energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina beffata a Catania, Castro punisce i viola nel finale Sport

Sconfitta pesante e dura da digerire per la Fiorentina battuta 2-1 dal Catania. Continua il periodo nero per la squadra di Montella che sfodera un'altra buona prestazione ma torna di nuovo a casa a mani vuote.
Bella partita allo stadio "Massimino" ma risultato estremamente bugiardo. Anche il pari andava stretto ai viola, superiori sul piano del gioco, e nel numero di occasioni da gol, sia nel primo che nel secondo tempo.
Ancora una volta la scarsa precisione in fase di finalizzazione, oltre all'espulsione di Aquilani che ha pesantemente condizionato il finale di gara, costa caro alla truppa di Montella che incappa nella terza sconfitta delle ultime quattro partite.

Le formazioni. Montella conferma Migliaccio schierato da interno destro, con Borja Valero nel ruolo di regista al posto di Pizarro. In attacco torna Ljajic al fianco di Jovetic. Nel Catania Maran lascia in panchina Salifu e si affida al tridente Barrientos, Gomez, Castro.

Primo tempo. Partenza aggressiva del Catania che nei primi 5’ crea due insidie alla retroguardia viola. La furia dei padroni di casa si esaurisce però in fretta e la Fiorentina può trovare le giuste misure senza troppe pressioni. Valero detta ordine e buone geometrie e la manovra viola comincia a mettere in difficoltà i catanesi. Il lungo possesso palla porta ai suoi frutti e al primo tiro in porta la Fiorentina passa in vantaggio. Minuto 21’, cross teso dalla destra di Pasqual e colpo di testa di Migliaccio che, lasciato colpevolmente solo, segna il suo primo gol in campionato.
Il Catania non reagisce con prontezza, serve un brutto errore di Rodriguez a svegliare Gomez e compagni. Al 30’ il centrale perde un brutto pallone al limite d’area, ne approfitta Castro che viene però chiuso dall’intervento provvidenziale di Savic.

Secondo tempo. Il Catania, come a inizio partita, riparte con il piede giusto e al primo affondo acciuffa il pari. Punizione dalla tre quarti e rete di testa di Legrottaglie che buca Neto uscito a vuoto. Nell’occasione errore anche di Savic che si è perso il difensore catanese.
La reazione della Fiorentina è comunque immediata e già al 6’ i viola sfiorano il nuovo vantaggio. Gol divorato da Cuadrado che in tuffo di testa centra una clamorosa traversa su ottimo cross di Pasqual. Il momento è favorevole alla formazione di Montella e 120 secondi più tardi arriva una doppia palla gol. Punizione di Ljajic che si stampa sulla traversa, Aquilani raccoglie la ribattuta e di controbalzo calcia di poco a lato. Fiorentina sfortunata.
I viola aumentano la pressione, ma rischiano sempre qualcosa sulle ripartenze dei siciliani pericolosi al 14’ con Barrientos che da fuori area sfodera un violento sinistro fuori di poco alla destra di Neto.
La partita cresce di ritmo e al 20’ la Fiorentina torna dalle parti di Andujar con Cuadrado che di destro mette alla prova i riflessi del portiere avversario. Pochi minuti più tardi azione simile dalla parte opposta con Castro che chiama alla respinta in angolo Neto.
Le azioni pericolose si susseguono e alla mezz’ora Cuadrado ha un’altra grande palla gol. Jovetic al limite salta un uomo e serve un assist d’oro per il colombiano che da posizione leggermente defilata sulla destra non riesce a tenere il pallone basso e spara sopra la traversa.
La Fiorentina spinge alla ricerca della vittoria ma al 33’ la partita prende una svolta. Aquilani si becca il rosso diretto per proteste e lascia la squadra in 10. Nonostante l’inferiorità numerica i viola non rinunciano ad attaccare e al 37’ Jovetic va vicino al gol con un gran destro dai 25 metri.
La partita sembra scivolare verso l’1-1 finale ma al 43’, proprio in contropiede, il Catania trova lo spunto decisivo. Cross dalla destra di Barrientos e colpi di testa vincente di Castro che sovrasta Roncaglia e trafigge Neto.
Una vera beffa per i viola che nei minuti di recupero tentano comunque il tutto per tutto, e sfiorano il 2-2 con l’incursione di Jovetic che salta due uomini ma non trova lo specchio della porta.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »