energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festival d’Europa 2015: 120 eventi in 40 luoghi, dal 6 al 10 maggio Cronaca

Firenze – Tra i temi dell’edizione 2015 del #FDE15, nuovi modelli di integrazione, il fenomeno migratorio, il futuro della scuola, la mobilità urbana e la sicurezza alimentare. Da non perdere la conferenza internazionale “The State of the Union” organizzata dall’Istituto universitario europeo, alla quale anche il primo ministro greco Alexis Tsipras ha confermato di partecipare, insieme al premier Matteo Renzi, l’alto rappresentante per la Politica estera Ue Federica Mogherini, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.  Inoltre “La Notte Blu” alle Murate che durerà ben 5 giorni e il ricco programma live sul palco in piazza Santa Maria Novella. Non mancheranno spettacoli, musica e concerti.

I nuovi modelli di integrazione e le nuove sfide del fenomeno migratorio; il futuro dell’ecosistema digitale nell’Europa di oggi; le trasformazioni della scuola e dell’università, i cambiamenti della mobilità urbana e la sicurezza alimentare: saranno questi alcuni dei temi trattati negli oltre 120 eventi della terza edizione del Festival d’Europa che si svolgerà a Firenze da martedì 6 a domenica 10 maggio. La manifestazione di rilievo internazionale è promossa dalle maggiori istituzioni europee, nazionali e regionali e nasce con l’obiettivo di incoraggiare e sostenere la partecipazione democratica dei cittadini dell’Unione Europea. La cerimonia d’inaugurazione si terrà martedì 6 maggio alle 17.30 in piazza Santa Maria Novella. In occasione della presentazione oggi, presso Villa Salviati, sede degli Archivi Storici dell’Unione Europea, gli organizzatori hanno osservato un minuto di silenzio in memoria degli studenti uccisi nell’Università di Garissa (Kenya).

Il focus di questa edizione sarà sul binomio Sviluppo e Cooperazione, e coinvolgerà 40 luoghi della città, da Palazzo Vecchio a Palazzo Medici Riccardi, dalle Murate a Villa Salviati, dalla Biblioteca delle Oblate al Polo universitario di Novoli. Nella cinque giorni convegni e seminari con ospiti internazionali si alterneranno a mostre, spettacoli, laboratori interattivi, concerti, installazioni d’arte oltre a flash mob, dimostrazioni di live cooking e di arte circense. www.festivaldeuropa.eu

Momento centrale nel programma del Festival sarà The State of the Union, la conferenza internazionale promossa dall’European University Institute che porterà i vertici dell’UE tra Palazzo Vecchio, Villa Salviati e la Badia Fiesolana. Nella quattro giorni – dal 6 al 9 maggio – si discuterà delle politiche economiche, sociali e culturali dell’Unione. Economisti, accademici e figure di primo piano del panorama internazionale discuteranno del ruolo dell’Europa nell’attuale scenario geopolitico e di una nuova Dichiarazione Schuman per il XXI secolo. Tra gli ospiti più attesi: il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l’alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Federica Mogherini, il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, il primo ministro greco Alexis Tsipras, il primo ministro portoghese Pedro Passos Coelho, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Unione Europea, Anthony Luzzatto Gardner. Interverranno anche Giorgio Napolitano, Romano Prodi e Giuliano Amato.

Con il Festival torna la Notte Blu, l’appuntamento dedicato alla nascita dell’Europa (9 maggio 1950), che si svolgerà dal 5 al 10 maggio, tra il complesso delle Murate e altri luoghi in città, con un cartellone di 50 eventi tra laboratori interattivi, esibizioni di arte circense, live cooking, piece teatrali, cinema, fotografia e concerti live. Due i fili conduttori della Notte Blu 2015: cooperazione e cibo. Grande importanza verrà data sia agli eventi legati al cibo e alla sicurezza alimentare, in virtù della concomitanza con Expo 2015, che ai dibattiti e laboratori legati alla cooperazione e interazione tra culture diverse per un futuro sostenibile, per celebrare il 2015 Anno europeo dello sviluppo come riconosciuto dall’Unione Europea. www.edfirenze.eu

Tra le novità del’edizione 2015 del Festival, il palco ‘live’ in piazza Santa Maria Novella dedicato al mondo della scuola che ospiterà, dal 6 al 9 maggio nella fascia oraria 10-23, le attività curate dall’Agenzia Nazionale Erasmus+Indire. Qui, il 7 maggio si festeggerà il decimo compleanno dei gemellaggi elettronici tra scuole (eTwinning) celebrato in contemporanea in tutta Europa e a Firenze con 500 palloncini lanciati in aria. Lo stesso giorno si alterneranno sul palco con le loro performance, le scuole di musica provenienti da diverse città della Toscana. Il 9 maggio ore 12 spazio al flashmob “L’Europa ti abbraccia”, in cui si diffonderanno i risultati della ricerca sull’impatto dei percorsi di mobilità internazionale nello sviluppo personale e professionale. L’evento si svolgerà in contemporanea nei 14 paesi partner del progetto MOB GAE www.mobgae.eu

Il Festival d’Europa 2015 vede coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni europee, nazionali e locali quali: il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’EUI, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Consiglio d’Europa, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Città Metropolitana di Firenze, l’Agenzia Erasmus+ Italia/INDIRE, l’Università degli Studi di Firenze. Il Festival è realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana.

Inoltre il Festival d’Europa by night con spettacoli, musica e concerti: ecco una selezione degli eventi serali
Info: sito ufficiale della manifestazione: http://stateoftheunion.eui.eu
Tutto il programma del Festival su: www.festivaldeuropa.eu  hashtag #FDE15.

Focus sul programma culturale

La cerimonia d’inaugurazione del Festival d’Europa 2015 si terrà mercoledì 6 maggio alle 17.30 in piazza Santa Maria Novella con i saluti istituzionali da parte delle autorità locali e dei soggetti promotori del Festival.
Seguirà l’esibizione degli sbandieratori degli Uffizi.
Tra gli argomenti in primo piano l’analisi del fenomeno migratorio, a cui sono dedicati: il seminario “L’approccio globale dell’Unione Europea alle politiche migratorie: dalla cooperazione allo sviluppo dell’accoglienza” (giovedì 7, ore 10-16.30, Villa Ruspoli).
Promosso da Università di Firenze Dipartimento di Scienze giuridiche – Laboratorio DIR.S.A. in collaborazione con ASGI, Concord Italia e Oxfam Italia, affronterà il tema dell’immigrazione e dell’asilo a partire dalle relazioni con i paesi di origine e transito dei migranti, sino alle politiche di integrazione. Tra gli appuntamenti, il convegno “European Migration Network: una rete multilivello per l’analisi del fenomeno migratorio” (venerdì 8, ore 10, Palazzo Medici Riccardi).

Trovano spazio al Festival anche le sfide che nascono dai nuovi fenomeni digitali, in particolare quelli che coinvolgono i più giovani. Questo sarà il tema della tavola rotonda “Tutela dei minori in Rete e Tv: sfide e pericoli dell’ecosistema digitale” (sabato 9, ore 10.30, Palagio di Parte Guelfa). Tra i relatori: Cosimo Ferri, sottosegretario Ministero della Giustizia; Silvia Costa, presidente commissione cultura, Parlamento europeo; Antonio Preto, commissario Agcom; Daniela Esposito Vezzoler, commissione europea – DG Connect; Raffaella Milano, Save the Children, responsabile progetti Italia-Europa. A moderare sarà il giornalista della TGR Rai, Dario Carella; l’evento è promosso da TIA Formazione internazionale con il patrocinio di AGCOM e la media partnership di Eurocomunicazione e Europinione.

Da non perdere l’appuntamento con “Nice to Meet Electra: city tour con scooter elettrici”, un viaggio green per le strade di Firenze (sabato 9, ore 10-18.30): si parte dalle Cascine per arrivare a Largo Annigoni dove, per tutta la giornata, è prevista un’esposizione di mezzi elettrici e un’area di test drive per quanti vorranno provare una mobilità alternativa. Si segnala anche il barcamp #nelnostrointeresse, proposto dall’Associazione ItaliaCamp per presentare i primi risultati e le prospettive future del piano per l’innovazione sociale, promosso da ItaliaCamp con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (sabato 9, ore 10-18, Palagio di Parte Guelfa).

Il 6 maggio alle ore 11 presso la St Mark English Church, terza tavola rotonda di aggiornamento a quattro anni dalla prima edizione del Festival, sulla libera circolazione dei beni culturali nell’Unione Europea. L’evento, al quale parteciperà, tra gli altri, la vice presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, è organizzato dall’Associazione via Maggio e Associazione Antiquari d’Italia. Sicurezza e qualità nel settore agroalimentare saranno al centro dell’evento in programma il 6 maggio realizzato grazie al contributo della Commissione Europea, attraverso la rete Enterprise Europe Network, di cui PromoFirenze è partner.

In programma una riflessione sul tema delle Città metropolitane europee con il convegno “Metronet. Un nuovo percorso per la governance delle città metropolitane europee” (giovedì 7, ore 9.30, Villa Schifanoia) al quale parteciperà anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella. Un’occasione di confronto tra amministratori, esperti e studiosi per raccogliere idee ed esempi innovativi. Tra gli eventi da non perdere l’appuntamento promosso da MCM – La Storia delle Cose, dedicato al ruolo di Firenze quale capitale culturale d’Europa, in occasione del 150esimo anniversario di Firenze Capitale (“Firenze, da Capitale d’Italia a Capitale d’Europa”, sabato 9, ore 14.30, Salone dei Duecento). Tra i relatori: Eugenio Giani, presidente Comitato Celebrazioni Firenze Capitale d’Italia, Cristina Acidini, storica dell’Arte e Rosa Maria Di Giorgi, senatore della Repubblica, Commissione Cultura.

Di una nuova idea di Europa si parlerà nel convegno “Le culture politiche per il rilancio di un’idea di Europa” (giovedì 7, ore 17, Fondazione Circolo Fratelli Rosselli) che coinvolgerà i rappresentanti di alcuni tra i più importanti istituti culturali italiani. Saranno presenti Valdo Spini (Presidente AICI, Associazione delle istituzioni di cultura italiane); Nicola Antonetti (Istituto Luigi Sturzo); Mario Lupo (Fondazione Einaudi); Tommaso Nencioni (Fondazione Circolo Rosselli); Elena Paciotti (Fondazione Lelio e Lisli Basso – ISSOCO); Silvio Pons (Fondazione Istituto Gramsci).

In programma mercoledì 6 maggio, ore 16, presso il Polo delle Scienze sociali, la lectio magistralis di Roberto Adam dal titolo: “L’azione dell’Unione Europea sulla scena internazionale: metodi, strumenti, competenze”. Adam, è stato fino al 2013 capo del Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri e oggi è docente presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »