energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina a valanga sul Frosinone, di nuovo in testa Sport

Firenze – Valanga viola. La Fiorentina annulla la matricola Frosinone e riprendendosi la prima posizione insieme all’Inter. E lo fa vincendo per 4-1 in una partita dominata dal primo minuto senza mai rischiare nulla giocando da grande squadra dando la sensazione di essere davvero matura per puntare a rimanere lassù a lungo. E per quanto gli avversari fossero poca cosa, i viola hanno dimostrato di avere la giusta mentalità in una partita rischiosa proprio per la differenza qualitativa tra le due squadre.

Sousa però aveva avvertito tutti “ci vuole concentrazione” e così è stato: dal fischio d’inizio Fiorentina riversata nella metà campo avversaria, possesso palla e pressione continua con un Rebic in palla e Mario Suarez finalmente ai suoi livelli. La partita finisce in 7 minuti: prima Rebic segna sbagliando un cross, sorridendo per il gollonzo. Poi Rodriguez si veste da fenomeno e di tacco conclude su cross di Mati Fernandez e poi Babacar che su rigore fa il “cucchiaio” peri 3-0.

Frosinone stordito e al 43esimo ennesimo errore di Diakhate che regala palla a Suarez, dribbling e palla in rete. Partita chiusa nel primo tempo. La seconda frazione è accademia viola con l’ingresso di Rossi, Verdù e dell’esordiente Lezzerini, giovane portierone viola che pecca un po’ di emozione sul gol della bandiera frosinate. Franchi in estasi per una squadra che fa davvero sognare i tifosi, ipressionando per convinzione nei propri mezzi e per la capacità di Sousa di schierare “riserve” che si presentano sempre all’altezza dei cosidetti titolari. Emblematico Rebic che oggi ha sostituito Kuba, giocando una partita straordinaria per intensità ed impegno risultando senza dubbio il migliore in campo.

Sousa ovviamente soddisfatto: “Faccio i complimenti ai miei ragazzi per essere tornati in vetta alla classifica. Cercano tutti di raggiungere la vittoria in ogni gara. Mi piace la loro mentalità. Noi vogliamo competere con tutti, con ambizioni e senza limiti Abbiamo avuto un buon controllo del gioco. Lezzerini ha avuto molta personalità, sapeva quello che doveva fare, ha comunicato molto con la difesa. Il nostro principio è dominare il gioco. Dobbiamo mantenere il possesso palla per avere il pieno controllo delle due fasi. Abbiamo giocatori di qualità e continuiamo a lavorare su questo aspetto”.

E la parola scudetto non spaventa l’allenatore lusitano:” Ho sempre detto che possiamo lottare con chiunque, che siamo molto competitivi. Il nostro Scudetto è questo: competere con tutti e cercare di dominare ogni partita”. Felice anche Rodriguez, primo gol quest’anno in campionato:” E’ sempre bello vederci lassù in classifica. Dobbiamo continuare così, con umiltà e determinazione.

Contro Napoli e Roma abbiamo fatto due grandi partite, ma abbiamo perso. Per fortuna oggi e a Verona il risultato è tornato quello che volevamo. La vittoria con l’Inter ci ha dato fiducia. Vogliamo vincere ogni partita come se fosse l’ultima”. E finalmente sembra essere tornato Suarez, l’acquisto più importante della sessione di mercato estiva che fin’ora ha deluso, che risponde anche alle voci di mercato che lo vogliono partente a gennaio:”Devo migliorare il mio italiano. La mia partita? E’ difficile per tutti i giocatori giocare bene scendendo in campo una partita al mese, senza continuità.

Ogni giocatore vuole giocare con continuità. Oggi il mister mi ha scelto e sono contento sia per me che per la squadra. Lezzerini? E’ un bravo ragazzo, è molto amico mio e sono molto felice per lui perché si merita questa opportunità. io ceduto a gennaio? Io sono grato alla società, ai fratelli Della Valle e a Pradè, così come ai tifosi che hanno fiducia in me. Io rimarrò qua, sono felice di stare alla Fiorentina”.

Adesso testa al Lech Poznan, partita da vincere a tutti i costi per continuare il percorso in Uefa. Perchè questa Fiorentina vuole vincere sempre.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »