energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina pari in tutto con la Juve (0-0), anche negli errori Sport

Firenze – Sotto una splendida coreografia per mano dei cuori dei tifosi viola è andata di scena al Franchi la 14° giornata di campionato tra Fiorentina e Juventus conclusa con uno 0 a 0. Detta cosi sembra di parlare di una partita qualunque,  ma tutti sappiamo che è molto di più di questo. Un tutto esaurito delle grandi occasioni per l’anticipo di Serie A. Montella conferma gli undici titolari della scorsa giornata di campionato, affidandosi a Borja Valero come capitano viola. La juventus snobba un po’ la squadra gigliata partendo dal primo minuto senza il bomber d’attacco Tevez (per Coman) lasciato a riposo per la prossima sfida di Champions League di martedi contro l’Atletico. Entrambe cercavano la vittoria, chi come la viola per centrare la terza vittoria consecutiva in campionato, rilanciare la classifica, ma anche esaltare un ambiente che continua a credere alla Champions con ragione, visto la concorrenza non è trascendentale. Chi come la Juve per allungare sulla Roma impegnata domani con i Sassuolo, che invce adesso può portarsi a -1.

Nel primo tempo una buona gara della Fiorentina che prova a tenere in mano il gioco ma non riesce a impensierire Buffon. La prima occasione è per la squadra bianconera con Pogba che tira alto, poi ci pensa Gomez a salvare di testa su colpo di testa proprio di Pogba. Al 18′ i viola reclamano un rigore per un contatto in area tra Gomez-Chiellini, che poi tocca anche di gomito. I viola premono né Borja Valero né Cuadrado inquadrano lo specchio. Al 40′ Cuadrado si rende protagonista di un fallo ingenuo su Chiellini, su una ripartenza in zona difensiva della Juventus, Rizzoli è costretto ad ammonire il colombiano che diffidato sarà costretto a saltare la prossima trasferta dei viola a Cesena domenica alle 18:00. La Juve non prende possesso del campo, come spesso le succede, ma si chiude e prova a ripartire. Per 45’ senza successo, visto che l’unico tiro verso la porta è un colpo di testa di Llorente salvato da Gomez.

Nel secondo tempo Allegri schiera Tevez in sostituzione a Coman, ma la Fiorentina reagisce subito, si fa pericolosa con una conclusione di Cuadrado centrale ma Buffon mette in angolo coi pugni. Al 25′ primo cambio anche per la Fiorentina esce un Mario Gomez in affanno per Babacar, dopo pochi minuti anche Joaquin lascia il campo sotto gli applausi del Franchi, lo sostituisce. Al 36′ problemi per Cuadrado che dopo uno scontro con Marchisio rimane a terra: viene portato fuori in barella ma rientrerà in campo, per poi successivamente uscire dolorante, entra Kurtic per lui.

La Juventus cresce e cerca il vantaggio nella ripresa, preme forte sull’acceleratore e si presenta subito dalle parti di Neto con Evra, il cui tiro però viene deviato dal portiere Viola. Nessuno vuole lasciar andar via la vittoria, ma il gol non arriva da entrambe le parti. Manca Pepito Rossi che illuminò l’andata della scorsa stagione coi suoi gol e nessuno purtroppo riesce a raccoglierne l’eredita’. 0-0 quindi, con Bonucci e Savic fra i migliori: ovvero quando dominano le difese, con Gonzalo Rodriguez, oggi a quota 100 partite sulle spalle in maglia viola, insuperabile. Borja torna quello di una stagione fa: ovunque, anche se non sempre precisissimo.

Ma il Franchi comunque si esalta, esulta, come fosse una vittoria. Fiorentina-Juventus quindi finisce con un pari giusto contro la capolista. Per i viola terzo risultato utile di fila, mentre la Juve si ferma dopo 4 vittorie.

Fiorentina (3-5-2): Neto 6; Basanta 6.5, Rodriguez 6.5, Savic 6.5; Joaquin 6 (33′ st Aquilani sv), Fernandez 6.5, Pizarro 6.5, Borja Valero 6.5, Alonso 6; Cuadrado 6 (39′ st Kurtic sv), Gomez 5.5 (23′ st Babacar 6). In panchina: Tatarusanu, Richards, Tomovic, Hegazy, Badelj, Lazzari, Vargas, Marin, Ilicic. Allenatore: Montella.

Juventus (3-5-2): Buffon 6; Ogbonna 6, Bonucci 6.5, Chiellini 6; Pereyra 5.5 (42′ st Padoin sv), Pogba 6.5, Pirlo 5.5 (33′ st Marchisio sv), Vidal 6, Evra 6; Coman 6.5 (15′ st Tevez 5.5), Llorente 5.5. In panchina: Storari, Rubinho, Mattiello, Marchisio, Giovinco, Morata, Pepe. Allenatore: Allegri.

Arbitro: Rizzoli (Bologna).

Note – Serata piovosa. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Pizarro, Ogbonna, Chiellini, Cuadrado, Pogba. Calci d’angolo: 5-4 per la Juventus. Recupero tempo: 0′,4′.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »