energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Europa League: Fiorentina forte e fortunata vince e conquista i sedicesimi Sport

Firenze – Serviva un punto per garantirsi il primato nel girone ed avere un sorteggio più agevole per i 16° di finale. La Fiorentina questa sera è scesa in campo contro il Guingamp nella penultima gara della fase a gironi dell’Europa League alla ricerca del 1° posto nel gruppo K, dopo l’1-1 di tre settimane fa col il Paok, il risultato  di 2 a 1 di questa sera garantisce a Montella il matematico passaggio del turno.

Per Montella è la seconda di tre trasferte in una settimana, una Fiorentina rivoluzionta con un massiccio turn-over di ben 10 giocatori diversi in campo rispetto alla gara di domenica contro il Verona, record assoluto nell’era Montella. L’esperimento di giornata vede Kurtic esterno destro nel 3-5-2, in avanti la coppia inedita Marin-Babacar.

La Fiorentina dopo 6′ è già in vantaggio, con un contropiede viola Babacar tira in porta, respinge il portiere della squadra francese ma sulla palla si lancia Aquilani che mette in mezzo e Marko Marin, alla sua prima da titolare, segna il gol dello 0 a 1. Un Marin gia’vicino al gol pochi minuti prima, quando riceve una palla da Babacar, con una finta il tedesco evita l’avversario e tira in porta, ma la sfera di poco va al lato. Ci pensa Babacar al 12′ del primo tempo a trovare il gol del raddoppio con una palla splendida di Badelj per Vargas che mette un cross al centro dalla sinistra.

Blackout totale della Fiorentina nel finale di tempo, la squadra viola si rilassa forse troppo, smette di fare possesso palla e soffre. Al 34’ Tatarusanu blocca un colpo di testa di Diallo, subito dopo Beauvue sfiora l’incrocio con un bel colpo di testa su traversone di Yatabaré. Il gol è nell’aria e arriva poco prima dell’intervallo. Il Guingamp dimezza lo svantaggio con Beavue che realizza un calcio di rigore piuttosto generoso concesso dall’arbitro per il fallo di Basanta (espuslo nell’occasione per fallo da ultimo uomo) su Marveau.

Doppio cambio per la Fiorentina subito ad inizio del secondo tempo, Vincenzo Montella apre la porta  a Cuadrado e Savic per far uscire Marin e Lazzari. Il modulo passa al 4-3-2 con l’attacco formato da Babacar ed il colombiano. L’inserimento di Savic serve per tamponare il forcing francese e con Cuadrado si cerca di non rinunciare a ripartire in velocità. Per i gigliati è l’inizio di un tempo di sofferenze, Beauvue spreca il 2-2 su di una bella palla concessagli da Marveaux e Diallo pecca di egoismo, anticipando Jacobsen su cross del solito Yatabarè. La fascia sinistra della Fiorentina, con il duo Vargas-Cuadrado a difendere la corsia, balla costantemente. Montella inserisce anche Alonso per Badelj ma il risultato non cambia, con Beauvue che spreca ancora un’eccellente azione di Marveaux. Paura al 10′ dalla fine, con Yatabarè che da due passi colpisce la traversa. Il pressing della squadra francese continua, Savic atterra Schwartz a pochi metri da Tatarusanu,  sarebbe ancora rigore con rosso, ma Eskov sbaglia di nuovo e lascia proseguire. Tre minaccie nel finale. Tatarusanu esce malissimo su un cross da sinistra e Beauvue di testa non trova che i pali, l’attaccante ci prova anche con un diagonale da destra senza fortuna. E’ il novantesimo quando Diallo insacca il gol del 2-2 ma il gioco è fermo.

Sono 28 le vittorie su 55 partite giocate da quando Montella siede sulla panchina della Fiorentina, altro traguardo. Buttando un occhio a domenica, la Fiorentina volerà a Cagliari con un’altra vittoria in tasca, consapevole di quanto questo match sia importante per le buone sorti della classifica.

 

Foto: it.violachannel.tv

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »