energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina a Salonicco alla ricerca della grinta perduta Sport

Firenze – La Fiorentina dopo la  batosta in casa contro la Lazio  riparte questa sera ore 19 italiane dalla Grecia per la terza giornata di Europa League che la vede sfidare il Paok Salonicco giocandosi direttamente un biglietto di qualificazione alla prossima fase della competizione. Il Toumba Stadium stasera sarà pieno, si contano circa 28 mila anime presenti, c’è grande pressione attorno alla partita di stasera, la squadra vanta una tifoseria più che appassionata che spinge la squadra a fare cose incredibili. Ma il match di stasera ha un doppio valore non solo quello agonistico che sarà fondamentale ma al contempo sarà anche una prova di maturità in un ambiente molto difficile, riconquistare la grinta perduta sarà la parola d’ordine e buttarsi alle spalle quello che è successo solo pochi giorni fa. Dalla sala stampa ieri il tecnico ha ammesso che ” la sconfitta contro la squadra capitolina brucia ancora”.

Montella nella gara più impegnativa del girone punterà sul rilancio di Ilicic in coppia con Bernardeschi. Babacar non è  stato convocato nonostante sia l’unico attaccnte di ruolo rimasto. Marin si è aggregato finalmente alla squadra ma sarà molto difficile vederlo in campo. La dirigenza si è stretta intorno alla squadra, a Salonicco è presente anche il presidente Cognigni, cosa di non poco dettaglio, segno dell’importanza di questa partita.

Il Paok del presidente Vryzas, ex giocatore viola, è una squadra da temere, ieri Vincenzo Montella lo ha ribadito ha più  riprese. Primi in classifica nel campionato greco, è davanti a squadre come Olympiakos (due punti in più di loro), Veria e Salonicco non perdono in casa da quasi un anno e mezzo era il 20 febbraio contro il Benfica, nei sedicesimi della scorsa coppa europea. Diciannove le vittorie nello scorso campionato e due pareggi, cinque in quello attuale ed un pareggio con quindici gol fatti e solo due subiti. L’allenatore e’ Angelos Anastasiadis, giocano con un 4-3-3 : in porta Glykos, esterni della difesa a quattro Skondras e Rat (romeno che vanta 97 presenze nella nazionalee 3 gol in campionato). Centrali Katsikas e il portoghese Vitor (ex Benfica). A centrocampo Tziolis (49 in nazionale greca), Kace (di nazionalita’ albanese) e Tsandarias. L’attacco è formato da lo slovacco Mak (Norimberga e Manchester City le sue ex squadre con 4 gol in campionato e 2 in EL), il capitano Salpingidis e per finire il pericolo numero uno che si chiamo Stefanos Athanasiadis, 25 anni, 3,5 milioni il suo valore, il giocatore piu’ pregiato della rosa che vale di gran lunga la meta’ di quella della squadra viola, punta centrale della nazionale greca.

Stasera si parla però di Europa League e nella scorsa partita contro la Dinamo Minsk i greci hanno perso, e con un risultato di non poco conto, 6 a 1 (tripletta di Athanasiadis), mentre la Fiorentina ha portato a casa contro di loro un bel 3 a 0. La sconfitta per loro poi contro il Guingamp (la squadra gigliata invece vince facilmente contro di loro nuovamente per 3 a 0) ha complicato i piani di un girone K che sembrava vedere un testa testa diretto tra i viola ed i greci.

 

Lucia Petraroli

Print Friendly, PDF & Email

Translate »