energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina, punto guadagnato a Marassi. Buona ripresa Sport

Firenze – Un punto guadagnato. La Fiorentina torna da Marassi pareggiando 0-0 contro un Genoa tonico che ha pressato a tutto campo fin dal primo minuto. Poche occasioni da entrambe le parti complice anche un campo in condizioni pessime che ha limitato il palleggio della squadra viola, oggi schierata con Zarate dal primo minuto e Kalinic, apparso in calo nelle ultime partite, seduto in panchina.

Il primo tempo la squadra di Sousa ha sofferto non poco senza riuscire mai a ripartire, causa anche di una giornata storta di Babacar e sopratutto di Ilicic, mai entrato in partita. E Tatarusanu deve ringraziare il palo che ha salvato la porta gigliata sul tiro da fuori area di Suso, uno dei migliori in campo per i rossoblù. Per il resto, gran confusione e agonismo a centrocampo, risistemato nella ripresa da Sousa con l’inserimento di Tino Costa al posto di Ilicic, spostando Borja dietro le punte. Maggiore possesso palle, geometrie più precise ma tiri in porta nessuno fino al 93esimo, quando Alonso ha chiamato Perin ad una super parata. Al triplice fischio reti inviolate come non succedeva da 422 giorni.

In generale l’impressione è che sia la flessione di alcuni giocatori chiave quali Vecino, Bernardeschi e Kalinic (aggiunta all’assenza per infortunio di Badelj) a creare le maggiori difficoltà alla squadra viola che non riesce più ad essere veloce nel giropalla e ad attaccare la profondità risultando prevedibile nella manovra. In questo senso i nuovi innesti dovranno dare quel qualcosa in più sotto l’aspetto fisico e tecnico per permettere a Sousa di cambiare assetto.

Intanto l’allenatore lusitano (allontanato dal campo per aver toccato il pallone ancora in gioco) si dice abbastanza soddisfatto della prestazione: “Ci sono stati momenti difficili perché il Genoa ci ha pressato a tutto campo e non riuscivamo a saltare l’uomo. Il campo non era messo bene e ci ha creato difficoltà nella velocità di manovra. Non abbiamo dato intensità nel primo tempo e non siamo stati noi stessi. Nel secondo tempo siamo usciti bene contro una squadra che ti pressa e abbiamo creato un secondo tempo degno delle nostre righe, abbiamo rischiato anche di vincere. Il mio episodio? Io la partita la vivo, sono stato veloce a raccogliere la palla prima che uscisse, ma rispetto le decisioni”.

E su una dipendenza da Kalinic, Sousa è chiaro: “E’ un giocatore che ha iniziato la preparazione prima di tutti, ha determinate caratteristiche come trascinare la squadra in alto e a creare opportunità di gol. Però ci sono tanti giocatori che fanno bene durante la settimana e dobbiamo crearci valide alternative”. Infine una battuta veleonosa sulle vicende di mercato:”Ognuno si deve giudicare da solo”.

Anche Astori commenta la gara: ” E’ stato un buon Genoa all’inizio dei due tempi ma non ci ha colto impreparati: il campo ci ha creato difficoltà perché a noi piace giocare molto palla a terra. Il Genoa nella ripresa è calato, non poteva tenere il ritmo del primo tempo, per cui credo che abbiamo fatto una discreta partita. Pavoletti? E’ un attaccante che fa la differenza nel Genoa. Un difensore in più? Ci farà sicuramente comodo visto che dovremo fare una partita ogni tre giorni. La classifica? Le due davanti stanno correndo molto, ma noi non ci tireremo indietro. Tata? Ha migliorato i dati dei gol presi ma sta crescendo molto: ci sta dando una grande mano”.

Adesso l’attenzione si sposta dinuovo sul mercato, con la dirigenza viola che dopo la figuraccia nell’affare Mammana (oggi la risposta alle accuse ritenute “indecenti” del presidente del River) deve rituffarsi alla ricerca, a questo punto disperata, di un difensore per aumentare se non il tasso tecnico, almeno il numero di giocatori a disposizione di Sousa. E se ache l’affare Cigarini sembra essere sfumato, logica vuole che si continuerà a cercare anche un centrocampista. Il tempo stringe, domani alle 23.00 si chiuderà il termine per gli acquisti e a quel punto Sousa potrà contare solo su se stesso.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »