energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Filcams Cgil, senza stipendio i lavoratori positivi senza certificato medico Breaking news, Cronaca

Firenze – Lavoratori positivi ai test seriologici Covid19 corrono il rischio di rimanere senza retribuzione. E il motivo è quello già denunciato dalla Filcams Cgil:  alcuni medici non rilasciano loro il certificato medico, che giustifichi l’assenza da lavoro. Un problema importante, che riguarda in buona sostanza il lavoro privato.
“Assistiamo da giorni, nella grande distribuzione alimentare ed in altri settori, a qualcosa di inaudito, che intendiamo denunciare: alcuni medici di medicina generale, a fronte di esito positivo al test sierologico per un lavoratore, si rifiutano di emettere certificato medico al lavoratore stesso – si legge nella nota –  Nel dettaglio, la situazione è questa: si tratta di lavoratrici e lavoratori che, in ottemperanza alle ordinanze della Regione Toscana, si sottopongono al test e laddove questo risulti positivo vengono messi in isolamento fiduciario in attesa di tampone, ma senza certificato medico che giustifichi l’assenza da lavoro, e quindi non sono retribuiti”.
Chiarimenti ai medici vengono richieste dal sindacato, il quale sottolinea che si tratta di un comportamento che penalizza economicamente i lavoratori, e per il quale non si comprende “quale è la ragione per cui non vengono emessi certificati medici; ci chiariscano i medici di medicina generale se condividono l’importanza dello strumento del test sierologico; ci spieghino se sanno che tale comportamento lascia nel limbo lavoratrici e lavoratori senza retribuzione; ci dicano se comprendono che questo comportamento altro non produrrà se non disincentivo a sottoporsi ai test. Chiariscano nelle sedi politiche e scientifiche quale ragione li muove senza scaricare su lavoratrici e lavoratori, nonché sulla comunità tutta, le pecche della burocrazia. Prevalga l’interesse per la salute dei singoli e della collettività”.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »