energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina chiude l’anno in bellezza, Chievo battuto 2-0 Sport

Firenze – La Fiorentina chiude in bellezza un 2015 pieno di soddisfazioni battendo il Chievo per 2-0 in una gara decisa dai soliti Kalinic e Ilicic. Secondo posto a pari merito col Napoli, vittorioso a Bergamo, e ancora conferme sulla solidità del progetto tattico di Sousa che ha schierato la miglior formazione possibile lasciando in panchina Rossi, dato da molti come possibile titolare e nemmeno entrato a gara in corso.

Un segnale chiaro da parte del tecnico lusitano, deciso a contare solo sui giocatori più in forma. E la Fiorentina di oggi è tornata a somigliare a quella vista ad inizio campionato, pressando alto e giocando un calcio propositivo e dinamico, aiutata sul primo gol da un errore evidente del portiere clivense Bizzarri. E la fortuna ha aiutato i viola anche sul 2-0  arrivato con un gran sinistro di Ilicic deviato da Gamberini.

Adesso il meritato riposo per ricaricare le batterie fisiche e mentali e tornare a gennaio contro il Palermo con le energie giuste per proseguire la corsa alla prima posizione. A fine gara ha parlato anche il presidente Della Valle soddisfatto per questa prima parte di campionato: “La Fiorentina è sempre obbligata a puntare all’Europa, che sia la Champions o l’Europa League. Intanto godiamoci questo momento, siamo secondi e stiamo portando avanti un progetto ambizioso. La classifica di Serie A è meravigliosa: ce la giochiamo con squadre che vantano un fatturato di gran lunga maggiore del nostro. Ci toglieremo delle belle soddisfazioni quest’anno. Dopo il ko in coppa italia abbiamo passato una settimana triste, la squadra è un po’ stanca, ma oggi avevo chiesto un sacrificio ai ragazzi, l’ultimo prima di Natale, e la loro prova mi ha reso orgoglioso. Sousa ha dato qualcosa in più rispetto all’anno scorso, è davvero  un ottimo allenatore. Lo seguivamo già da prima di Montella. Lo osservavamo da tempo e, dopo averlo incontrato di persona, abbiamo capito che era la persona migliore per noi. L’ho scelto io insieme ai miei collaboratori: è una delle mie scommesse e direi che si tratta di una scommessa vinta. Ha qualcosa di speciale rispetto agli altri allenatori che abbiamo avuto, con lui vogliamo aprire un lungo ciclo. Vogliamo aprile un ciclo lungo assieme a lui”.

Infine una battuta inmancabile sul mercato di genaio:”Ho scherzato sui regali durante la festa natalizia. Qualche aggiustamento sicuramente ci sarà, ma quello di gennaio è un mercato parecchio pericoloso. Si rischia di prendere delle “sole” e dovremo stare attenti. Comunque stiamo lavorando per regalare alla Fiorentina un paio di innesti importanti che possano farci competere ancora ad altri livelli”. Anche Bernardeschi è radioso a fine gara:”Siamo da otto in pagella. La gara di Coppa Italia è stata un brutto infortunio. Oggi dovevamo riscattarci e ci siamo riusciti, ottenendo una vittoria davanti ai nostri tifosi primi delle vacanze. Siamo stati bravi a segnare due gol nel primo tempo per poi gestire nella ripresa. Io mi sento bene e sto giocando dando sempre il 100%.

La Nazionale? Fa piacere sapere che sono seguito, ma per ora penso a fare bene coi viola e l’Under 21. L’Europeo 2016? Sarebbe un sogno giocarlo, ma la strada è ancora lunghissima”. Sousa è felice della reazione dei suoi dopo la figuracca in Coppa Italia, sottolineando il carattere della sua squadra:”Sono contento per le parole del presidente e per il nostro momento, perché significa che stiamo lavorando bene. Abbiamo fatto trasparire la fiducia e la passione, il nostro gioco ha qualità e allora le esigenze si alzano. Ecco perché un pareggio o una sconfitta non ci accontentano. Sono felice per i ragazzi. Abbiamo i nostri limiti e lo sappiamo, ma queste vittorie ci danno la possibilità di essere dove siamo. Ora tutti noi dobbiamo dare qualcosa in più per mantenere questa consistenza. Riposeremo bene la testa durante questa sosta”. E su cosa si aspetta dal mercato il tecnico viola è chiaro:” Per mantenere questa qualità e questa consistenza tutti, anche la società, dobbiamo dare qualcosa in più”.

E con una squadra completa in ogni reparto, Firenze può continuare a sognar in grande.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »