Albereta – Vernio
CAMILLOCROMO
Musica per ciarlatani, ballerine e tabarin

Mercoledì 31 luglio – ore 21.30 – ingresso gratuito
Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci – Prato
LA BAND DEL BRASILIANO/ COLLETTIVO SNELLINBERG
THE PARTY
Una festa dedicata a Carlo Monni
(nell’ambito di Prato Estate 2013)

Info e prenotazione biglietti
www.festivaldellecolline.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »