energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina pari a Bergamo: fa notizia la difesa attenta Sport

Firenze – La Fiorentina pareggia 0-0 a Bergamo contro la rivelazione del campionato Atalanta in una partita che ha visto i nerazzurri giocare meglio e sbattere contro il muro Tatarusanu. Solita partita spenta dei viola, con poche idee offensive legate solo a qualche scorribanda palla al piede di Tello ma finalmente una difesa un po’ più attenta grazie ad un centrocampo più votato a difendere che a impostare.

La notizia del giorno è infatti la porta inviolata grazie anche ad un super Tatarusanu autore di una prestazione maiuscola con almeno due salvataggi decisivi. Un punto che non serve niente ai viola e sottolinea ancora la difficoltà di vincere degli undici capitanati da Gonzalo, sempre più distanti dalla zona Uefa e avvicinati anche dalla Sampdoria di Giampaolo, possibile sostituto di Sousa per la prossima stagione.

E viene scontato pensare al futuro, con i nomi degli allenatori che si susseguono e il progetto stadio che verrà presentato settimana prossima, ma sopratutto perchè questa stagione non ha niente da dire e la partita di oggi ne è la dimostrazione: palese infatti la foga agonistica dei bergamaschi contrapposta alla quasi passività dei viola che hanno provato a giocare ma che non hanno mai dato l’idea di cercare con foga la vittoria, bensì sembravano concentrati a non prenderle. Sousa si dice soddisfatto dei suoi, come sempre: “Lo spirito dei ragazzi è sempre lo stesso dal primo giorno: vincere con qualità ed essere protagonisti.

Oggi abbiamo cercato di vincerla tutti e due. Movimenti e verticalizzazioni per provare a vincere: sono soddisfatto. Ci sono state molte gare nelle quali abbiamo fatto meglio degli avversari senza fare punti. Siamo consapevoli dei limiti e delle capacità che stanno mettendo in campo i ragazzi. Abbiamo parlato faccia a faccia con i ragazzi sui concetti di calcio: questo mi soddisfa. Io mi concentro solo sulle cose che posso controllare. Alle altre cose ci pensa qualcun altro. L’obiettivo era essere più competitivi possibile. Per me la cosa più importante è stare concentrato sull’allenamento. Mi congratulo con l’Atalanta: fanno benissimo da tanti anni e hanno sempre avuto questa cultura sportiva. Questo per chi segue una linea del genere è un esempio”.

Vecino vede il bicchiere mezzo pieno:Oggi dobbiamo vedere solo le cose positive, abbiamo fatto una buona partita per cui guardiamo con ottimismo il futuro. Accontentati del pari? No, non è vero: loro hanno spinto molto nella parte finale di partita. L’Europa? Ancora ci crediamo perché la matematica dice che ci sono ancora delle possibilità “.

Anche Astori analizza la gara: “E’ stata una partita intensa, con tante occasioni da entrambe le parti. E’ un punto di ripartenza dopo qualche partita di sofferenza. Quello di oggi è un punto guadagnato per intensità e voglia di arrivare alla fine con un buon risultato, loro giocano con un’intensità molto alta. Abbiamo fatto una buona partita. Gli obiettivi? Dobbiamo chiedere il massimo a noi stessi, sperando che le altre perdano più punti possibili per strada ma purtroppo niente dipende da noi, ma dagli altri.. Oggi abbiamo mantenuto per 90’ la pressione alta”.

Adesso testa alla prossima gara interna contro il Cagliari, squadra in posizione di classifica tranquilla. Sperando almeno in una partita spettacolare.

 

Foto: Fiorentina Uno.com

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »