energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, dopo otto mesi di cantieri riaperta Via dell’Agnolo Notizie dalla toscana

Da ieri Via dell'Agnolo è di nuovo praticabile. Dopo otto mesi di lavori, iniziati il 21 marzo scorso, per un costo di 800mila euro, via dell’Agnolo è stata infatti riaperta al pubblico con la cerimonia del taglio del nastro alla presenza del sindaco Matteo Renzi, degli assessori alla mobilità Massimo Mattei e all'urbanistica Elisabetta Meucci, del presidente e dell'amministratore delegato di Quadrifoglio Giorgio Moretti e Livio Giannotti, e del presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi. "Era da trent'anni – ha affermato Renzi – che questa strada non veniva rifatta ed era nostro dovere intervenire. Abbiamo deciso di affiancare alla riasfaltatura anche un progetto complessivo di restyling che comprende i cassonetti interrati e una migliore illuminazione, in modo da aumentare la vivibilità dell'area". Grazie ai lavori è stata infatti consolidata la carreggiata, sono stati rifatti i marciapiedi ed è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione; Quadrifoglio ha invece realizzato due postazioni di cassonetti interrati (una all’angolo con via Verdi e con Borgo Allegri, ed una in via Pietrapiana), adibiti sia alla raccolta di multimateriale (imballaggi in vetro, plastica, lattine e tetrapak) che di rifiuti non differenziabili, che, servendo circa 3.000 abitanti, permetteranno la rimozione di 47 cassonetti tradizionali dal centro storico, così come previsto dal piano concordato con l’amministrazione comunale. "I cassonetti interrati – ha sottolineato il sindaco – non solo sono più igienici di quelli tradizionali ma liberano posti auto e fanno aumentare la raccolta differenziata. Sono una risposta di decoro che noi vogliamo estendere sempre di più". 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »