energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Festival River to River: l’India con gli occhi di Pasolini Cinema

Firenze – “Appunti per un film sull’India” (Italia 1968), proiettato al cinema Odeon all’interno del Festival River to River, consente di vedere l’India con gli occhi di Pier Paolo Pasolini. Nel documentario Pasolini inserisce il tema narrativo per un film sull’India: la storia del Maharaja che offre il proprio corpo a dei tigrotti affamati e la storia della famiglia del Maharaja che deve rinunciare ai privilegi di casta, affrontando la carestia. Il film tiene insieme il poema e le immagini documentarie, mettendo in rilievo due temi fondamentali dell’universo indiano: la religione e la fame. Emblematico il dialogo con gli intellettuali indiani sul rapporto con l’occidente e l’industrializzazione. L’India, secondo gli intervistati, può avviare un processo di modernizzazione senza perdere la sua identità.

Pasolini mostra l’immensa povertà e le grandi contraddizioni sociali del paese, con il suo originalissimo stile che ha rivoluzionato i canoni del documentario: la camera va al di là dell’osservazione per testimoniare gli eventi e dare voce alle persone che il regista sta incontrando. “Appunti per un film sull’India” fa parte del progetto “Appunti per un poema sul Terzo Mondo”, che Pasolini elaborò per riscoprire la cultura delle civiltà del Terzo Mondo, schiacciate dal colonialismo. Dopo la proiezione del film sono intervenuti Giuseppe Cederna e Folco Terzani che hanno raccontato, ciascuno in modo differente ma entrambi in maniera coinvolgente, le loro esperienze culturali e spirituali legate all’India, riprendendo i temi proposti dal film di Pier Paolo Pasolini, la religione e la fame, per riflettere sul continente indiano contemporaneo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »