energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina seconda, torna alla vittoria con 3 gol all’Udinese Sport

Firenze – Ritorno alla vittoria per la Fiorentina che in un Franchi gremito ha battuto per 3-0 l’Udinese con i gol di Kalinic, Ilicic e Rodriguez. La squadra di Sousa ha però dimostrato di aver recuperato rabbia agonistica dopo i 3 pareggi consecutivi e con un sontuoso Kalinic in campo dal primo minuto ha mandato un messaggio chiaro a Napoli e Inter, scavalcando i partenopei e portandosi a un punto dai nerazzurri. La squadra non è quella pimpante di un mese fa, complice una rosa ristretta che costringe Sousa a mettere in campo quasi sempre gli stessi giocatori, ma dimostra carattere e mentalità vincente, caratteristiche fondamentali per lottare con le prime della classe. Stanchezza che si è fatta sentire per il Napoli che ha perso 3-2 a Bologna e per la Roma che ha pareggiato col Torino, mentre la Juve, prossima avversaria dei viola, attraversa un momento di forma strepitoso con la quinta vittoria consecutiva a casa della Lazio.

Sousa intanto si coccola i suoi. “Oggi serviva una partita ad altissima intensità e l’abbiamo fatto, giocando un ottimo calcio: questo ci ha permesso di vincere La squadra è sempre rimasta in alto, pronta per vincere, con voglia e buona qualità di gioco. I ragazzi hanno sempre interpretato bene le gare, cercando sempre la vittoria. Abbiamo un po’ sofferto in difesa, dobbiamo sempre correggere i nostri errori, i giocatori hanno sempre recepito benissimo quello che chiedo, con grande attitudine al lavoro”.

Su Rossi e le polemiche uscite in settimana su un suo scarso utilizzo ed una gestione sbagliata Sousa glissa: ” Mi dispiace per lui, è un campione che ha sofferto tantissimo ma questa è la realtà. Da una parte sono super contento perché ha fatto un ottimo lavoro per recuperare, purtroppo però al momento gli altri sono su un altro livello. Cercheremo di dargli maggior minutaggio nelle prossime gare. Io credo in quello che faccio, prendo le mie decisioni e a volte sono giuste, altre sbagliate”. Intanto Bernardeschi non può essere più definito sorpresa ma oramai è un punto fermo di questa squadra: “Sin da quando sono arrivato, ha sempre avuto una grande predisposizione al lavoro. Ha rinunciato a delle vacanze meritate per arrivare a Moena fin dal primo giorno. È un ragazzo straordinario con ampi margini di miglioramento. Sta giocando in un nuovo ruolo per lui, e lo sta facendo in maniera perfetta”.

E sulla prossima gara con gli odiati bianconeri Sousa ha le idee chiarissime: ” La Juventus? Dobbiamo restare concentrati in Europa League, poi speriamo di riuscire a far bene come oggi anche a Torino. Che accoglienza mi aspetto? Sono sempre stato accolto bene, ho sempre dato il massimo per le maglie che ho indossato”. A fine gara ha parlato anche capitan Rodiriguez:” Era importante vincere oggi in casa, domenica con la Juventus sarà dura ma andiamo a Torino per vincere. Noi stanchi? Con queste squadre soffri sempre, l’Udinese sta bene ed è in forma, era importante fare punti oggi in casa. Kalinic è fortissimo, ma ha grandi giocatori dietro come Ilicic e Borja Valero”.

Anche il ds Pradè, al centro dell’attenzione per le voci di mercato, analizza la gara di oggi e il momento della squadra:”Godiamo per questo 3-0, l’Udinese è una squadra forte ed in salute, era fresca e vivace: oggi abbiamo fatto una grandissima gara, quando giochiamo in questa maniera è difficile per tutti. Rossi? Sono stato molto chiaro: la visita dei suoi procuratori è stata di mercato, ma abbiamo parlato anche di Giuseppe: lui sa che la squadra sta facendo bene e sta facendo tutto per tornare in forma. Su Bernardeschi sono tutte cose campate in aria: lui deve pensare alla sua crescita e seguire il mister. Kalinic è un calciatore davvero determinante in questo momento, è tra i migliori attaccanti d’Europa perché ha la fame del gol e del sacrificio. E’ uscito prima dal campo ma non ha nulla di preoccupante”. Infine una battuta sul mercato, su cui Sousa è stato chiaro in settimana per la necessità di rinfoltire una rosa scarsa in alcuni ruoli:” Prima dobbiamo pensare ai nostri calciatori, poi penseremo al mercato: ci metteremo il massimo impegno e vedremo cosa ne uscirà fuori”.

Adesso testa all’Europa League dove con un punto i viola passeranno il turno. Poi la trasferta di Torino per una sfida scudetto.

Firenze ci crede.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »