energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiera lavoro: cento aziende in cerca di 700 lavoratori Economia

Firenze – Alla Fortezza da Basso di Firenze, il 5 e 6 dicembre prima edizione di una fiera speciale, quella del lavoro. L‘obiettivo della Fiera, organizzata dall’assessorato al lavoro della Regione e dall’Agenzia regionale toscana per l’impiego (Arti) con il finanziamento del Fondo sociale europeo, è facilitare l’incontro tra chi un lavoro lo cerca e chi lo offre.

Oltre cento sono le aziende presenti, in cerca di 700 lavoratori per 270 diversi profili. Quasi in settemila hanno inviato la domanda on line per un colloquio: per farlo bastava registrarsi ad Idolweb, il portale online della Regione dedicato all’incrocio tra domanda e offerta.

Le candidature sono state scremate dai Centri regionali per l’impiego in collaborazione con l’agenzia Monsters ed oggi e domani molti dei candidati, giovani ma non solo, avranno un incontro con i rappresentanti delle imprese presenti alla Fortezza.

Chi non è stato chiamato o anche chi non ha partecipato alle selezioni può comunque intervenire, registrandosi sul portale www.fieratoscanalavoro.it, alle presentazioni di alcune aziende (e magari lasciare lì il proprio curriculum) oppure ai seminari – snelli, di quarantacinque minuti l’uno al massimo – che si succederanno nei due giorni.

La Fiera offre infatti anche momenti di orientamento per studenti e disoccupati  sulle qualifiche  più richieste,  sugli strumenti necessari per cercare lavoro e presentarsi nel modo migliore alle imprese.

In fiera giovani e meno giovani in cerca di lavoro potranno parlare con gli addetti dei Centri per l’impiego nello stand di Arti, l’agenzia della Regione tenuta a battesimo appena un anno fa. Per chi ha voglia di fare un’esperienza all’estero lo sportello giusto è Eures, dove consulenti del servizio europeo per l’occupazione illustreranno le opportunità di mobilità in Europa. Per lavoratori di aziende in crisi senza un contratto stabile e subordinato, in cerca di informazioni su servizi di orientamento e formazione, lo stand dove andare è invece Prometeo 4.0, progetto della Regione finanziato con risorse Fse. C’è anche una postazione interattiva dove poter realizzare un video curriculum.

Ma le occasioni e le possibilità di presentarsi alle imprese non finiscono con la Fiera e non riguardano solo Firenze. Già nei giorni scorsi e poi di nuovo nei prossimi ‘recruitment days’ sono stati organizzati in più province toscane, all’interno spesso dei centri per l’impiego.

L’11 dicembre sarà così la volta dell’Amiata: nel settore della pelletteria e dell’abbigliamento si cercano un addetto alla macchina da cucire, un addetto alla macchina scarnitrice, un addetto alla tinta e uno al montaggio del borsa. Stesso giorno, nell’area senese, per un secondo evento dedicato alla ricerca di camerieri ai piani e facchini con esperienza.

Il 12 dicembre tocca ad Orbetello  (receptionist, chef e commis) ma anche ad Arcidosso (un posto da ingegnere gestionale),  Monsummano (aziende del settore meccanico ricerca un perito tecnico) e di nuovo l’area senese (un posto da facchino ai piani con esperienza e uno da addetto di notte alla receptionist.

Il 13 dicembre altri colloqui si terranno a Grosseto (sviluppatori software), a Monsummano  (si cercano cinque operai o operaie di pelletteria con esperienza in cucitura e tinteggiatura) e Prato (4 operai addetti al confezionamento di cui la metà inseriti in categorie protette, un manutentore, un impiegato chimico formulatore per la realizzazione di prodotti cosmetici, un impiegato product manager).

I Centri per l’impiego toscani hanno finora dato risposta a oltre 22 mila imprese nel 2018 (dato in crescita rispetto alle 18mila imprese-clienti dell’anno precedente), e hanno intercettato altrettante offerte di lavoro. Tra chi inoltre ha avviato un percorso di politiche attive con la stipula del patto di servizio con i Centri per l’impiego toscani, oltre il 60 per cento ha ottenuto un’opportunità di inserimento nel mercato del lavoro nel corso dell’anno. L’obiettivo è comunque fare ancora meglio, avvicinando sempre più centri per l’impiego e imprese.

Le aziende
Tra le oltre cento imprese presenti alla Fiera ci sono realtà tra le più dinamiche del sistema produttivo toscano, aziende anche di livello nazionale ed internazionale, come Aruba, Celine, El.En, Ermanno Scervino, Gruppo Marchesini-Corima, Nuovo Pignone e Nuovo Pignone International, Pellicano Hotels, Prada, Seco, Thales Spa, Tenuta Castelfalfi, Villa San Michele, Visia Imaging e poi ancora Menarini, Aboca, Conad, Ely Lilly, Fabio Perini, il Gruppo Mauden e il Gruppo Marchesini, Gsk, Monster, Nomination, Sammontana, Savino del Bene, Sesa, Stefano Ricci, le Terme di Saturnia, Unicoop e molte altre. (lista completa: https://www.fieratoscanalavoro.it/imprese-partecipanti/)

Ci sono anche quattro aziende che arrivano da Dublino e cercano per l’Irlanda 14 ostetriche, due infermieri e poi ancora 10 camerieri di sala, 10 baristi, 10 cuochi e 10 cameriere ai piani. (info https://www.fieratoscanalavoro.it/lavora-allestero/)

I profili più ricercati, tra le imprese ospiti  sono sicuramente gli ingegneri informatici, meccanici e industriali e specialisti dell’Itc (come sistemisti, programmatori e sviluppatori software), specialisti della chimica-farmaceutica, addetti del sistema moda (sarti, addetti alla pelletteria, modellisti), lavoratori legati ai servizi turistici, alberghieri e della ristorazione (cuochi, camerieri, barman, receptionist) ma anche gli addetti della grande distribuzione.
Le offerte – qualche esempio

In provincia di Arezzo, Lucca, Massa Carrara Firenze e Pisa aziende informatiche e Ict cercano cercano sistemisti, sviluppatori software, programmatori, progettisti, ingegneri informatici e tecnici hardware per una trentina di posti.

Di nuovo in provincia di Firenze, ma anche a Grosseto, Pisa e Siena sono circa 250 i posti per addetti all’accoglienza, receptionist, addetti alla pulizia e riordino camere, governanti, facchini ai piani, addetti alla manutenzione delle strutture alberghiere, giardinieri, dietisti, estetiste, cuochi e aiuto cuochi, chef, baristi, camerieri, addetti alla pianificazione dei servizi di ristorazione e sommelier ricercati da aziende del settore alberghiero e della ristorazione.

Aziende del settore moda di Prato, Firenze, Arezzo, Siena e Pistoia cercano sarti addetti al controllo qualità, pellettieri, campionaristi, aggiuntatori, addetti al taglio, modellisti, finitori di minuterie metalliche, designer gioielli, assistenti alla vendita, addetti acquisti per un totale di circa 60 posti disponibili.

Aziende del settore chimica farmaceutica di Firenze, Siena e Massa Carrara cercano addetti alla produzione e alla qualità, tecnici di progettazione e validazione, campionaristi e tecnici di laboratorio, ingegneri ambientali, meccanici, delle automazioni per un totale di circa 35 posti disponibili.

Aziende del settore meccanico e altri comparti di Prato, Firenze, Arezzo, Grosseto cercano ingegneri meccanici e automazione industriale, tecnici di programmazione macchine a controllo numerico, progettisti e periti elettronici e meccanici, elettrici, addetti alla manutenzione e riparazione macchine e impianti industriali, tecnici apparecchi medicali, addetti uffici acquisti e commessi di vendita all’ingrosso per un totale di circa 50 posti disponibili.

Aziende del settore trasporti e logistica nelle province d Firenze, Livorno, Lucca, Massa Carrara cercano addetti alle spedizioni autisti, addetti alla logistica di magazzino per circa 20 posti disponibili

Aziende della grande distribuzione in varie province della Toscana cercano infine addetti box informazioni, commessi di vendita (termoidraulica, edilizia, vernici, illuminazione e elettricità, giardinaggio ecc.), addetti al rifornimento scaffali e magazzino, addetti controllo di gestione, addetti comunicazione, marketing, relazioni con estero ed addetti amministrativi per un totale di circa 30 posti disponibili.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »