energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze: guida alla festa del Patrono del 24 giugno Cronaca

La città di Firenze si appresta a celebrare la festa del Santo Patrono, che quest’anno cade però di domenica, non permettendo a molti lavoratori un piccolo ponte. Le celebrazioni si dividono in due tronconi: quelle religiose ufficiali con il Cardinale Arcivescovo e la partecipazione dell’amministrazione comunale, e quelle civili, promosse sia dal Comune, con la partita di calcio costume, sia da privati, con in testa la Società San Giovanni Battista, che da 216 anni cura i festeggiamenti del 24 giugno, che hanno il loro culmine con il tradizionale spettacolo pirotecnico della ore 22, i fochi, come si dice a Firenze.

Ma andiamo con ordine.

Ore 8 Santa Messa in Battistero per i defunti della Società di San Giovanni

Ore 8,30 nelle strade del centro storico corteo storico, la Deputazione, con i Valletti e i Figuranti in rappresentanza dei quattro quartieri storici di Firenze, raggiungerà Palazzo Vecchio partendo dalla sede in via Alfani 48 raggiungerà la Loggia del Bigallo per l’esposizione delle reliquie. Per tutta la mattinata la Loggia del Bigallo, tra il Battistero e il Duomo, ospiterà all’aperto il prezioso reliquiario della Società di San Giovanni Battista, con le reliquie del Battista e dei Santi Vescovi fiorentini Antonino e Zanobi. Esposizione solenne che quest’anno sarà impreziosita anche dall’esposizione di 5 artistici pannelli –  di 4 metri e mezzo per 2 e mezzo – raffiguranti altrettanti momenti della vita del Santo Protettore di Firenze, pannelli che la Deputazione ha fatto realizzare a due giovani artisti, Cody Giuseppe Swanson e Donald Mac Manus, e che ben si adattano ad adornare ed impreziosire la Loggia.

Ore 9 a Palazzo Vecchio omaggio della Deputazione al Sindaco. Corteo da Piazza Signoria al Battistero, con Gonfalone e vessilli, scortati dal corteo della Repubblica Fiorentina.

Ore 10 al Battistero Solenne Ostensione della Reliquia del Santo e offerta dei ceri da parte del Sindaco di Firenze e della Deputazione al Cardinale Arcivescovo Giuseppe Betori. Quest’anno saranno quattro particolari ceri, lavorati a mano, come sculture, e alimentati ad olio, realizzati dal giovane artista fiorentino Giuseppe Rosini, noto per le sue creazioni traslucide luminose.  I quattro ceriscultura sono caratterizzati da intagli e dorature con foglia d’oro zecchino ispirati alle tarsie marmoree del Battistero e verranno posti sulla mensa dell’altare su candelieri in argento, entrando così a far parte stabilmente, da qui la novità, dei preziosi arredi utilizzati esclusivamente per le celebrazioni in onore di San Giovanni patrono di Firenze e omaggiare la nomina a Cardinale di Betori.

Ore 10.30 Celebrazione solenne in Cattedrale presieduta dal Cardinale Giuseppe Betori. La messa vedrà l’esecuzione di pagine sacre di Wolfgang Amadeus Mozart, brani composti per la liturgia della Domenica e per la festa di San Giovanni Battista. Un manto musicale che avvolgerà la liturgia e che beneficerà delle interpretazioni dell’Orchestra e del Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Gaetano d’Espinosa. Solisti di canto sono il soprano Paola Leggeri, il mezzosoprano Sabina Beani, il tenore Davide Cusumano, il basso Pietro Simone.  Il programma, ideato dal maestro Gabriele Giacomelli, è incentrato sull’elegante splendore della Missa Solemnis K 337, composta nel 1780 per la cappella musicale dell’Arcivescovo di Salisburgo. Quest’affascinante liturgia musicale include anche altri salmi e mottetti scritti da Mozart nell’arco della sua breve esistenza: fra questi, Inter natos mulierum K 72, capolavoro di raro ascolto con il quale Mozart, quindicenne, celebrava la natività del Battista; i due salmi Laudate Dominum e Dixit Dominus dai celebri Vesperae Solemnes de confessore K 339; e il mottetto Ave verum corpus K 618, brano di commovente semplicità ma di intensa spiritualità. Mozart lo scrisse nell’ultimo anno di vita. La partecipazione del Maggio Musicale, ha osservato il Cardinale Betori “lo considero un gesto importante. Lo è anzitutto perché espressione di una unità di intenti della città, che attorno al suo Patrono, si esprime con uno dei suoi vertici culturali. Lo è anche perché permette di riportare nel suo contesto più proprio, quello della celebrazione, un patrimonio musicale che nato per la liturgia in essa si ripropone così come è stato inteso dal suo compositore. Lo è infine perché dà modo di ribadire la naturale alleanza tra fede e arte, che ha attraversato i secoli e che vogliamo ribadire e rafforzare. Grazie a quanti, pur nelle oggettive difficoltà del momento, hanno collaborato a che questo si realizzasse”.

L’altro appuntamento religioso sarà nel pomeriggio, alle 18.30, in Battistero, con le famiglie e i bambini, residenti a Firenze, che hanno ricevuto il Battesimo nel periodo dal primo gennaio al 31 dicembre 2011, per riaffermare  il legame con la chiesa fiorentina ritrovandosi assieme al cardinale Betori nel bel San Giovanni, in una iniziativa promossa per il secondo anno dall’Opera di Santa Maria del Fiore e dall’Arcidiocesi di Firenze . Questo evento vuole fare memoria e rendere grazie del dono del sacramento, riproponendosi come appuntamento permanente delle celebrazioni per la Festa del Patrono. “Così come Dante divenne fiorentino nel ‘Bel San Giovanni’ – scrive l’Arcivescovo nel messaggio di saluto che viene consegnato a tutte le famiglie – anche per te oggi si riafferma un legame speciale con la Chiesa attraverso il Battistero e la Cattedrale. Con questo semplice gesto si rinnovano insieme l'identità ecclesiale e civica, e insieme si sancisce l'appartenenza alla comunità dei fedeli e dei cittadini. A nome di tutta la Chiesa fiorentina ti auguro un bellissimo cammino di luce  nella fede e nella  società”.  Al termine della cerimonia tutti i 104 battezzati presenti in Battistero riceveranno una medaglietta in argento con l’effige di San Giovanni Battista, da un lato, e lo stemma dell’Opera del Duomo, dall’altro, oltre ad una cornice realizzata dall’artigiano Omero Benvenuti della legatoria La Carta, contenente il saluto dell’arcivescovo. Seguirà un buffet, curato dalla Guido Guidi ricevimenti, offerto a tutti i partecipanti al Centro Arte e cultura in Piazza San Giovanni.

Per gli appuntamenti civili il programma prevede:

Ore 16 partenza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina da Piazza Santa Maria Novella alla volta di Piazza Signoria

Ore 16,30 Piazza Signoria balletto rinascimentale da parte delle Madonne e omaggio al Sindaco e al Gonfalone della città di Firenze su l’arengario di Palazzo Vecchio e proseguimento del Corteo per Piazza Santa Croce per la finale del torneo 2012 del Calcio Storico Fiorentino

Ore 17,30 Piazza Santa Croce esibizione dei Bandierai degli Uffizi, sfilata del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, quindi finale della partita del torneo 2012 del Calcio Storico tra i Bianchi di Santo Spirito e gli Azzurri di Santa Croce.

Ore 22,30 – ORARIO DEFINITIVO  – Fochi di San Giovanni, spettacolo pirotecnico della durata di 45 minuti della ditta Mazzone di Orbetello, offerto dalla Società San Giovanni Battista alla città di Firenze grazie al contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Tra le inziative collaterali organizzate da enti e privati si segnalano:

TORRE DI ARNOLFO: La Torre, che svetta da Palazzo Vecchio da 95 metri di altezza, apre al pubblico per la prima volta per la festa del Patrono. E’ il regalo del Comune alla città, così come lo scorso anno era stata aperta per la prima volta, sempre nel giorno del patrono, un’altra torre, quella di San Niccolò, che, sempre da domenica, sarà di nuovo visitabile fino all’autunno. La Torre di Palazzo Vecchio, attribuita ad Arnolfo di Cambio, accompagnata dal merlato camminamento di ronda, è il compimento del primo nucleo del palazzo di governo, edificato tra Duecento e Trecento ed è stata finora chiusa ai visitatori. Domenica la Torre sarà visitabile gratuitamente dalle 9 alle 21 con partenze ogni mezz’ora. Occorre però obbligatoriamente – ma solo per le visite del 24 giugno – prenotare ai numeri 0552768224 oppure 0552768558 oppure info.museoragazzi@comune.fi.it. Da lunedì le visite saranno in orario 9-21 (giovedì 9-14) al costo di 6,50 euro, 10 euro con biglietto cumulativo con il museo di Palazzo Vecchio.

TORRE SAN NICCOLO: La Torre di San Niccolò, una delle più fedeli testimonianze dell’imponente cerchia muraria che custodiva e proteggeva la ricca Firenze medievale e di cui sopravvivono oggi solo alcune delle porte di accesso, sarà visitabile da domenica 24, con ingresso libero dalle 9 alle 19, e fino al 30 settembre, tutti i giorni dalle 17 alle 19.30, con percorsi guidati ogni 30 minuti al costo di tre euro. Si consiglia la prenotazione. Biglietto cumulativo con il museo di Palazzo Vecchio 8,50 euro. Per informazioni e prenotazioni  055/2768224 – 055/2768558 info.museoragazzi@comune.fi.it.

VILLA BARDINI: Dalle ore 19 serata di solidarietà, per iniziativa della Fondazione Parchi Monumentali Bardini Peyron, di MoBa e la Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer, con la possibilità di vedere la partita della Nazionale in diretta su maxischermo, degustazioni  e la possibilità di vedere la partita della Nazionale in diretta televisiva su maxischermo. Ingresso da Costa San Giorgio 4, dove sarà allestito un percorso del gusto con isole di degustazione di prodotti gastronomici di eccellenza a cura di Slow Food Firenze e di Umberto Montano e i vini migliori di Castiglion del Bosco e del Principe Corsini. Tra il verde sono state dislocate, a cura del Museo Galileo, opere e installazioni di Stella Battaglia e Gianni Miglietta e saranno possibili osservazioni sul tramonto guidate da Stefano Barbolini. Sarà quindi la volta di performance di danza con il gruppo l'Officina cui seguiranno alcune esecuzioni musicali a cura del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Ancora musica, ma questa volta saranno celebri arie d’opera, con gli 80 elementi del Coro Cassa di Risparmio di Firenze che accompagneranno il pubblico per tutta la serata. Alla fine si potrà assistere ai fuochi d’artificio da una delle terrazze più belle di Firenze. Per la partecipazione è richiesto un contributo minimo di 50 euro a persona. L’incasso della serata, tolte le spese, sarà devoluto alla Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer. Per informazioni 055.2008444-289020, prevendita 210804.

SPIAGGIA SU L’ARNO: Anche quest’anno come da tradizione, Easy Living organizza presso la Spiaggia Sull’Arno darà la possibilità di godere i fuochi d’artificio  gustando un buonissimo Kit, dal nome Biocolo a KmO, organizzato da “Inzuppa” in collaborazione con altre realtà fiorentine che condividono i prinicipi del KM 0 e dei prodotti biologici. Il KIT, al costo 15 euro comprende: Zuppa di ceci, fagioli rossi della lucchesia e farro, l'inzuppino di gnocco di pane e parmigiano terremotato, polpette di melanzane, muffin di mandorle e arance. Per prenotarlo inviare una mail a comunicazione@piazzart.com.

Nella foto il prezioso reliquiario della Società San Giovanni Battista durante l'esposizione 2011 alla Loggia del Bigallo  per i festeggiamenti del Santo Patrono, con la scorta d'onore dei Carabinieri in alta uniforme.

20 GIugno Firenze: lotta tra Renzi e la San Giovanni per l’inizio dei fuochi del 24
20 Giugno Firenze: Dopo i fuochi problemi anche per il calcio storico
21 Giugno  Incognita Calcio Storico Fiorentino: sospesi o non sospesi?

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »