energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina fuori dalla zona Europa, League ultima speranza Sport

Firenze – Quarta sconfitta consecutiva per la Fiorentina, non accadeva dal 2004-05 una striscia cosi negativa, nella serata in cui si chiedeva alla squadra viola di risorgere dopo le sconfitte interne contro Verona e Cagliari, invece un passo falso che costa caro in campionato a pro delle inseguitrici che stanno correndo, il Genoa sorpassa la viola portandosi a 50 punti e si posiziona sesta in classifica. La Fiorentina al settimo posto esce dalla zona Europa.

Massimiliano Allegri avrebbe voluto chiudere la pratica scudetto stasera, ma la Lazio, segnando tre gol al Parma in 16’, ha rimandato i festeggiamenti bianconeri al match con la Samp.  Allegri conferma in campo i propositi della vigilia: riposano solo Vidal e Morata, oltre allo squalificato Bonucci. Montella invece rinuncia solo a Borja Valero in un periodo no ormai  accertato, tutti gli altri confermati, Salah su tutti che con le sue progressioni crea fastidi alla Juve.

La Fiorentina nei primi minuti di gioco parte col piede giusto facendo possesso palla e tenendo il baricentro alto. Salah si fa subito vedere con una bella ripartenza che innesca Gomez ma viene anticipato in uscita da Buffon. La Juventus ad inizio partita si rende pericolosa solo in contropiede, in particolar modo con Llorente al 18’ che girandosi in area trova però Neto pronto. Al 32′ alla Fiorentina viene assegnato un calcio di rigore trasformato poi da Gonzalo Rodriguez per il vantaggio viola. Il penalty è stato assegnato da Banti per fallo netto di Andrea Pirlo su Joaquin, entrato in area dalla sinistra.

Ma la Juventus reagisce subito, l’1-0 dura solo 3’, e trova il gol dell’1-1 grazie a Fernando Llorente, che sugli sviluppi di una punizione causata da Neto fuori area ha messo in rete di testa. La squadra di Vincenzo Montella però continua ad attaccare e sfiora il secondo gol in più di un’occasione con Salah e Mati Fernandez. Neto, invece, si rende protagonista decisivo sul colpo di testa di Evra. Al 45′ la Juventus con Carlitos Tevez di testa trova però la rete del vantaggio. Sotto accusa la dormita generale della difesa viola. Fiorentina sotto al termine della prima frazione di gioco per 2-1. Una buona Fiorentina pero’ in avvio, attenta comuncque in difesa e molto attiva in particolar modo con Salah e Joaquin.

Nel secondo tempo una nuova clamorosa opportunità per la Fiorentina, che al 66′ beneficia di un calcio di rigore per fallo di Chiellini su Joaquin dal dischetto si presenta ancora una volta Gonzalo che dagli 11 metri manda clamorosamente fuori. 5° rigore sbagliato su sei. Un gran rimpianto per la Fiorentina. Al 69′  la Juventus chiude la partita dello Stadium con un contropiede di Carlitos Tevez servito in profondità, un errore di Gonzalo che lascia l’argentino libero che in contropiede mette in rete.

Primo cambio per la Fiorentina con Montella che manda in campo Alberto Gilardino al posto di un Mario Gomez spento, autore dell’ennesima prova sottotono. Subito anche il secondo e terzo cambio viola: esce Mati Fernandez ed entra Borja Valero, esce Salah per Ilicic. Fiorentina che prova il tutto per tutto ma manca quella spinta necessaria per arrivare ad essere pericolosi in area. Ma a riaprire la partita ci pensa il neo entrante Ilicic, che all’89’ con un preciso calcio di punizione a circa cinque metri dall’area della Juve mette in rete con un tiro a giro potente che beffa Gigi Buffon.

Il tempo è quasi scaduto ed ormai niente può più la Fiorentina contro la Juventus. I bianconeri si impongono allo Stadium per 3-2 e si portano a un punto dallo scudetto matematico e per la squadra di Montella il quarto ko consecutivo in campionato dopo Napoli, Verona e Cagliari. Resta da pensare che un’ occasione, ghiotta ancora da vincere la fiorentina ce l’ha:l’Europa League. Col Siviglia sarà un doppio confronto al cardiopalma per l’ultimo degli obbiettivi ormai rimasti in questa stagione.

 

Lucia Petraroli

Queste le formazioni ufficiali del match:

Juventus: Buffon (cap.): Chiellini; Barzagli; Lichtseiner; Evra; Sturaro; Marchisio; Pirlo; Pereyra; Llorente; Tevez. All. Allegri (Storari; Audero; Ogbonna; Pepe; Morata; Coman; DeCeglie; Padoin; Vidal; Matri; Marrone)

Fiorentina: Neto, Savic, Gonzalo (CAP), Basanta, Alonso, Badelj, Aquilani, Mati Fernandez, Joaquin, Salah, Gomez. All. Montella (Tatarusanu, Richards, Vargas, Pizarro, Gilardino, Kurtic, Diamanti, Borja, Pasqual, Rosi, Tomovic, Ilicic)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »