energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fiorentina: scontro con il Napoli per il secondo posto Sport

Firenze – Voglia di vincere.  La Fiorentina affronta nel posticipo il Napoli in uno scontro diretto per il secondo posto. Una gara che i viola vogliono a tutti i costi conquistare per dimenticare il Tottenham e ripartire nella corsa al secondo posto, adesso a soli 5 punti. E una vittoria domani potrebbe voler dire riacciuffare un Napoli che sembrava essere la sola squadra capace di impensierire la Juventus per lo scudetto e che sta attraversando un momento difficile, complice anche il calo fisiologico del suo bomber Higuain.

I viola arrivano alla sfida carichi, in un buon momento dopo l’appannamento avuto a gennaio, ma con qualche dubbio su alcuni suoi giocatori apparsi stanchi nella trasferta londinese. Borja, Berna Ilicic e Alonso hanno infatti palesato qualche difficoltà a reggere i ritmi forsennati della squadra di Pochettino. Di pari passo però anche il Napoli è uscito dalla coppa a favore del Villareal pareggiando in casa e mettendo in mostra le conseguenze fisiche delle scelte di Sarri che ha schierato quasi sempre gli stessi giocatori da inizio anno.

Una sfida insomma che sembra poter essere alla pari e che significa molto per entrambe le squadre visto che la vittoria dei viola potrebbe significare la fuga della Juventus mentre una vittoria dei partenopei staccherebbe il terzo posto dalla qualificazione diretta alla Champions.

Sousa parla del momento di suoi e dell’importanza di mantenere il terzo posto minacciato da una Roma alla sesta vittoria consecutiva che sembra aver recuperato fiducia e gioco: “La pressione deve essere positiva. Le squadre che si trovano nelle posizioni alte di classifica hanno il dovere di esserci, noi ci siamo costruiti l’opportunità. Vogliamo continua a fare bene, battendoci contro squadre che hanno il dovere di lottare per lo Scudetto. Né io né i ragazzi ci siamo mai nascosti sul voler raggiungere il terzo posto. Questa settimana abbiamo una grande opportunità per consolidare la nostra posizione”.

E la prossima gara sarà proprio contro la nuova Roma di Spalletti, in un altro match importantissimo: “Saranno due gare importanti, i risultati saranno fondamentali ma il campionato non finirà dopo la partita contro la Roma. Dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto fino a oggi, cercando di mettere in campo grandi prestazioni, sia dentro che fuori dal campo. Domani sarà una partita straordinaria dal punto di vista emozionale. Dobbiamo creare tanto per poter riuscire a vincere”.

Intanto l’allenatore viola sposta la pressione tutta sulla squadra di Sarri: “Il Napoli ha il dovere di vincere domani. Noi abbiamo una grande opportunità. Il nostro gruppo merita questa occasione. Voglio vedere i miei giocatori all’interno di un’identità comune, che si consenta di creare una cultura all’interno della società e della città. Alla fine la qualità e il lavoro verranno riconosciuti. Non siamo stati fortunati durante alcune partite, tutto ciò che abbiamo fatto lo abbiamo meritato e la classifica ci sta premiando”.

Sousa crede nel colpaccio analizzando anche le partite contro il Tottenham, giocate dai suoi allo stesso livello dei ben più blasonati inglesi:” C’è stato grande equilibrio, nella prima partita non ci hanno dato un rigore e nella seconda il 2-0 era irregolare. A Londra all’inizio del secondo tempo abbiamo avuto la possibilità di pareggiare, ma dopo il 2-0 siamo calati dal punto di vista dell’intensità e i nostri avversari hanno avuto la possibilità di far vedere di essere una squadra molto forte, ma fino al raddoppio del Tottenham siamo stati in gara”.

Intanto continua ad essere un uomo misterioso Benalouane, arrivato a fin gennaio e ancora mai visto tra i convocati per problemi fisici, mentre la Fiorentina a destra soffre, con Tomovic e Roncaglia che non riescono a dare sicurezza al reparto. In questo senso fondamentale è il rientro di Badelj, diga di centrocampo abile a recuperare palla e a far girare il pallone: “È al top della condizione. Ha giocato bene sia contro il Tottenham all’andata che contro l’Atalanta. A Londra i nostri avversari hanno fatto una grandissima partita e per questo poteva sembrare che noi non fossimo al 100%. Di partita in partita le cose cambiano, ma sono sicuro che Badelj domani ci darà una grande mano”.

E contando sulla forma ritrovata di Kalinic e il rientro di Tello, mattatore nella scorsa partita con l’Atalanta, i viola possono davvero trovare l’impresa.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »