energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina nell’Olimpo, Gomez e Vargas schiantano la Dinamo Sport

Firenze – Una notte che vale un’intera stagione. La Fiorentina questa sera si proietta direttamente alle semifinali di Europa League vincendo contro la Dinamo Kiev per 2-0 a distanza di sette anni dall’allora Fiorentina di Prandelli a cui venne negato il sogno. Davanti ad un Franchi straripante di gioia, 30.000 tifosi, circa 300 ucraini, e soprattutto personaggi illustri del calcio quali Mancini, Lippi, Angeloni nuovo dt viola, Baldini ma soprattutto i patron Diego ed Andrea Della Valle insieme al presidente Cognigni.

Montella schiera un attacco con il solo Mario Gomez come punta di ruolo, vista l’assenza di Babacar che si va ad aggiungere a quelle di Bernardeschi e Rossi (Diamanti e Gilardino non sono nella lista Uefa). Joaquin a sinistra mette nettamente in difficoltà Vida, Borja e Mati si muovono bene a centrocampo e Salah mette sempre in difficoltà la difesa ucraina. Rebrov deve invece rinunciare a Dragovic, Burda, Makarenko e Miguel Veloso.

Viola che partono molto bene in avvio di partita, i primi 15 minuti sono un assedio, con Gomez servito subito da Joaquin ma che non riesce a deviare in rete in scivolata. Poco dopo Alonso coglie una traversa clamorosa con un tiro da fuori area. Borja Valero poi ci prova su un tiro deviato che finisce di poco alla sinistra di Shovkovskiy. Al ‘5  anche un gol annullato giustamente alla Fiorentina su un tiro di Borja dai 25 metri, ma il portiere della Dinamo respinge, Gomez cerca la porta ma l’off-side è palese.

Miracolo di Shovkovskiy al 21′ ancora su una conclusione di Mario Gomez, la palla passa da Joaquin per il panzer tedesco che frena Vida e calcia un tiro che il portiere ucraino alza sopra la traversa. Bella la giocata del tedesco e anche la parata del portiere. Al ’39 la Dinamo Kiev resta in 10 uomini. Su un contropiede Lens si butta in maniera plateale in area di rigore e l’arbitro mostra il secondo giallo per lui. Simulazione eccessiva, per un sospetto contatto con Gonzalo Rodriguez.

Quasi allo scadere del tempo arriva il meritato gol della Fiorentina per firma di Mario Gomez. Joaquin crossa dalla destra e su una deviazione fortunata il tedesco di stinco supera Shovkovskiy che non può nulla. Un gol che porta Mario Gomez nell’Olimpo dei bomber tedeschi. Il panzer sale a quota 40 reti segnate in competizioni Uefa, superando una leggenda come Karl-Heinz Rummenigge e diventando il quarto giocatore tedesco più prolifico in competizioni europee. Fiorentina straripante che domina per tutto il primo tempo con almeno 6 occasioni da gol. La Dinamo si fa vedere al ’27 con Yarmolenko che pero’calcia fuori.

Anche il secondo tempo viola parte subito a ritmi alti, dopo appena 4′ della ripresa Salah recupera un palla sulla destra cercando il tiro, ma un giocatore della Dinamo gli fa muro,  toccando la sfera con la mano, e la deviazione finisce sul palo. Poco dopo sempre Salah si rende protagonista di un gesto tecnico importante, polverizzando tre giocatori della Dinamo, ma Borja Valero poi non coglie il suo suggerimento. Al 13′ e’ Mati Fernandez che sfiora il raddoppio. Gomez passa a Borja che in area viene anticipato da un difensore della Dinamo che perdendo palla regala a Mati l’occasione vanificata di poco, sfera sul fondo di pochissimo. Altra opportunità per la squadra di Montella al ’21 con Mati che lancia una palla al centro per Joaquin che spalle alla porta, si gira in area e manda di poco a lato. Nel finale tentativo di recupero della Dinamo che cerca il pareggio.

Al 41′ ci prova in contropiede Yarmolenko che si lancia mettendo in seria difficoltà la difesa viola, ma Gonzalo salva. Juan Manuel Vargas a pochi secondi dal termine della gara trova il raddoppio in contropiede. Il peruviano recupera palla a metà campo e in area scarica un sinitro potente, con precisione insacca l’angolino sinistro della porta. Una Fiorentina dominatrice del campo, guidata da un Joaquin mostruoso per almeno per 45 minuti, protagonista di un risultato storico. I viola approdano alle semifinali di una competizione europea per la seconda volta nell’era Della Valle. Adesso resta solo da aspettare e vedere che sorpresa riserverà l’urna di Nyon.

Questi i risultati finali dei quarti di ritorno di Europa League.

Le quattro semifinaliste sono Dnipro, Fiorentina, Napoli e Siviglia.

Dnipro-Brugges 1-0

Fiorentina-Dinamo Kiev 2-0

Napoli-Wolfsburg 2-2

Zenit-Siviglia 2-2

 

Queste le formazioni del match: 

Fiorentina: 1 Neto(PO) 2 Gonzalo Rodríguez(C) 15 Savić 28 Alonso 40 Tomović 7 Pizarro 14 Fernández 17 Joaquín 20 Borja Valero 33 Gomez 74 Salah All. Montella. A disp: 12 Tătăruşanu(PO) 19 Basanta 23 Pasqual 5 Badelj 6 Vargas 10 Aquilani 72 Iličić

Dynamo Kyiv: 1 Shovkovskiy(PO) (C) 2 Danilo Silva 5 Antunes 24 Vida 34 Khacheridi 17 Rybalka 29 Buyalskiy 90 Belhanda 7 Lens 10 Yarmolenko 91 Teodorczyk All. Rebrov. A disp: Rybka(PO) 30 Betão 16 Sydorchuk 19 Garmash 20 Gusev 28 Chumak 45 Kalitvintsev)

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »