energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiesole boccia il referendum sulla fusione con Firenze Dibattito politico

Fiesole – Il Consiglio Comunale di Fiesole ha respinto la delibera sul referendum “Fusione Fiesole Firenze” presentata dal Consigliere Marco Semplici del Gruppo Forza Italia. Hanno votato contrari i consiglieri del Gruppo di maggioranza “Cittadini per Fiesole”, mentre il Gruppo consiliare del PD si è astenuto.

“La Partecipazione è una delle parole d´ordine del nostro Programma amministrativo e il referendum consultivo può esserne uno strumento” – ha dichiarato Silvia Mantovani di Cittadini per Fiesole– “ma non esiste processo partecipativo senza una reale e completa informazione e senza un dibattito riguardo al tema sul quale siamo chiamati a esprimerci. Perché non dobbiamo dimenticare che l’obiettivo finale, non è quello di ottenere consenso su una decisione, ma quello di dare la possibilità ai cittadini di essere partecipi alla costruzione di una riforma così importante”. 

Il progetto di fusione dei Comuni della cintura fiorentina, che dovrebbe portare alla “Grande Firenze”, sembra nascere con l´ottima intenzione di semplificare e rendere più efficiente la macchina amministrativa, ma niente ancora si sa sulle fasi e sulle modalità attraverso le quali l´obiettivo potrà essere raggiunto e tanto meno sulle funzioni che si andranno a condividere e su quelle che resteranno invece di competenza degli attuali Comuni, trasformati in una sorta di municipalità. 

“Nella critica situazione finanziaria in cui versa il nostro Comune, – continua Mantovani – ci sembra inoltre doveroso verso i cittadini, valutare con cura il percorso più utile all’espressione democratica, che non ci pare ad oggi essere quello di un referendum su un quesito ancora privo di chiarezza e contenuti”. 

Quando queste informazioni saranno a disposizione di tutti i cittadini e tutti avranno in mano gli strumenti per una scelta ponderata e responsabile, l’Amministrazione metterà in moto un processo consultivo e partecipativo, condiviso da tutti i Gruppi Consiliari, con la consapevolezza che le decisioni di oggi ricadranno sulle generazioni future.

Foto: Silvia Mantovani

Print Friendly, PDF & Email

Translate »