energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fiorentina, uno scialbo 0-0. La buona notizia è solo la difesa Sport

Firenze – La Fiorentina pareggia in casa 0-0 contro l’Atalanta dopo l’ennesima partita scialba rimanendo così invischiata nella zona bassa della classifica con 9 punti, proprio sotto ai nerazzurri. Solito giro palla sterile, lento e macchinoso, con le due punte, oggi in campo dal primo minuto, mai pericolose. E l’involuzione di alcuni giocatori che l’anno scorso fecero la differenza (nella prima parte di stagione) non basta a spigare la pochezza del gioco viola.

Manca qualcosa a livello puramente tattico, come se dopo il girone di andata della passata stagione gli allenatori avversari avessero capito come neutralizzare il gioco di Sousa che quest’anno sta impressionando, ma in negativo. Meglio l’Atalanta, più pimpante e aggressiva, che ha messo spesso in difficoltà il palleggio viola con un pressing ben organizzato, bloccando gli sbocchi di gioco di Borja e compagni. E anche le due punte Babacar e Kalinic in campo insieme dall’inizio non hanno portato i risultati sperati, avulsi dal gioco e mai messi in condizione di poter colpire.

Di buono c’è la fase difensiva: i viola infatti hanno una delle migliori difese del campionato con 6 gol subiti ma quelli segnati sono gli stessi. Così si va poco lontano e il 13esimo posto la dice tutta sullo stato di una squadra che doveva dare un accelerata e invece sembra sempre più impantanarsi in un gioco noioso e lento sotto i fischi del Franchi. Sousa analizza il match insoddisfatto: “Ci sono diversi fattori, noi dobbiamo concentrarci sugli errori e sulle difficoltà, per poter andare avanti. Abbiamo avuto due palle goal che lo scorso anno avremmo segnato. Il nostro avversario è stato superiore, come ad esempio nelle marcature individuali. Ci hanno messo in difficoltà. Nel secondo tempo con i cambi siamo cresciuti e abbiamo avuto occasioni da goal.

Ora dobbiamo avere un iniezione di fiducia e trovare i tre punti. Segnamo troppo poco, siamo una squadra che sta attraversando un momento negativo. Gira poco. Lo scorso anno nei primi 20′ eravamo avanti di uno-due goal. Se non sblocchi subito le squadre poi non si aprono. Oggi abbiamo avuto troppe difficoltà. Dobbiamo oltrepassare il momento vincendo e trovando la continuità. Il pubblico ci ha fischiati oggi, è normale vista la prestazione. Hanno tutto il diritto di farlo. La Fiesole ci ha sostenuto anche quando eravamo in difficoltà ed è normale un atteggiamento simile”.

Anche il ds viola Corvino commenta il momento dei gigliati: “Oggi non si è perso ma c’è comunque un bel po’ di rammarico. Siamo una squadra con un ottimo equilibrio difensivo, ma ci stiamo sforzando di trovarlo anche in fase offensiva. Come società ci aspettavamo che i protagonisti di questi anni, che noi abbiamo riconfermato, potessero continuare a darci soddisfazioni. Eravamo e siamo convinti che questo momento che non ci vede vincere sia figlio di un periodo no che la squadra sta attraversando e siamo convinti che con il lavoro torneremo a fare bei risultati. Certamente è un periodo no che tutti possono attraversare, i protagonisti ci sono, sono gli stessi che ci hanno dato tante soddisfazioni e son sicuro che si tratti solo di un periodo di appannamento. Noi abbiamo fatto dieci partite e abbiamo perso solo due volte, abbiamo trovato alcuni ottimi automatismi in difesa e adesso stiamo cercando di trovarli anche sul fronte offensivo”.

Adesso testa al Cagliari per la prossima di campionato su un campo difficilissimo contro una neopromossa che sta facendo bene sopratutto tra le mura amiche. Nel mezzo l’Europa League che servirà a far giocare coloro ancora indietro di forma. Sperando nella svolta tanto attesa. 

Foto: CalcioMercato.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »