energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fiaccolata di solidarietà per il procuratore Gratteri Breaking news, Cronaca

Firenze – La lotta alle mafie è dell’oggi, e dalle tragedie degli anni passati, dall’eroismo dei suoi protagonisti e dalle vite delle persone innocenti che pagarono un prezzo enorme di sangue, arriva la forza e il coraggio di continuare. Così, in un filo ideale, stasera, notte del terribile anniversario della strge di mafia dell’Accademia dei Georgofili a Firenze, partirà, alle 21 dall’Arengario di Palazzo Vecchio , una fiaccolata di solidarietà per il procuratore Nicola Gratteri, da decenni sotto scorta, sempre nel mirino dell’attentato mortale giuratogli dalle ‘ndrine.  “Aderiamo con convinzione alla fiaccolata in programma stasera, giovedì 26 maggio, dalle 21,00 sull’arengario di palazzo Vecchio. Abbiamo già espresso vicinanza al procuratore Nicola Gratteri – spiegano i consiglieri del Movimento 5 Stelle Lorenzo Masi e Roberto De Blasi, che hanno organizzato l’iniziativa – vittima della gravissima minaccia dell’intenzione di consorterie di ‘ndrangheta di attentare alla vita di Nicola Gratteri. Non mancheremo mai di far venire meno il sostegno al procuratore della Repubblica di Catanzaro, per quello che ha fatto – sottolineano i consiglieri del Movimento 5 Stelle – e per quello che sta facendo, distinguendosi per il suo costante impegno nella lotta ad ogni forma di criminalità organizzata e in favore della legalità.
Avevamo presentato, ed il Consiglio comunale l’aveva approvata, la mozione con la quale si chiedeva il “conferimento della cittadinanza onoraria al magistrato Nicola Gratteri”.

Sono passati due anni, ma ancora la mozione non è stata attuata. “Per questo ci sentiamo costretti a presentare la proposta di delibera per il conferimento della cittadinanza onoraria a Nicola Gratteri che depositeremo oggi stesso, in questa data simbolica per Firenze. Un riconoscimento – sottolineano i consiglieri del Movimento 5 Stelle Lorenzo Masi e Roberto De Blasi – che entra nella logica di non lasciare soli i servitori dello Stato che svolgono con diligenza ed onore il proprio lavoro e ben si inserisce nelle attività del Comune di Firenze che è in prima linea nella lotta alla criminalità. Invitiamo l’amministrazione a procedere celermente per il conferimento della cittadinanza onoraria ed auspichiamo – concludono Masi e De Blasi – che la fiaccolata di questa sera sia molto partecipata e che sia un segnale chiaro, per tutti, da che parte è giusto stare ed oggi stesso depositeremo una proposta di delibera a sostegno della mozione approvata dal Consiglio 2020”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »