energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fiorentina partita perfetta: dominio, bel gioco e Rossi in gol Sport

Firenze – Giuseppe Rossi si lascia dietro gli incubi di un anno e mezzo di inferno tornando al gol nella trasferta in terra lusitana contro il Belenenses. Il Portogallo nel destino per il fenomeno viola che aveva segnato l’ultima volta in Europa League contro il Pacos de Ferreira nel settembre di due anni fa. E stasera, in campo per 90 minuti, ha trovato il guizzo allo scadere su assist di Badelj urlando tutta la sua gioia per la sua rinascita.

E questa non è solo l’unica buona notizia per la Fiorentina, che centra l’obiettivo tre punti battendo il Belenenses per 4-0. Dopo la sconfitta all’esordio contro il Basilea al Franchi era fondamentale per i viola tornare al successo per puntare così al primo posto nel girone, assolutamente alla portata della squadra di Sousa. Ma la partita in terra lusitana serviva anche per confermare quanto di buono fatto vedere nella vittoria a Milano contro l’Inter e le risposte sono state più che positive.

La Fiorentina infatti ha giocato imponendo il proprio gioco fin dai primi minuti, ottenendo nel primo tempo il 72% di possesso palla e chiudendo la prima frazione sul 2-0 con la nuova B2, Bernardeschi Babacar. Le due giovani stelline hanno dimostrato una crescita continua nelle ultime apparizioni e anche questa sera hanno fatto vedere progressi importanti nell’approccio alla gara e nello spirito di sacrificio, oltre ai gol. Il primo lo ha siglato l’esterno toscano ribadendo in rete un destro potente dalla distanza di Vecino, ancora uno dei migliori in campo. Babacar ha chiuso un’azione personale allo scadere calciando di sinitro, tiro deviato e palla che si insacca alle spalle del numero uno portoghese.

Il secondo tempo la fiorentina controlla il match inserendo Badelj per Bernardeschi, utilissimo fino a quel momento anche in fase di ripiego, con un Belenenses che prova ad alzare il baricentro creando qualche piccolo problema sulle ripartenze, arrivando però ad impegnare Sepe in una sola occasione. Alla fine arriva l’autogol di Tonel e il gol di Pepito, raggiante di felicità al termine della partita: “È una bellissima serata, per i tre punti e per il gioco che abbiamo espresso. A livello personale sono contento per i miei 90 minuti e anche per il gol, arrivato al termine di una bell’azione. Il gol giocando sempre prima o poi arriva, sono più felice per aver giocato 90 minuti. Ringrazio il mister per la fiducia che mi ha dato oggi. Il mister sta facendo bene, ci fa sentire tutti parte del gruppo”.

Intanto Sousa vede la sua creatura crescere di partita in partita: “È importante dare continuità ai risultati, stiamo vivendo un buon momento e dobbiamo approfittarne senza mai abbassare la guardia. I ragazzi che sono entrati hanno portato velocità al palleggio che ci hanno permesso di allungare, sono contento. Rossi? È un passo in avanti importante, per far tornare Rossi al giusto livello di forma. Rossi ha un cuore straordinario che ha passato due anni di grandissime sofferenze”.

Anche Babacar, al terzo gol stagionale, analizza il match e la sua “sfida” con Kalinic “Serata perfetta. Abbiamo vinto su un campo non facile. Volevamo segnare altri gol, ma è giusto così. Abbiamo una partita domenica, è una scelta del mister la sostituzione, l’importante è aver vinto. Kalinic? È un ottimo attaccante, è una bella concorrenza. Non importa se gioco io o lui, l’importante è il bene della squadra. Rossi stava per piangere, era molto emozionato, nello spogliatoio lo abbiamo applaudito. Obiettivo? Pensiamo partita dopo partita, alla fine facciamo i conti. Adesso dobbiamo solo lavorare, non abbiamo fatto niente”.

Adesso testa all’Atalanta per continuare a sognare. Con Rossi si può.

 

Foto: http://it.eurosport.com/calcio/europa-league/2015-2016/le-pagelle-di-belenenses-fiorentina-0-4_sto4933909/story.shtml

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »