energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fiorentina: è pareggio a Udine con il brivido (2-2) Sport

Firenze – Udinese – Fiorentina è spettacolo in campo fino all’ultimo minuto: finisce 2-2. Ai viola non basta la doppietta del tedesco perché i friulani sfiorano la vittoria fino all’ultimo. La Fiorentina tiene la partita in pugno sperando il sorpasso sul Napoli, ma invece arriva lo stop dopo il 2-1 sul Milan. Il Friuli resta un tabù perché la vittoria in trasferta per la squadra gigliata in campionato da queste parti manca infatti dal 2009. La Fiorentina era reduce dal successo contro la Roma per 3-0 in Europa League, mentre l’Udinese di Stramaccioni, aveva pareggiato 0-0 contro l’Atalanta. I bianconeri volevano consolidare un posto per la salvezza, i viola cercare di inseguire un posto in Champions, ma di fatto un solo punto è arrivato per ambedue. La squadra di Stramaccioni confida nei suoi 32 punti, frutto di 8 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte. La Fiorentina viaggia invece con 46 punti, 6a in classifica, con 12 vittorie, 10 pareggi, e 6 sconfitte.

Montella disegna un 3-5-2 con Gomez che torna titolare dopo quasi 20 giorni di assenza dopo l’infortunio alla caviglia, con Ilicic a supportarlo. Salah parte invece dalla panchina. Stramaccioni mette in campo un 3-5-1-1, con Di Natale solo davanti e il compito poi di gestire le ripartenze bianconere è affidato a Kone e Guilherme. Dopo una decina di minuti in cui ambedue le squadre fanno un ampio possesso palla, al 15′ del primo tempo l’Udinese si porta in vantaggio grazie al giovane difensore ex Granada  Wague, su angolo battuto da Di Natale e torre di Danilo al limite dell’area, Wague mette dentro colpendo di sorpresa Neto, firmando il secondo gol in A dopo quello al Torino di due settimane fa.

Al 33′ Widmer straccia Badelj mettendo un pallone in mezzo che solo grazie all’intervento di Gonzalo Rodriguez viene spazzato via. Poco dopo occasione per la Fiorentina con Mario Gomez che riceve un pallone in area ma si gira male lasciandosi sfuggire un pallone davvero buono. Il primo squillo per i viola arriva al 41’ con Basanta che calcia a lato. Ma ci prova ancora la squadra di Montella con Borja Valero: il tiro però finisce fuori, mentre nel finale uno spento Mario Gomez è colto in fuorigioco prima di servire l’assist del possibile pareggio. Gli uomini di Montella perdono palla molto spesso, un Borja Valero spento e a corto di idee innesca troppi passaggi per vie orizzontali e Joaquin non è quello visto con il Milan.

Le squadre tornano in campo per il secondo tempo, subito un giallo pesante per la Fiorentina, ammonito Josip Ilicic per un fallo a centrocampo su Allan. Lo sloveno era diffidato e pertanto sarà costretto a saltare la sfida della squadra viola contro la Sampdoria. Il pareggio della Fiorentina però non si fa tardare. Al 5′, punizione di Ilicic dalla destra, testa di Gomez in area e rete per il pari viola. In due minuti di gioco ancora emozioni, la Fiorentina passa in vantaggio con un Mario Gomez scatenato. Badelj, protagonista di una super partita, ruba un pallone preziosissimo a centrocampo e lo dà ad Ilicic che serve il secondo assist per Gomez al limite dell’area che batte Karnezis. Il tedesco torna alla rete dopo quasi un mese, quando segnò nella serata magica contro il Tottenham e reduce anche dalla vittoria all’Olimpico di Roma di Coppa Italia.

Ora Gomez si porta a 9 reti, superando ormai l’ex capocannoniere Babacar a quota 8. Al ‘60 primo cambio per la Fiorentina: esce Borja Valero ed entra Mati Fernandez, molto più ispirato in questa serata del centrocampista spagnolo. Arriva il pareggio dell’Udinese al ’62 con Kone che sfrutta un errore clamoroso della difesa viola ( Tomovic e Neto colpevoli) e mette in rete sul secondo palo. Grande giocata di Di Natale che in rovesciata ha servito il greco dall’altra parte dell’area.

Montella prova il tutto e per tutto per trovare nuovamente il vantaggio, cambia modulo con un 4-3-3 e inserisce Mohamed Salah per Ilicic al 69‘, poco dopo all’84’ ultimo cambio viola: dentro Gilardino, fuori Joaquin. Un miracolo di Neto – saracinesca non concede a Geijo il sorpasso bianconero, il giocatore si presenta a tu per tu con il portiere viola che col braccio destro alza il pallone evitando il gol friulano. Emozioni al cardiopalma sul finale di partita al 93′ con un siluro di Mati Fernandez e Karnezis che mette in angolo. Finisce 2-2 al Friuli, adesso spazio ad un momento di pausa per le Nazionali, (anche se 7 viola saranno chiamati a rispondere ai propri ct) ricaricare le pile per presentarsi pronti per il nuovo tour de force di aprile.

 

Queste le formazioni ufficiali di Udinese-Fiorentina

Udinese (3-5-1-1): Karnezis, Wague, Danilo, Piris, Widmer, Allan, Guilherme, Pinzi, G.Silva, Kone, DI Natale. A disp:  Scuffet, Meret, Pasquale, Bubnjic, Bruno Fernandes, Hallberg, Perica, Zapata, Thereau, Geijo, Aguirre.

Fiorentina: (3-5-1-1): Neto, Tomovic, Rodriguez, Basanta, Joaquin, Kurtic, Badelj, Borja Valero, Pasqual, Ilicic, Mario Gomez. A disp: Rosati, Micah Richards, Marcos Alonso, Rosi, Vargas, Pizarro, Aquilani, Mati Fernandez, Diamanti, GIlardino, Babacar, Salah

 

Foto: www.fiorentina.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »