energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Figline e Incisa, vandali del fontanello, danneggiati 4 in 7 giorni Breaking news, Notizie dalla toscana

Figline-Incisa – Scoppia l’odio contro i fontanelli a Figline e Incisa. Odio originle, alimentato da chissà quali motivi, ma sembra che qualcuno ce l’abbia proprio con i fontanelli, pacifici erogatori di acqua buona e pubblica ai cittadini: la scorsa settimana danneggiati dai vandali gli erogatori di piazza della Resistenza e dei Giardini Dalla Chiesa, in via Roma (entrambi chiusi martedì 13 e rimessi in funzione già da venerdì 16), negli ultimi due giorni gli stessi fontanelli sono stati nuovamente danneggiati, insieme a quello di piazza Don Minzoni a Matassino e di piazza Santa Lucia a Incisa.

Il bilancio di questa settimana, quindi, è di 4 fontanelli vandalizzati, che rimarranno fuori servizio per i prossimi giorni (al momento non è possibile definire i tempi di ripristino, a causa degli ingenti danni).

Attualmente, quindi, a Figline restano in funzione solo i dispositivi presenti in piazza Guido Rossa a San Biagio, in piazza Salvo D’Acquisto e allo Stecco; a Incisa solo quelli in località Burchio e La Massa.

A Figline e Incisa i fontanelli installati, tra il 2017 e il 2018, sono in tutto 9. Si tratta di erogatori di acqua potabile (naturale e frizzante) sottoposti a processi di filtrazione più spinti di quelli per l’acqua normalmente erogata. Analisi periodiche di laboratorio più frequenti garantiscono la sicurezza dell’acqua erogata, mentre un programma di manutenzione preventiva garantisce l’affidabilità dell’impianto di produzione e distribuzione. L’acqua naturale erogata è completamente gratuita, mentre la gassata può essere prelevata pagando 10 centesimi al litro (oppure 8 centesimi, se si dispone di una carta ricaricabile al momento acquistabile solo alla tabaccheria sul ponte del Matassino).
Grazie alla loro installazione, ogni anno, in media si evita l’acquisto di oltre 1 milione di bottiglie di plastica (e la conseguente produzione di oltre 52mila kg di plastica), si erogano circa 2 milioni di litri d’acqua e si risparmiano circa 63 euro a famiglia.

“I nostri fontanelli sono stati colpiti per la seconda volta in due settimane – commenta la Sindaca Mugnai -. Oltre al danno collettivo causato, sia in termini di interruzione di servizio che economico, questa volta i tempi di ripristino saranno più lunghi, perché i danni sono più ingenti. Nei prossimi giorni incontreremo la ditta Fridom, che gestisce i fontanelli vandalizzati e che colgo l’occasione di ringraziare, perché nei giorni di ferie, a ridosso di Ferragosto, aveva comunque garantito la ripartenza del servizio in tempi brevissimi. Insieme valuteremo come metterli in sicurezza, ma intanto rinnovo a tutti i cittadini l’appello al rispetto, alla tutela e alla salvaguardia dei beni di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »