energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Figline e Incisa: primo giorno di scuola con saluto del sindaco Notizie dalla toscana

Figline Valdarno (Firenze) – Primi giorni di scuola anche per i 2213 studenti del comune di Figline e Incisa Valdarno (di cui 499 nella scuola dell’infanzia, 1038 nella primaria e 676 nella secondaria di primo grado). A dar loro il benvenuto tra i banchi di scuola il sindaco Giulia Mugnai e l’assessore Mattia Chiosi che, questa mattina, hanno accolto gli ​​​​​alunni della scuola primaria “Petrarca” di Incisa, della scuola secondaria di primo grado “Leonardo Da Vinci” di Figline e delle primarie “Cavicchi” e “Del Puglia” di Figline. Ma nei prossimo mesi, così come avvenuto durante lo scorso anno scolastico, sindaca e assessore incontreranno, classe per classe, gli studenti di tutte le scuole del territorio comunale, per toccare con mano i loro bisogni, ascoltare i loro suggerimenti e quelli dei loro insegnanti ed educatori. Un modo per raccogliere contributi e proposte da parte di chi la scuola la vive tutti i giorni, in un’ottica di miglioramento dei servizi scolastici offerti dal Comune. Rientra tra questi il servizio mensa affidato a Ladisa spa, il nuovo gestore che sarà tenuto ad una maggiore variazione dei menu, utilizzando alimenti al 90% biologici e provenienti dalla filiera corta toscana, nell’ottica di abituare e stimolare i fruitori del servizio e le loro famiglie a seguire un corretto stile alimentare. Per educare gli alunni alla varietà culturale dei piatti, il gestore potrà confrontarsi con la Commissione mensa per varare un menu multiculturale, da alternare a quelli proposti abitualmente. La qualità del servizio di ristorazione – dalla tipologia di alimenti acquistati alla loro cottura e somministrazione – sarà garantita da un controllo diretto e continuo da parte di un dipendente comunale, che si dedicherà a tempo pieno a questa attività. Sarà, inoltre, possibile per le famiglie consultare gratuitamente un nutrizionista, che possa fornire indicazioni o consigli per le diete degli alunni. Tra i benefici della riorganizzazione del servizio anche una riduzione tariffaria, che riguarda tutte le fasce di reddito e che consente di risparmiare fino a 75 centesimi di euro a pasto. In generale, tutte le novità sui servizi scolastici (mensa, scuolabus e pre/post scuola) sono disponibili  sulla home-page del sito www.comunefiv.it.

L’esternalizzazione della mensa, inoltre, avrà delle ripercussioni positive anche sul trasporto scolastico, per il quale il Comune mette a disposizione 9 scuolabus (l’ultimo acquistato nel 2014). Sino allo scorso anno scolastico, infatti, gli autisti degli scuolabus (10 in tutto) venivano impiegati anche nella distribuzione dei pasti nei diversi plessi scolastici di Incisa. Per l’anno 2015/16, invece, si occuperanno esclusivamente del trasporto scolastico, permettendo così una maggior puntualità. Ulteriori servizi che l’Amministrazione continuerà a garantire alle famiglie sono quelli del pre-scuola e post-scuola, in modo da andare incontro alle esigenze dei genitori che lavorano. Proseguiranno, inoltre, i progetti formativi e i percorsi educativi condivisi con le scuole, finalizzati ad arginare la dispersione scolastica e a limitare il disagio giovanile.

Assieme ai servizi e ai progetti, proseguono i lavori sugli edifici scolastici di ogni ordine e grado. In particolare, tra giugno e agosto sono già stati impiegati 67mila euro in manutenzioni ordinarie e straordinarie, per garantire a studenti e personale scolastico un rientro migliore. Per lo stesso scopo, la facciata di tutte le scuole primarie di Figline e Incisa è stata abbellita con un messaggio dedicato ai bambini. Gli alunni della “Del Puglia”, per esempio, già dal primo giorno di scuola sono stati accolti da questa citazione di Gianni Rodari sulla parete d’ingresso: “I miei pensieri e i tuoi si sono stretti la mano. In due si pensa meglio e si va più lontano”.

Ammontano, invece, a 40mila euro i lavori di insonorizzazione effettuati sulle mense delle scuole primarie di via Piave e Cavicchi, mentre altri 40mila saranno impiegati per il rifacimento e la copertura della scuola primaria della Massa, per la quale è in corso una gara di assegnazione. Tutti lavori piccoli e grandi, che rappresentano la prosecuzione naturale del programma di manutenzioni che la Giunta Mugnai ha avviato fin dal suo insediamento.

“Dire che per noi la scuola è prioritaria vi sembrerà banale e retorico, ma è davvero così – commentano la sindaca Mugnai e l’assessore Chiosi -. In queste classi, e lo abbiamo testato l’anno scorso, ci sono idee molto lungimiranti, aspettative già definite, domande essenziali per le quali a volte è difficile trovare una risposta. La scuola è un bel posto da frequentare e a volte serve per restituire ordine alle priorità della nostra comunità”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »