energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina butta via l’ennesima partita (0-1) con il Verona Sport

Firenze – La Fiorentina al Franchi perde 1-0 contro l’Hellas Verona ed abbandona i sogni Champions. Decisivo, nel finale, il gol di Obbadi che beffa la viola. Diamanti invece sbaglia su rigore parato da un grande Rafael che ipnotizza l’attaccante viola dal dischetto. Non è stato un match delle grandi emozioni o di quelle vittorie a cui ci aveva abituato la viola contro il Verona, tutti risultati utili nelle scorse gare ma oggi non è stato cosi. Doveva essere la serata per tornare al 5° posto in piena zona Coppe ed invece per Montella è il secondo stop consecutivo, mentre Mandorlini ora vede la salvezza vicina.Verona che ha avuto il merito di tenere su il muro difensivo e di saper aspettare l’ultimo minuto per colpire con i due nuovi entrati che riescono a costruire l’azione da tre punti.

Ampio turnover per la squadra gigliata che in avanti punta tutto su Alberto Giardino e con sorprese come Rosi e Lazzari dal 1′. La sensazione e non solo quella è che Montella abbia esagerato. In campo non la Fiorentina-bis, ma quella delle riserve. Giusto appunto dentro Rosi, Lazzari, che non entrava in campo da 1072 giorni, e Gilardino. Mentre Tomovic viene fatto scalare al centro. A discapito di una panchina d’oro con seduti comodamente i big viola: Gomez, Salah, Babacar, proprio lui eroe di Kiev. Sicuramente una scelta quella da parte dell’allenatore funzionale al ritorno di coppa contro la Dinamo, ma non per questa serata. Per la squadra di Mandorlini in campo un ex di lusso, Luca Toni, omaggiato dalla Fiesole con un caloroso applauso. Lucagol assistito da Jankovic e Gomez, e da un centrocampo muscolare come quello messo insieme da Sala, Tachtsidis e Greco.

 Se si esclude il tentativo che apre la partita, un colpo di testa di Jankovic al 4’, è un primo tempo a tutta Fiorentina con molteplici tentativi di conclusione dai protagonisti quali Diamanti, Ilicic, Gilardino, Lazzari.

La Prima occasione da gol è all’11’ del primo tempo con Diamanti che viene servito a pochi metri dall’area del Verona dove calcia di sinitro, ma Rafael pronto mette in angolo. Pochi minuti e al 29′ si presenta un’altra bella occasione su un cross di Lazzari per Gilardino che cerca di impegnare Rafael, ma mette nuovamente in angolo.  Per i primi 45 minuti in campo una Fiorentina migliore, rispetto agli sfidanti scaligeri, che è riuscita a condurre il gioco per una buona parte della gara. Poche emozioni e addirittura nessun tiro in porta invece per il Verona. Lazzari a sorpresa risulta il migliore del centrocampo gigliato ed una buona prestazione anche per Ilicic e Diamanti che hanno cercato di impegnare Rafael a più riprese.

Nel secondo tempo arriva il primo cambio per la Fiorentina al 9′ della ripresa quando Montella decide di far scendere in campo Babacar al posto di Josip Ilicic. Ma la partita del giovane attaccante senegalese ha vita breve: Babacar si fa male al ginocchio dopo appena 180″ dal suo ingresso in campo e Montella è costretto a rimandarlo in panchina, anzi il giocatore lascia lo stadio in direzione ospedale. Poco dopo si saprà che a seguito dello scontro di gioco il calciatore ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro e che nella giornata di domani saranno eseguiti gli accertamenti del caso per valutare l’entità della lesione. Al suo posto fa il suo ingresso Salah. Anche per Milan Badelj pero’ci sono problemi: ha riportato un trauma contusivo al setto nasale causato dallo scontro con un giocatore del Verona.

Al 20′ un errore di Alessandro Diamanti, che condizionerà tutta la partita. Alino si fa parare da Rafael un calcio di rigore, penalty che era stato conquistato da Gilardino steso in area da Rafael. Proprio il portiere brasiliano del Verona, protagonista della gara, ha parlato ai microfoni di Sky al termine della sfida raccontando come avesse studiato i rigoristi viola negli ultimi giorni. Chapeau. Quarto rigore su quattro sbagliato concesso alla Fiorentina in campionato (altri errori di Gonzalo, Babacar e Gomez).

Il Verona passa inaspettatamente in vantaggio all’89’ con un tiro di Lazaros su contropiede dell’Hellas, Neto cerca di respingere sui piedi di Obbadi che pero’ solo davanti al portiere brasiliano mette in rete per il vantaggio gialloblu.  Alla conclusione del match rimangono solo i fischi da parte dei 27.000 dello stadio Franchi a cui la prestazione viola non è piaciuta per niente. Fiorentina sconfitta clamorosamente contro una squadra che non aveva nulla da chiedere al campionato e che fino al momento del gol aveva fatto appena un tiro in porta. Un segnale preoccupante in vista della sfida di Europa League con la Dinamo Kiev. Andrea Della Valle a pochi minuti dal fischio finale ha lasciato l’Artemio Franchi evitando il gol-beffa nel finale, tanta la seccatura del patron, che dopo le molte occasioni sprecate ha abbandonato lo stadio.

 

Formazioni:

Fiorentina: Neto, Rosi, Tomovic, Basanta, Pasqual, Badelj, Aquilani, Lazzari, Ilicic, Diamanti, Gilardino All. Montella (Tatarusanu, Gonzalo, Vargas, Mati Fernandez, Savic, Kurtic, Joaquin, Alonso, Babacar, Salah)

Verona: Rafael, Pisano, Marquez, Jankovic, Moras, Greco, Gomez, Sala, Agostini, Tachtsidis, Toni. All. Mandorlini (Benussi, Rodriguez, Soensen, Saviola, Obbadi, Lazaros, Marques, Valoti, Brivio, Campanharo, Fernandinho, Martic)

 

 

 

Foto: www.fiorentina.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »