energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina, tre punti d’oro ottenuti con grande fatica Sport

Fondamentale passo in avanti verso l'Europa. La Fiorentina batte 3-2 il Genoa e mantiene il quarto posto solitario alle spalle di Milan e Napoli.
Vittoria conquistata con tanta fatica, ma senza dubbio meritata. Non era facile avere la meglio sulla squadra di Ballardini che ha lottato, anche in inferiorità numerica, rimanendo in partita fino all'ultimo.
Grande merito però ai ragazzi di Montella che, seppur non in giornata particolarmente positiva, hanno saputo tirare fuori quel qualcosa più, come lo stesso tecnico aveva chiesto alla vigilia, centrando tre punti davvero preziosi.

PRIMO TEMPO: avvio di gara sonnolento. Nei primi 20 minuti accade poco o niente, con molti errori da ambo le parti. Poi, dopo un tiro alto di Bertolacci, la viola si sveglia e inizia a macinare gioco e occasioni. La prima con Aquilani al 23'. Cross rasoterra di Cuadrado e conclusione alta dall'altezza del dischetto. È l'azione che cambia volto al match.
Il Genoa non esce più dalla propria metà campo e la Fiorentina trova continui varchi. Come al 25' quando Jovetic aggancia in area e scarica a rimorchio per Pasqual, tiro violento di prima ribattuto dalla difesa.
Alla mezz'ora è ancora il montenegrino a inventare. Scavetto dal limite per l'inserimento di Ljajic che in scivolata anticipa l'uscita del portiere senza però centrare lo specchio della porta. Prima vera occasione della partita.
Il Genoa traballa, il gol sembra poter arrivare da un momento all'altro e infatti al 33' il risultato si sblocca. Savic raccoglie un angolo lungo, serve in area Ljajic che con una grande finta di corpo manda al bar  Portanova e arriva sul fondo da dove serve Aquilani che da due passi non può sbagliare.
Il gol taglia le gambe al Genoa che prima dell'intervallo rischia di subire il colpo del ko. Tiro da fuori area di Pizarro deviato sulla traversa con Tzorvas battuto.

SECONDO TEMPO: Ballardini cambia volto al Genoa, dentro Jankovic e Joerquera per Tozser e Pisano. Le sostituzioni però non portano particolari benefici ai rossoblu, sono sempre i viola a creare le migliori occasioni.
La prima palla per il raddoppio arriva già al 3'. Uno-due tra Jovetic e Cuadrado ma il cross del colombiano non trova nessuno. Al 5' altra opportunità con Borja Valero il cui tiro dal limite a botta sicuro viene ribattuto da Jovetic. La Fiorentina la vuole chiudere e all'8' ci va vicina con Aquilani che sfiora la doppietta, la conclusione in scivolata termina di poco a lato.
Niente da fare, il 2-0 non arriva e come spesso accade paghi le troppe occasioni fallite. E infatti al primo capovolgimento il Genoa pareggia. Angolo dalla destra e colpo di testa vincente di Portanova su dormita generale della difesa. La rete galvanizza la squadra di Ballardini che al 15' si rende pericolosa con un tiro di Jorquera, conclusione potente fuori di un soffio.
La gara è ora aperta a ogni tipo di scenario, e tre minuti più tardi il risultato cambia nuovamente. Cross innocuo di Pasqual, Tzorvas esce ma perde il pallone in area regalandolo a Cuadrado che insacca comodamente per il più facile dei gol.
Gli ospiti, a differenza di quanto successo in precedenza, riescono a reagire con prontezza e appena 6' più tardi trovano il nuovo pareggio. Cross lungo sul secondo palo, sponda di testa di Jankovic per l'inserimento di Antonelli che in controbalzo batte Viviano.
E' un duro colpo per la Fiorentina, Montella lo sa e prova subito a scuotere la squadra con due cambi. Fuori Aquilani e Ljajic per Toni e Mati Fernadez. E' ed è proprio il centrocampista cileno che appena entrato in campo, subisce un duro fallo da Bertolacci che si becca il secondo giallo finendo sotto la doccia.
E' l'episodio che cambia nuovamente la gara. I viola riascquistano fiducia, tornano ad attaccare e al 77' trovano il gol del 3-2. Angolo da sinistra di Borja Valero (ammonito salterà la trasferta di Cagliari) e colpo di testa di Cassani che insacca nella propria porta.
E' il colpo del ko per il Genoa che non ha più le forze per recuperare. Nel finale di gara infatti la Fiorentina amministra senza difficoltà, andano anche vicina al quarto gol con Mati Fernandez.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »