energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fiorentini cittadini telematici: l’utilizzo dei servizi online aumentato del 136% in tre anni Internet

Sempre più tecnologici i cittadini della provincia di Firenze. Nel corso degli ultimi tre anni è aumentato del 136% l'utilizzo dei servizi online attivati dai comuni e dalla provincia in collaborazione con Linea Comune, la società pubblica che supporta gli Enti locali dell'area fiorentina nel fornire i propri servizi a cittadini, professionisti, imprese, su canali innovativi: web, telefono, mobile application, smart card.
Dal pagamento delle multe alla richiesta di certificati di stato civile passando dall'iscrizione agli asili nido, solamente nel corso ultimo anno l'accesso ai servizi online – concessioni e autorizzazioni, servizi demografici, fiscali, scolastici e pagamenti – risulta incrementato del 74%, superando i 232.500 utilizzi singoli in dodici mesi.
I cittadini più telematici sono quelli di Vaglia. Infatti se in termini assoluti è Firenze il Comune che ha registrato più utilizzi dei servizi online, rapportando i dati al numero di abitanti, il primo posto spetta ai vagliesi con 1767 accessi ogni mille abitanti, seguiti dai cittadini di Scarperia (1698) e Marradi (1437).
I servizi più utilizzati sono stati quelli relativi ai pagamenti (multe, asili nido e centri estivi), che hanno registrato quasi cinquantasettemila utilizzi in un anno. A seguire i servizi fiscali con oltre cinquantunomila clic e quelli scolastici (iscrizioni) con più di 48.700 accessi.
Al secondo posto, dopo quello di Firenze, si trova invece il comune di Sesto Fiorentino grazie alla nuova procedura di iscrizione online ai servizi per l'infanzia (asili nido e scuole materne) per l’anno educativo 2011/2012. Ben 182 domande sulle 416 effettuate da cittadini residenti, dal 26 aprile al 31 maggio, sono state presentate via web con un 43% di utilizzo.
Un particolare: un terzo di chi usa i servizi in Firenze città accede a questi servizi online quando gli sportelli “fisici” sono chiusi. Dai dati in possesso di Linea Comune risulta infatti che gli accessi, pur diffusi lungo tutto l'arco della giornata, raggiungono il 30% tra le 18 e le 8 di mattina. E tra questi, ben il 20% viene effettuato dalle 21 alle 7 di mattina, mentre il 10% da mezzanotte in poi.
I motivi di questo boom sono molti: dalla possibilità di accedere ai servizi in qualsiasi momento della giornata al risparmio sui tempi di attesa e di spostamento, alla sicurezza sull’operazione compiuta. I cittadini che lavorano possono effettuare le pratiche direttamente da casa negli orari più comodi per le loro esigenze e, negli orari notturni, risparmiare ulteriormente sulle tariffe internet.


Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »