energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina pari col Sassuolo, Berna la tiene appesa all’Europa Sport

Firenze – Un’azione travolgente dei viola al 49′ porta Bernardeschi a centrare la porta del Sassuolo, tenendo la Fiorentina ancora appesa al carro dell’Europa League anche grazie alla sconfitta dell’Inter. A Reggio Emilia è 2-2 con il Sassuolo al termine di una partita giocata su buoni ritmi,  a tratti divertente, ma con la prestazione viola condizionata sempre da scelte e cambi quanto meno discutibili.

Anche l’arbitro ci ha messo del suo concedendo un rigore non limpido ai viola che Kalinic ha sciupato tirando due volte sul portiere, non rilevando un rigore netto di Sanchez su Berardi e regalandone un altro inesistente trasformato da Politano con relativa espulsione per doppia ammonizione di Gonzalo Rodriguez che salterà la partita con la Lazio a Firenze. A tratti il solito sterile possesso di palla viola e una densità di errori che nemmeno le zanzare delle paludi pontine.

La Fiorentina parte bene con quattro centrocampisti, il trio uruguayano Olivera – Vecino – Cristoforo e Badelj con Borja e Chiesa dietro Kalinic. Ma sono in nero verdi ad avere subito una buona occasione su tiro di Duncan al 3′ parato alla grande da Tatarusanu, uno dei migliori in campo fra i viola. Chiesa ci prova in diverse occasioni senza impensierire Consigli. Al 16′ Badelj infortunato è sostituito da Bernardeschi.

La partita è andata avanti con azioni veloci fino al 32′ quando l’arbitro concede un rigore alla Fiorentina per atterramento di Bernardeschi da parte di Adjapong. Berna vorrebbe tirarlo ma è Kalinic che va al dischetto sbagliando il primo tiro sulla destra respinto dal portiere e tirando poi addosso a Congigli nella ribattuta con mezza porta sguarnita.  Al 34′ l’episodio contestato dal Sassuolo: Sanchez rovina addosso a Berardi in piena area. L’arbitro lascia correre e tre  minuti dopo Chiesa spostato a destra viene raggiunto da un preciso assist di Borja Valero e trafigge il portiere.

Il Sassuolo comincia il secondo tempo con grande determinazione. Al 6′ Tatarusanu dice ancora di no a Sensi, mentre quattro minuti dopo Matri si trova sui piedi il pallone del pareggio per ben due volte, sempre chiuso da Tatarusanu. Al 17′ Sousa sostituisce Chiesa, ammonito e nel mirino dell’arbitro per un altro intervento al limite del rosso. Dopo un gol per parte annullato a Bernardeschi e a Berardi per fuori gioco, al 27′ l’episodio del rigore e dell’espulsione di Gonzalo.

Il Sassuolo pareggia e impone il suo ritmo che ottiene il risultato al 40′ su calcio d’angolo, è l’ex viola Iemmello subentrato a Matri a insaccare di testa. Con i fischi e le contestazioni dei tifosi viola, la partita sembra segnata fino al 49′, ultimo minuto di recupero con la splendida rete di Bernardeschi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »