energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze – Domani inaugurazione della Torre del Chianti: acquedotto e punto panoramico ed espositivo Notizie dalla toscana, Turismo

Conto alla rovescia per l’inaugurazione della Torre del Chianti di San Casciano: lo storico edificio diventerà sabato 24 marzo (ore 10,30) la torre della cultura e della promozione del territorio. Si è concluso il complesso intervento finalizzato alla valorizzazione turistico-culturale dell’antico deposito di San Casciano, situato in prossimità del centro storico (viale San Francesco).

Una torre dalla suggestiva forma cilindrica alta 34 metri di proprietà comunale e gestita sul piano idrico da Publiacqua. Il piezometro risale agli anni del secondo dopoguerra ed è ancora oggi funzionante. Il progetto ha previsto la realizzazione di una terrazza panoramica sul piano di copertura che per la sicurezza dei visitatori è delimitata da una vetrata parapetto. Per accedere al punto panoramico, da cui è possibile godere una vista mozzafiato delle colline chiantigiane e non solo, si utilizzerà un vano ascensore trasparente, esterno alla torre. L’intervento è sostenuto dal Comune, dalla Regione Toscana e dai fondi ministeriali Cipe per un importo complessivo di circa 900mila euro.

Le montagne fiorentine e della Vallombrosa, le vette pistoiesi, i territori pisani, le colline chiantigiane, i borghi senesi. Con un semplice giro su se stessi tutto questo è possibile contemplare dalla terrazza panoramica della Torre del Chianti. L’antico piezometro domina il paesaggio toscano con un campo visivo così ampio da essere utilizzato anche come strumento di prevenzione e protezione civile. La Torre del Chianti è infatti punto di osservazione per l’avvistamento e la lotta contro gli incendi boschivi. Un progetto realizzato in collaborazione con l’associazione di Volontariato Antincendi Boschivi e Protezione Civile La Racchetta ha permesso di installarvi un sofisticato sistema di videosorveglianza.

“La Torre del Chianti saluta la primavera con una nuova veste culturale e turistica – dichiara il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini –  un investimento permanente di alto profilo che ha portato alla rinascita di uno spazio destinato all’esposizione e alla valorizzazione dei prodotti tipici e delle attività artigianali del territorio”. “La struttura è caratterizzata da molteplici funzioni – commentano gli assessori Roberto Ciappi (Lavori Pubblici) e Renzo Masi (Turismo) – deposito dell’acqua, sede di antenne per i servizi pubblici legati alla comunicazione, strumento di protezione civile. Complesso il percorso dell’intervento che ha coinvolto i nostri tecnici per l’elaborazione del progetto e dell’opera di risanamento della parte strutturale dell’edificio cui si sono aggiunti gli interventi specifici di Publiacqua per quanto riguarda la parte idrica e quelli di Infracom per l’installazione del ripetitore che ha permesso l’attivazione della banda larga”.

“Ci sono opere simbolo di una città e di un intero territorio. Da oggi San Casciano e tutto il Chianti ha la sua 'torre dell'acqua', una infrastruttura dedicata alla nostra più fondamentale risorsa mai cosi preziosa come in questi mesi di siccità storica. Publiacqua non poteva mancare a questo appuntamento – nota Erasmo D'Angelis, presidente di Publiacqua – La torre dell'acquedotto, il “Piazzone” come viene chiamato, non è solo un'opera idraulica importante ma con un restyling eccezionalmente bello è parte integrante dello sky line delle colline più amate. Il recupero che il sindaco Massimiliano Pescini ha tenacemente voluto e realizzato sviluppa le potenzialità turistiche ed è uno splendido esempio di valorizzazione di un’importante architettura industriale”.

Per l’evento inaugurale Comune e Publiacqua hanno confezionato un programma culturale di tutto rispetto, arricchito dall’intervento del Corpo musicale “Oreste Carlini” (10,30) e dalle performances di musica ambientale (ore 11) a cura di Titta Nesti (voce), Giovanni Pecchioli (sax) e Claudio  Teobaldelli (tastiere). Contestualmente alla torre che potrà essere visitata per l’intera giornata e fino al 30 aprile gratuitamente, apre i battenti la mostra a cura di Alessando Sardelli “Atlante comunale San Casciano Val di Pesa e le sue città”, allestita nello spazio della terrazza panoramica. Al termine della mattinata a tutti i partecipanti sarà offerto un aperitivo grazie alla collaborazione con “Osteria Cinque di Vino”.
Nel pomeriggio invece, a partire dalle ore 15,30, protagonisti saranno i bambini impegnati in attività e laboratori legati al tema della acqua, guidati da un simpatico chimico/animatore.

Orari, ingresso e modalità di accesso:
Per il primo mese (fino al 30 aprile 2012) le visite saranno ad ingresso libero. Occorre effettuare le prenotazioni al museo di San Casciano (via Lucardesi).
Dal 1 maggio 2012 il costo del biglietto è di € 5,00 comprensivo di visita al museo e di € 2,00 per la sola visita alla Torre del Chianti.

Gli orari di apertura sono i seguenti:

1 aprile – 31 ottobre
lunedì e venerdì ore 10 – 12
sabato e domenica ore 10 – 12 e 16 – 17

1 novembre – 31 marzo
lunedì, giovedì e sabato ore 10 – 12
domenica 10 – 12 e 15 – 16
 
Per prenotazioni ed informazioni:
Museo di San Casciano Val di Pesa
Via Lucardesi,  10
tel. 055 8256385
e.mail: museo@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »