energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Consiglio comunale, gruppo Pd contro “suo” assessore sugli artisti di strada Cronaca

Voto compatto “contro” del suo stesso partito e l'assessore si arrabbia .  Situazione “originale” ieri a Palazzo Vecchio, nel corso del Consiglio comunale, che ha visto protagonisti l'assessore  Pd alle attività produttive Sara Biagiotti e il suo stesso gruppo consiliare, oltre l'intero consiglio con l'unica eccezione del consigliere Bianca Maria Giocoli (NoiperMatteoRenzi) e un non voto.

L'occasione che ha scatenato la “rivolta” di ieri è stata una mozione presentata da un gruppo di esponenti Pd, cui si è unito l'ex-ministro Valdo Spini, incentrata sulla questione degli artisti di strada.
La mozione sottoscritta da Agostini, Albini, Chiavacci, Matteuzzi, Pezza, oltre a Spini, chiedeva in buna sostanza di di prorogare il vecchio regolamento che disciplina le attività degli artisti di strada, scaduto e non ancora rimpiazzato da nuove regole. Il punto è che, avvalendosi del venire meno della vecchia regolamentazione, nelle scorse settimane sono state elevate svariate “multe” a lavoratori che si esibivano in strada negli spazi da sempre occupati, sebbene fossero venuti a mancare i permessi, non più in vigore. In pieno luglio, periodo turistico per eccellenza insieme al prossimo mese, il venir meno dei permessi vecchi costituisce un grosso problema per chi si guadagna il pane in strada, dal momento che in assenza delle autorizzazioni, non potrebbe naturalmente neppure esibirsi. D'altro canto, ancora le nuove regole non ci sono. E, stando alle polemiche sollevate dalle sanzioni, il nuovo regolamento di settore si trova ancora allo studio della Giunta.

La mozione presentata in aula ha scatenato dunque la bagarre, toccando un punto molto sensibile della giunta. L'assessore ha espresso la sua contrarietà fino a chiedere se fosse possibile ''discutere della questione in un'altra sede''.
“Mi dispiace che il Pd – ha detto – voglia esprimere una posizione così netta e rigida andando a garantire un privilegio di pochi artisti di strada e non abbia provato a capire le difficoltà di coloro che sono esclusi da questa possibilità. Noi vogliamo garantire l'accesso alla professione per tutti''. Parole che non hanno scalfito la posizione dell'assemblea consiliare, che ha votato compatta per procedere alle operazioni di voto sulla mozione,  che è stata approvata con 24 voti favorevoli su 26 realizzando un asse trasversale di tutti i partiti incluso il Pd.
Unico voto contrario di Bianca Maria Giocoli (NoiPerMatteoRenzi) e un non voto.

Posizione del consiglio che però non ha convinto del tutto l'assessore, che in una nota diffusa successivamente nella rete comunale spiega come si procede seguendo le regole della burocrazia: ''Stiamo facendo le necessarie verifiche tecniche per capire qual'è la strada giusta per adottare un provvedimento che consenta agli artisti di continuare la loro attività, in attesa della definizione del nuovo regolamento. Regolamento che dopo alcuni approfondimenti mi auguro possa essere approvato in tempi brevi. Visto che il disciplinare approvato nel 2009 era prorogabile solo per un anno, e che i termini sono ormai scaduti, probabilmente sarà necessario un atto dirigenziale: mi auguro che durante il Consiglio comunale previsto per giovedì prossimo possa riferire qual è la soluzione individuata''.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »