energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, i residenti del Centro insorgono: troppo rumore Cronaca

Firenze –  Rumore da raccolta di rifiuti e disturbo della quiete pubblica. I residenti del centro storico di Firenze presentano esposto ad Arpat e al Comune di Firenze per il rumore dei mezzi usati per la raccolta di rifiuti tra le 5 le 8 del mattino, con richiesta di “semplificazione” trattandosi di un problema vecchio di decenni e ancora non risolto. A nulla sono servite le segnalazioni  a Polizia municipale e Quadrifoglio stessa che svolge il servizio. Quando in altri paesi d’Europa, di cui l’Italia fa parte, basta una telefonata perchè  l’amministrazione corra ai ripari. E’ quanto denunciano i residenti di Firenze Centro. “Semplificazione? Città intelligente (smart city)? sostenibilità? Sono solo slogan“, concludono. E forse esiste addirittura “una derogaal rispetto del riposo delle persone.

Certo nell’era della comunicazione web 2.0, dei social media, delle chat che hanno già superato da anni i call center tradizionali, fa impressione come le cose possano ancora andare nel nostro paese, e Firenze non fa eccezione, tra cittadini e pubblica amministrazione. E non c’è ombra di un dialogo, che possa dirsi tale, col cittadino. I cittadini mostrano interesse attivo per migliorare lo stato e la qualità della vita della città, basti pensare anche alla realtà fiorentina degli “Angeli del Bello“, ma si scontrano sempre con la stessa mentalità burocrate e il tipo di comunicazione che ne consegue.

Dopo aver inviato segnalazioni telefoniche e online a Quadrifoglio e Polizia Municipale sul fracasso della raccolta rifiuti alle prime ore dell’alba, i residenti di Firenze centro inviano un esposto ad Arpat, pensando che possa intervenire come soggetto preposto alla tutela dell’ambiente dal rumore. L’esposto – risponde prontamente l’Arpat – va inviato al Comune. E così faranno i cittadini.
Insomma il sistema non pare proprio lineare e fa pensare che non vi sia un pronto collegamento, fra uffici diversi del Comune.

Forse c’è un percorso più semplice e logico. Se Quadrifoglio spa ha un contratto di servizio pubblico con il Comune, ossia opera in appalto per conto del Comune stesso che lo finanzia con risorse pubbliche, perchè occorre “impazzire tanto e attendere mesi – riflettono i cittadini – e presentare un esposto? nel frattempo il diritto al riposo viene leso ogni giorno, altro che schiamazzi sporadici…..è un rumore assordante, un vero e proprio shock ogni mattina prima dell’alba, anche agli ultimi piani delle case, con vetri anti-rumore e orecchie tappate”.

“I mezzi del parco macchine di Quadrifoglio, sono noti, oltre che a Quadrifoglio, anche al Comune, no? Perchè – proseguono – , non si considera l’importanza che l’articolo 659 del Codice penale dà alla tutela della quiete pubblica e del riposo delle persone?
In soldoni, quest’ultimo è un diritto fondamentale dei cittadini che il Comune deve garantire anche nell’ambito del contratto che regola la raccolta dei rifiuti nel centro storico che per di più è anche patrimonio Unesco.

Nell’esposto i cittadini chiedono “che sia interrotta, con urgenza, la raccolta rifiuti tra le 6 e le 8 del mattino in tutte le vie del centro storico dove essa avviene e che la raccolta dei rifiuti suddetta sia posticipata alle 8, alle 9 o alle 13, analogamente a quanto effettuato in altre aree del centro storico”. E vi è anche un’esplicita richiesta di semplificazione, nonchè i riferimenti a buone pratiche a tutela della quiete pubblico, su questi due punti Arpat non dà alcuna risposta. Eppure l’esposto recita: “Qualora l’esistenza del fenomeno descritto in questo esposto sia conseguenza di Regolamento comunale, o regionale, di delibere comunali o regionali, o di contratto di servizio pubblico tra Comune e Quadrifoglio – dice l’esposto – , chiediamo intervento normativo correttivo per il tramite Vostro come Agenzia preposta alla protezione e tutela della qualità ambientale, in ottica di semplificazione”.

I cittadini vogliono dire in pratica “che gli enti che si sono messi insieme per fare un sistema di norme su una certa questione, si parlino tra loro, cooperino e si mettano insieme anche per risolvere i problemi, senza oberare oltremodo il cittadino.

La buona pratica, sia di semplificazione sia di salvaguardia delle quiete pubblica, portata ad esempio nell’esposto dei cittadini, è quella applicata nel distretto di Elmbridge sulla questione “Noise from Early Morning Waste Collection” tradotto “Rumore derivante dalla raccolta dei rifiuti al mattino presto”: ad Elmbridge il rumore della raccolta dei rifiuti è controllato dall’ente che scoraggia gli operatori a farla prima delle 7 e dopo le 23 dal lunedì al sabato e non prima delle 9:00 e non dopo le 23 la domenica e nei giorni festivi. C’è poi un numero dell’ente a cui telefonare fornendo i dati dell’episodio di rumore. Sulla chiamata del cittadino l’ente si attiva per risolvere il problema per conto del cittadino.

Infine nella risposta di Arpat spunta la possibilità che il Comune “potrebbe
aver disciplinato l’attività della raccolta dei rifiuti urbani prevedendo deroghe ai valori limite nei propri regolamenti delle attività rumorose adottati ai sensi della Legge 447/1995 e della LRT 89/1998“. Il che causerebbe anche discrepanze di vivibilità tra alcune zone ed altre zone del centro di Firenze, dove la raccolta avviene  già intorno alle 8-9 o intorno alle 13. Una deroga che non terrebbe conto, vista la realtà dei fatti, del diritto al riposo delle persone? E a questo punto i cittadini devono andare a studiarsi le norme, citate per altro solo con numero e anno, e via di seguito.

La domanda sorge spontanea. E se si accertasse che tale deroga esiste, quanti mesi di “riposo mancato” dovranno passare ancora i cittadini prima che sia corretta la normativa?

Intanto la realtà è già nota a tutti, ed il recente video dei residenti girata in Via San Gallo l’ha solo messa più in evidenza

Notizie collegate
Raccolta rifiuti: le buone pratiche anti-rumore
Firenze centro, raccolta dei rifiuti: la giungla degli orari

Notizie collegate
Raccolta rifiuti: le buone pratiche anti-rumore
Firenze centro, raccolta dei rifiuti: la giungla degli orari – See more at: http://www.stamptoscana.it/articolo/video-del-giorno/qualita-della-vita-a-firenze-sveglia-quadrifoglio-alle-5-o-6-del-mattino#sthash.RQ8WuWNi.dpuf

Video dei residenti: 29 marzo ore 6 circa del mattino, Via San Gallo

Notizie collegate
Raccolta rifiuti: le buone pratiche anti-rumore
Firenze centro, raccolta dei rifiuti: la giungla degli orari – See more at: http://www.stamptoscana.it/articolo/video-del-giorno/qualita-della-vita-a-firenze-sveglia-quadrifoglio-alle-5-o-6-del-mattino#sthash.RQ8WuWNi.dpuf
Notizie collegate
Raccolta rifiuti: le buone pratiche anti-rumore
Firenze centro, raccolta dei rifiuti: la giungla degli orari – See more at: http://www.stamptoscana.it/articolo/video-del-giorno/qualita-della-vita-a-firenze-sveglia-quadrifoglio-alle-5-o-6-del-mattino#sthash.RQ8WuWNi.dpuf

Print Friendly, PDF & Email

Translate »