energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina pali e bel gioco con il Napoli, il pari sta stretto Sport

Firenze – Con l’amaro in bocca. La Fiorentina pareggia in casa 1-1 con il Napoli, diretta avversaria nella corsa Champions, dopo una partita che aveva visto i viola padroni del campo per tutti i 90 minuti. Una gara quasi perfetta, con pressing alto e il fraseggio veloce che ha reso la squadra di Sousa una delle realtà più belle di questo campionato.

Quello che è mancato, oltre ad un pizzico di fortuna, è stata la cattiveria sotto porta con Kalinic che ha tirato sulla traversa solo davanti a Reina e Tello che invece di passarla al centravanti viola solo a centro area ha tirato colpendo il palo. E dire che era iniziata bene per Borja e compagni, in vantaggio al 5’ col il gol di testa di Alonso su calcio d’angolo.

Ma le disattenzioni difensive quest’anno costano caro ai viola: un minuto dopo lancio di Jorginho, Alonso respinge male con Tata proiettato sulla traiettoria e Higuain può segnare a porta vuota. Uno a uno e tutto da rifare. La Fiorentina riprende a spingere, con Alonso e Tello abili a inserirsi con continuità larghi sulle fasce e il duo Borja Mati Fernandez a fare da elastico tra centrocampo e attacco.

Il Napoli non era mai stato così in difficoltà, schiacciato e in sofferenza sul palleggio, con gli attaccanti disinnescati dai ripiegamenti difensivi di Vecino e Badelj. Una grande Fiorentina che alla fine deve ringraziare il suo portierone autore di due veri e propri miracoli su Callejon e Pipita. Un occasione persa, visto che i tre punti avrebbero rilanciato i viola a due punti dai partenopei mantenendo i sei dalla Juventus e riaprendo così il campionato.

Adesso invece la Roma ha compiuto la sua rincorsa raggiungendo Borja e compagni, dando ancora più importanza alla prossima partita di campionato, un vero e proprio scontro diretto all’Olimpico. A fine partita ha parlato il presidente Della Valle, tornato vicino alla squadra dopo le polemiche delle scorse settimane: “Oggi abbiamo visto un primo tempo spettacolare da parte nostra, forse la partita più bella della stagione: nei primi 45′ potevamo stare sul 3-0 ma il pareggio ci sta contro un grande Napoli. Venivamo da una settimana non facile, da una brutta sconfitta europea: sono orgoglioso di questi ragazzi che si sono messi alle spalle un brutto momento. Adesso siamo terzi a pari punti con la Roma ma dobbiamo ancora guardarci dietro con le milanesi. Continueremo a lottare: i ragazzi hanno molte motivazioni ed il mister ogni giorno ne dà di nuove. Siamo dispiaciuti per l’addio all’Europa League ma ora concentriamoci sul campionato. Le polemiche recenti? Ci torneremo al momento giusto: adesso dobbiamo rimanere uniti e pensare al nostro obiettivo. In due settimane abbiamo fatto molti progressi, abbiamo adesso 5 giorni molto importanti: proveremo a superare la Roma. Magari prima della fine del campionato ci parleremo con franchezza con tutti: spero che la minoranza del tifo capisca quello che è il mio amore viscerale per questa città. Adesso concentriamoci sulla Roma”.

Sousa è soddisfatto dei suoi e pensa al futuro:”Non ho visto un rallentamento nella ripresa, ma un allungamento della squadra. C’è stata troppa distanza tra i reparti anche se siamo comunque riusciti a creare delle occasioni da rete. Stasera non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna necessario per portare a casa un risultato vincente e, penso, più che meritato. Continuiamo a credere al terzo posto, ci abbiamo sempre creduto e non smettiamo certo adesso di lottare per questo obiettivo. Sono orgoglioso della grande voglia mostrata dai miei ragazzi. Stiamo competendo da inizio anno con squadre costruite per vincere lo Scudetto, siamo sempre stati lassù e non era scontato. “Berna” non ha giocato come altri, era stanco dopo la partita di Londra. Non abbiamo fatto giocare il nostro avversario, siamo stati bravi nelle verticalizzazioni, che ci hanno permesso di costruire molte palle gol. Adesso testa alla Roma, sarà una gara non decisiva ma molto molto importante, vale più di tre punti. Sarri ha ritrovato la fortuna che non ha avuto nelle gare scorse”.

La Fiorentina c’è e la forma ritrovata dopo un mese difficile fa ben sperare per la corsa Champions: a partire da Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »