energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Filca-Cisl, l’edilizia fiorentina perde 7mila lavoratori Economia

Firenze – Cassa edile fiorentina, periodo dal 2009 ai giorni nostri, scompare il 41% dei lavoratori. Circa settemila posti che non ci sono più, settemila famiglie che non hanno più quella che spesso è la principale, se non l’unica, entrata per far quadrare il bilancio. O perché si possa parlare, di bilancio.

E’ la Filca-Cisl a proporre i dati. E anche una ricetta destinata a far discutere: infatti l’organizzazione sindacale, per voce o meglio per nota di Ottavio De Luca, segretario generale della Ficla-Cisl regionale auspica l’avviamento, al più breve tempo possibile, dei cantieri della Tav a Firenze.

“I lavori – dice – consentirebbero all’edilizia di tirare un sospiro di sollievo, dopo lo stillicidio di posti di lavoro persi degli ultimi anni”.

La Tav, ha detto De Luca, “è certamente una delle opere più importanti in progetto nella regione. Dopo aver assicurato che tutti i lavori si svolgano all’insegna della legalità, è necessario avviare i cantieri per assicurare un’opera di fondamentale importanza per l’economia della regione e per la dotazione infrastrutturale non solo regionale, ma dell’intera nazione”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »